Nemo – Nessuno escluso, puntata 1 dicembre 2016

Nemo, la settimana puntata in diretta.

  • 21.21

    Comincia la settima puntata di Nemo. Lucci apre ironizzando su Lapo: Lucci fa un vero e proprio appello al giudice americano.

  • 21.25

    Si parte subito con il continuo del reportage della Petrini. Alex è italiano e addestra i peshmerga che combattono l’ISIS al confine di Mosul. Ha lasciato il nostro Paese perché voleva andare in guerra: “Sono arrivato qui con un biglietto aereo, dopo tante porte in faccia. La mia non è follia. L’ISIS è nemico di tutti”.

  • 21.30

    Nella base peshmerga i soldati spiegano che Alex combatte in prima linea, non si limita ad addestrare. La Petrini insieme ai peshmerga raggiunge la linea di confine e incontra i civili, tra cui una bambina colpito da una mina. Il papà: “Aveva solo 3 anni, ecco cosa fa l’ISIS”.

  • 21.34

    Alex: “Se un giorno dovessero dirmi che quello che faccio qui è illegale mi prenderò le mie responsabilità”.

  • 21.38

    Sul palco Carlo Delnevo parla del figlio morto in Siria dove era partito per combattere Assad: “Pensavo sarebbe diventato un ragazzo normale. C’era una luce che però mi diceva che era già distante. Mio figlio è caduto mentre cercava di portare al riparo un compagno ferito, indifferente al fuoco nemico. Seguendo il suo ideale e difendendo quella gente che sentiva come la sua gente. SOno convinto che lui sia stato un eroe. Il concetto è labile. Il primo titolo su di lui diceva ‘Morto il primo terrorista italiano’. Non è questo il giardino che gli sarà dedicato, a lui spetteranno quelli di cui si parla nel Corano”.La Petrini con delicatezza gli chiede di spiegare perché è andato in Siria a fare la Jihad: “Anche se dice di combattere l’ISIS, il popolo siriano è oppresso da un dittatore. Sono diventato anche io musulmano dopo la morte di Giuliano, sono convinto che il suo percorso era quello deciso da qualcuno lassù”.

  • 21.43

    Carlo Delnevo: “Io non penso che mio figlio sia andato lì perché plagiato come fanno tanti genitori di altri ragazzi. Non condivido la sua scelta, se avessi saputo l’avrei legato qui, ma parlare di plagio è come farli morire ancora”.

  • 21.46

    Servizio sui migranti (dei ragazzini) che fuggono dall’Italia per raggiungere altri Paesi europei.

  • 21.47

    I ragazzi arrivano a Milano, una tappa intermedia del loro viaggio. I ragazzi arrivano a Como per raggiungere la Germania attraverso la Svizzera.

  • 21.50

    I ragazzi si accampano nella stazione di Como. Al mattino l’inviata ritrova i ragazzi che cercano di capire come passare la frontiera. Poi prendono un treno per Bellinzona. Nel treno i ragazzi sono chiusi in bagno, ma vengono scoperti dalla polizia che li fa scendere.

  • 22.00

    Anche Lucci incontra i migranti respinti al confine con la Svizzera. Lucci li mette insieme a confronto con i ricchi italiani transfrontalieri a cui le frontiere non sono chiuse. Come spiega Lucci, soprattutto ai nostri connazionali in cerca di locali dove c’è la prostituzione, non c’è nessun problema alle frontiere.

  • 22.07

    Lucci mostra lo spreco e il lusso delle serate vip. E dove c’è un party vip non possono mancare ospiti vip come Raffaella Zardo e Claudia Galanti.

  • 22.11

    Alessandro Sortino segue la giornata di Simone Carabella, un influencer politico, mental coach di professione, vicino agli ambienti di destra. E’ popolare perché si fa portavoce del disagio e della povertà di tante persone che vivono in condizioni di indigenza. Sortino: “Hai vinto te, il supereroe con la camicia nera, se le persone che stanno nella povertà chiamano te. O le cose cambiano o vinci te”.

  • 22.22

    Vladimir Luxuria: “Quando questo Carabella è andato da Salvini e non l’ha riconosciuto mi ha ricordato quando Salvini è andato da Trump. La storia di queste donne mi ha molto toccato, quando uno ha la pancia vuota non se la prende con chi ha la pancia piena, ma con quelli con la pancia più vuota. Una guerra dei poveri. Pensate sia facile andare via dalla propria terra? Ad Aleppo, davanti alla città bombardata prendi i figli e te ne vai”. Vladimir spiega la superficialità del giudizio legato alla provenienza geografica.. “Bisogna imparare a vivere nel rispetto reciproco” dice Luxuria a Lucci e Petrini che gli chiedono quale sia la ricetta. Lucci torna al caso Lapo, Luxuria: “Non ero io a Mahanattan.. Poi uno che per ciularmi si prende la droga, mi sentirei offesa”.

  • 22.25

    Si scade un po’ nel pecoreccio con el battutine di Lucci, Luxuria: “Spero che chi è qui abbia pensato al mio cervello e non a cosa ho tra le gambe mentre parlavo”.

