Deception, la Nbc copia Revenge? Solo nella parte soap (il resto è molto più crime) - Foto e video

DeceptionQuando agli upfront fu presentata "Deception" (ai tempi "Infamous"), la nuova serie tv della Nbc, in molti gridarono alla copia di "Revenge", la rivelazione insieme a "Once upon a time" della scorsa stagione della Abc. A vedere la prima puntata, trasmessa lunedì scorso, è stato invece chiarito che no, "Deception" da "Revenge" prende ben poco.

La protagonista, Joanna (Meagan Good), è una detective di New York incaricata di indagare sull'omicidio di Vivian Bowers (Bree Williamson), giovane ereditiera famosa più per i gossip su di lei che per altro. Il punto di forza di Joanna sta nel fatto che quand'era piccola ha frequentato la casa di Vivian, essendo la figlia di una delle domestiche della famiglia, diventando la migliore amica della vittima.

Joanna, dunque, torna dai Bowers, esprime il suo cordoglio, resta qualche giorno ospite per riallacciare i rapporti con la famiglia, ed in particolare con Julian (Wes Brown), fratello di Vivian con cui ebbe una relazione. Peccato, però, che non riveli a loro di essere una poliziotta e di essere stata mandata lì per scoprire chi abbia ucciso la ragazza.

Deception
Deception, la serie tv Deception, la serie tv Deception, la serie tv

Ecco, quindi, l'inganno ("deception" in inglese) nel quale si trova Joanna fin dalla prima puntata. Molto diverso da quello di Emily Thorne, che cambia addirittura identità e riesce a non farsi riconoscere da nessuno tra coloro che l'avevano già conosciuta anni prima (con tanto di trama che, alla lunga sta rischiando di risultare un po' troppo complessa e fuori dal senso iniziale dello show).

"Deception", come "Revenge", si propone come luxury soap, ovvero prodotto da prima serata con tocchi da soap opere e quindi complotti, amori e colpi di scena. Anche qui protagonista è una famiglia ricca e famosa, i Bowers, proprietari di un'industria farmaceutica che potrebbe aver scoperto un farmaco capace di curare il cancro e che, quindi, è al centro di possibili intrighi che potrebbero portare tutti i protagonisti ad essere indagati come assassini di Vivian.

Tra le due serie, però, le similitudini al momento si fermano qui. Al contrario di "Revenge", "Deception" sembra voler puntare più sulla parte poliziesca della trama, inserendo ogni tanto alcuni spunti romantici, capaci di intrattenere senza addolcire troppo la serie che, se manterrà questa linea, potrebbe riservare qualche sorpresa.

La Nbc, che fa spesso fatica a trovare drama capaci di coinvolgere a lungo termine quella parte di pubblico favorevole più alle trame orizzontali che ai casi di puntata, con "Deception" si gioca la carta thriller drama, intrigando con una storia che, in caso di successo, potrebbe essere tirata per le lunghe, ma che se ben sfruttata potrebbe dare delle soddisfazioni.

I personaggi sembrano avere tutti qualcosa da dire, proponendo un ventaglio di situazioni capaci di sviare il mistero principale a seconda delle necessità degli autori: dal patriarca Robert (Victor Garber, "Alias"), alla seconda moglie Sophia (Katherine LaNasa), alcol dipendente, passando per il figlio maggiore, Edward (Tate Donovan, "The O.C."), alle prese con un matrimonio in crisi, fino alla più piccola, Mia (Ella Rae Peck), ognuno di loro diventa protagonista di storyline più o meno originali, sempre sotto l'occhio osservatore di Joanna.

E' da tenere d'occhio, "Deception": se dal punto di vista degli ascolti (5,6 milioni, 2.0 rating 18-49 anni) la partenza non è stata eclatante, la storia potrebbe riservare interessanti sviluppi. Tutto sta, come in ogni drama, nella capacità di sapere intrattenere il pubblico senza prenderlo in giro.



Deception, la serie tv

Deception, la serie tv
Deception, la serie tv
Deception, la serie tv
Deception, la serie tv
Deception, la serie tv
Deception, la serie tv
Deception, la serie tv
Deception, la serie tv
Deception, la serie tv
Deception, la serie tv
Deception, la serie tv
Deception, la serie tv

  • shares
  • Mail