La Ferrari arranca e la Formula 1 perde ascolti ed appeal

Il caos regolamentare, le faide interne, il rischio scissione e le prestazioni scadenti della Ferrari (specialmente queste ultime) stanno facendo soffrire non poco gli ascolti televisivi delle gare del Mondiale 2009 di Formula 1. Ad analizzare il calo, sul quale c’è stata un’iniziale prudenza, è il quotidiano sportivo Tuttosport che rompe gli indugi dopo aver

di


Il caos regolamentare, le faide interne, il rischio scissione e le prestazioni scadenti della Ferrari (specialmente queste ultime) stanno facendo soffrire non poco gli ascolti televisivi delle gare del Mondiale 2009 di Formula 1. Ad analizzare il calo, sul quale c’è stata un’iniziale prudenza, è il quotidiano sportivo Tuttosport che rompe gli indugi dopo aver potuto confrontare i dati d’ascolto del super classico gran premio di Montecarlo.

Nemmeno quando i bolidi della Formula 1 si sono sfidati nell’angusto e affascinante circuito cittadino del Principato di Monaco l’auditel ha mostrato segnali di ripresa. Un milione e ottocentomila telespettatori in meno, un autentico crollo, ad ammirare al sesta vittoria (su 7) di Jenson Button. Evidentemente sono pochi gli appassionati che rimangono affascinati dalla favola dell’outsider che trionfa, della Brawn Gp, la scuderia che meglio ha interpretato, secondo alcuni al limite del truffaldino, le novità regolamentari sull’aerodinamica e che sta letteralmente dominando il Mondiale.

Certo, anche quest’anno Sky ha puntato molto sulla Formula 1 ed è sicuro che qualcuno fra gli spettatori abbia scelto l’offerta pay (più completa, con Hd, telecamere personalizzate e tutti gli ammennicoli), ma la Rai doveva vedersela con il satellite già lo scorso anno senza che questo rappresentasse l’emorragia di ascolti che sta vivendo in questa stagione. Una Ferrari che non si batte per la vittoria, e che le notizie danno sull’orlo della rinuncia alle corse almeno nella Fia di Mosley ed Ecclestone, rischia di relegare la Formula 1 fuori dai programmi sportivi di punta della nostra tv di stato.

I Video di TvBlog