  • 22.29

    Monologo di Giorgio Montanini sul cibo: “Il cibo è una droga, la più subdola. Perché ci si lotta quotidianamente”.

  • 22.38

    Lucci incontra il dottor Lemme: “Ho ribaltato il sistema delle calorie, è una bufala. Non hanno capito nulla, c’è un complotto per lasciare tutti nell’ignoranza”. Il discusso farmacista, che si professa genio, espone la tanto vituperata dieta Lemme direttamente dal suo ristorante. Lemme: “Potrei risolvere il problema dell’obesità in America. fatturo circa due milioni di euro all’anno”.

  • 22.44

    Lucci lo accompagna prima nella “sua fabbrica” dove dice di voler scoprire un processo biochimico per il quale si forma il tumore. Poi, con tanto di guardia del corpo, va alla presentazione del suo libro: “Bodyguard? Ho diviso l’Italia in due, metà mi ama e metà mi odia. Sberle? Sì ne ho prese”. Allo store Lucci incontra un neomelodico in sovrappeso che vorrebbe consigli da Lemme.

  • 22.45

    Lemme a Lucci: “Se finisco al gabbio? Portami i limoni, non le arance”.

  • 22.47

    Arriva Marina Ripa di Meana: “Vado con i miei cani a zonzo per Roma. Vorrei parlare a voi un po’ in carne di diete. Io mangio di tutto, ma evito di mangiare la carne perché Veronesi me l’ha sempre sconsigliato perché è cancerogena. Sono nel giusto, ogni tanto una fetta di fegato perché sono anemica..Sempre bevuto vino che fa bene”. La interrompe un Lucci epico: “Marì, dietro liceo davanti museo”. Standing ovation.

  • 22.51

    Marina Ripa di Meana: “Oggi il sess0 non lo fa più nessuno.. Mi scrivono e tutti dicono che non si fa più, tutti dietro a sti giochi.. Fedeltà? Io sono molto fedele intellettualmente. Mio marito e le corna? Macché, semmai sprofondo io con tutte le corna che ho avuto.. Oggi c’è la pace dei sensi, ci raccontiamo i nostri trionfi”.

  • 22.59

    Lucci, in chiusura, dedica ancora un pensiero “all’amico Lapo”. Puntata finita

In onda stasera, alle 21.20, su Raidue la settima puntata di Nemo – Nessuno è escluso, il nuovo programma condotto dall’ex Iena Enrico Lucci e dalla giornalista Valentina Petrini, con la partecipazione dello stand-up comedian Giorgio Montanini. Il programma, già dalla scorsa settimana, è passato al giovedì.

Nemo | Anticipazioni puntata 1 dicembre 2016 | Ospiti e servizi

Enrico Lucci ci parlerà di Como, città dalle due facce: in viaggio tra i ragazzini migranti che cercano di arrivare in Germania attraverso la Svizzera ma vengono bloccati alla frontiera, e le sfarzose serate di tanti italiani che su auto lussuose fanno la spola con i locali notturni elvetici. Con Alessandro Sortino si seguirà un influencer politico, mental coach di professione, per capire le origini del malcontento popolare ripercorrendo temi come l’immigrazione e la povertà.
Sul palco di Nemo ci saranno poi gli stand-up degli ospiti: Carlo Delnevo, padre del primo foreign fighter italiano morto in Siria combattendo contro Assad dopo essersi convertito all’Islam; Vladimir Luxuria, attivista ed ex parlamentare, sulla convivenza tra migranti e autoctoni; l’eclettica Marina Ripa di Meana che racconterà delle sue trasgressioni.

Il cibo e le scelte alimentari sono al centro del nuovo monologo di Giorgio Montanini e protagonisti del servizio firmato da Enrico Lucci che incontra il Dottor Lemme per capire cosa c’è all’origine di una delle diete più controverse. Ancora, si tornerà a Mosul, con la seconda parte del reportage di Valentina Petrini dal punto più caldo della guerra, per conoscere un italiano che addestra i peshmerga, le forze armate della regione autonoma del Kurdistan iracheno, alle moderne tattiche per combattere l’Isis.

Nemo – Nessuno Escluso | Dove vederlo

La puntata di Nemo – Nessuno Escluso andrà in onda questa sera, a partire dalle ore 21:10, su Rai 2.

La puntata sarà disponibile anche in streaming su Rai Play.

Il giorno dopo, la puntata sarà visibile per intero sempre sul sito Rai Play, nella sezione Guida Tv.

Nemo – Nessuno Escluso | Second Screen

Nemo – Nessuno Escluso è presente sul web con una sezione a parte sul sito di Rai Play.

Il programma condotto da Enrico Lucci e Valentina Petrini si può trovare anche su Facebook con la pagina ufficiale e su Twitter con l’account ufficiale @NemoRai2. L’hashtag ufficiale con il quale è possibile commentare la puntata è #nemorai2.

Per quanto riguarda il liveblogging, invece, l’appuntamento è su TvBlog, magazine di Blogo, a partire dalle ore 21:10.

I Video di TvBlog