Tyrant su Fox la terza stagione che chiude le vicende del drama ambientato in medio-oriente

Arriva su Fox (canale 112 di Sky) la terza e ultima stagione di Tyrant il drama politico-familiare ambientato in un finto paese del medio-oriente

Il mondo è cambiato, cambierà anche Abuddin?

Torna questa sera, giovedì 1 dicembre su Fox alle 21:50 Tyrant con la terza e ultima stagione, composta da 10 episodi che chiuderà le vicende di questo drama politico-familiare mediorientale. Ambientato nel finto regno di Abuddin, guidato in modo dittatoriale dalla famiglia Al-Fayeed, Tyrant è creato da Gideon Raff e prodotto da Howard Gordon per Fox 21 (negli USA è andato in onda su FX).

Nella prima stagione incontriamo la famiglia Al-Fayeed. Bassam/Barry, interpretato da Adam Rayner, è un dottore americano che ha abbandonato le sue origini e si è rifatto una vita negli Stati Uniti, che arriva nel suo paese natale insieme alla moglie americana Molly (Jennifer Finnigan) e ai figli. Al suo ritorno ad Abuddin il paese è guidato dal padre, che nel corso della prima stagione lascerà il posto al figlio maggiore Jamal (Ashraf Barhom), un uomo legato alla tradizione, stretto tra i desideri della moglie (Moran Atias) e il fratello americano, progressista che lo invita a dialogare con i ribelli e a portare Abuddin nel futuro.

tyrant-45.jpg

Nel corso delle prime due stagioni la situazione ad Abuddin precipita, tra l'avanzata dell'esercito del Califfato, con forti richiami all'attualità, e il tentativo di Jamal di gestire l'ordine e controllare il territorio con il pugno di ferro. La terza stagione si apre così con Bassam alla guida di Abuddin completando la sua trasformazione da semplice dottore americano a politico mediorientale. Costretto a raccogliere l'eredità del fratello, colpito da alcuni colpi di pistola nel finale della seconda stagione. Il tentativo di Bassam sarà quello di riportare la pace nel paese, ma non sarà facile dovendo fare i conti con i ribelli ancora in azione, il Califfatto e il tentativo degli americani di prendere il controllo della zona.

Nelle sue tre stagioni Tyrant non è riuscito a conquistare nè il pubblico nè la critica, non trovando il giusto equilibrio tra dinamiche familiari spinte al limite della soap opera "etnica"e la componente politica spesso trattata con troppa superficialità e leggerezza, dinamiche sorprendente considerando i nomi coinvolti che in precedenza avevano dato vita a Homeland (e alla sua versione originale Prisoners of War). Per chi ha avuto la costanza di seguirla nel corso di tutte le sue due precedenti stagioni, questi ultimi 10 episodi sono necessari per chiudere le vicende raccontate da Tyrant. L'appuntamento è quindi da questa sera giovedì 1 dicembre alle 21:50 su Fox in prima tv assoluta.

  • shares
  • Mail