Roma Fiction Fest 2016: Midnight Sun conquista la giuria, miglior attrice a Cristiana Capotondi

Tutti i premiati della decima edizione del Roma Fiction Fest 2016

La decima edizione del Roma Fiction Fest si chiude con l'anteprima della fiction Immaturi-la serie e soprattutto con la premiazione delle serie tv che sono state presentate all'interno del concorso internazionale. A trionfare con ben tre premi è la co-produzione franco-svedese Midnight Sun che ha conquistato la giuria vincendo il riconoscimento come miglior nuova serie tv, miglior sceneggiatura e miglior regia, andati ai suoi creatori e autori Måns Mårlind e Björn Stein. Si tratta di un nuovo thriller nordico, creato dagli autori della versione originale di The Bridge prodotto con Canal+ incentrato sulle indagini per omicidio in un paese nel nord della Svezia, ad aiutare la polizia locale arriverà una detective francese visto che il corpo ritrovato è di origini proprio francesi.

midnight-sun.jpg

Due riconoscimenti sono andati all'inglese National Treasure: il premio Speciale della Giuria e il premio al miglior attore Robbie Coltrane; come miglior attrice è stata premiata Cristiana Capotondi per Di Padre in Figlia, una produzione Rai Fiction di Riccardo Milani. “Sono felice e onorata di ricevere questo premio," ha detto l'attrice "Di padre in figlia racconta la storia di molte donne che hanno cercato la propria realizzazione non accontentandosi di ciò che la società poteva offrirgli. È la storia di una pacifica e profonda emancipazione femminile che, al di là di ogni ideologia, porta la donna al centro della nostra società.

Presidente della giuria era Richard Dreyfuss protagonista anche di una Masterclass e della proiezione in anteprima di Madoff in arrivo a gennaio su Sky Cinema 1. Ad aiutarlo in questo compito sono stati  Annabel Scholey vista ne I Medici e protagonista di un incontro dedicato alla serie tv, Umberto Contarello sceneggiatore che ha collaborato a The Young Pope e a sua volta protagonista di una Masterclass sulla scrittura, Lorenzo Richelmy, protagonista di Marco Polo e Paola Turci. 

Nel corso del Roma Fiction Fest sono stati assegnati anche dei premi speciali:

- RomaFictionFest Excellence Award a Richard Dreyfuss

- RomaFictionFest Excellence Award a Dustin Lance Black

- RomaFictionFest Excellence Award a Marco Giallini

- RomaFictionFest Excellence Award a Rosario Rinaldo

- RomaFictionFest Excellence Award Kids & Teens a Enzo D’Alò

Un'edizione costata circa un milione e centomila euro, secondo quanto riportato dagli organizzatori e un buon riscontro di pubblico non solo per gli eventi di più richiamo come l'anteprima mondiale di When We Rise (vero fiore all'occhiello dell'edizione) che ha costretto gli organizzatori ad allestire due sale per la proiezione, o per i fan accorsi per gli attori di Shondaland o le famiglie per gli incontri dedicati ai più piccoli, ma anche per le masterclass e gli appuntamenti più ricercati. Sale piene sie per la Masterclass di Umberto Contarello che per l'appuntamento con il direttore della fotografia, la scenografa e i costumisti di The Young Pope.

Una decima edizione del Roma Fiction Fest che ha confermato la sua doppia vocazione, italiana e internazionale, popolare e d'autore, in grado di affiancare le proiezioni agli incontri capaciti di suscitare l'interesse del pubblico. L'appuntamento è quindi (forse) per l'anno prossimo.

  • shares
  • Mail