Gazebo Speciale Seconda Serata stasera su Rai 3 nella Giornata mondiale del migrante e del rifugiato

Gazebo inaugura i suoi speciali mensili domenicali con una puntata sul dramma dei migranti.

gazebo_makkox.jpg

Al termine della sua prima intera settimana in access prime time, Gazebo si ritaglia uno speciale di seconda serata nella domenica di Rai 3, in onda questa sera, 15 gennaio, intorno alle 22.50, dopo la consueta puntata di Che Tempo Che Fa.

Si tratta del primo speciale domenicale, che avrà una cadenza mensile. Un vero e proprio 'speciale-evento' che cade, non a caso, in occasione della 103esima Giornata mondiale del migrante e del rifugiato, promossa dal Vaticano: uno spunto, più che una celebrazione, per affrontare uno dei temi più cari a Zoro e alla sua squadra, che hanno realizzato negli anni alcuni dei reportage migliori sull'argomento dell'intero panorama televisivo italiano. Un'attenzione che ha assunto anche le forme popolari della serialità, strumento efficace per avvicinare la realtà drammatica dei rifugiati all'ascolto distratto e pregiudizievole dei telespettatori. In questo senso le vicende di Naji e Ola - due ragazzi fuggiti dalla Siria e incontrati da Zoro nel 2015 a Chios, in Grecia, e seguite periodicamente dal programma - hanno il potere di umanizzare un fenomeno disumano considerato dai più una piaga e non un dramma.

Questo 'speciale' Gazebo, quindi, è l'occasione per un ulteriore approfondimenti di temi trattati quasi quotidianamente dal programma, sia nella sua versione Social News che nella sua edizione da seconda serata. Questa volta Zoro va a cercare le radici delle migrazioni in Ciad, con un reportage realizzato in un villaggio di rifiugiati. A parlarne in studio il Sindaco di Lampedusa Giusi Nicolini e il portavoce di UNHCR Italia Carlotta Sami. Ospite musicale il trombettista Enrico Rava. Con Diego Bianchi tutta l'immancabile e preziosa squadra, da Makkox a Missouri 4, passando per Marco Damilano.

Essiateci.

  • shares
  • Mail