Pablo Trincia a Blogo: "#Maipiùbullismo programma utile, arriva alla testa e al cuore" (VIDEO)

L'ex Iena racconta a Blogo il suo debutto in Rai

Parte oggi, mercoledì 23 novembre 2016, in seconda serata #Maipiùbullismo, programma di Rai2 che rientra nella settimana di sensibilizzazione sul tema del bullismo giovanile (21-27 novembre) in cui Rai e Ministero dell’Università e Ricerca uniscono le proprie forze per contrastare un fenomeno che non riguarda solo i ragazzi, ma anche le famiglie, la scuola, l’intera comunità.

Blogo ha incontrato Pablo Trincia, l'ex inviato delle Iene oggi conduttore della trasmissione nelle cui quattro puntate previste vengono raccontate on the road, cioè nelle classi a scuola, nelle case e negli ambienti frequentati ogni giorno, storie di adolescenti con l’utilizzo delle microcamere.

Si tratta del primo social coaching televisivo, pensato non solo per raccontare e denunciare, ma per aiutare i ragazzi vittime di bullismo a uscire dall'isolamento, trovando soluzioni, interagendo con l’ambiente circostante e seguendone il follow up.

Nel programma (format internazionale trasmesso già in Olanda e Belgio) Trincia interagisce con le vittime ma anche con gli autori degli atti di bullismo cercando di ristabilire un clima il più possibile sano e positivo. Dal primo incontro con il conduttore/coach e con la famiglia fino all’incontro finale, che chiude ogni puntata, con coloro che stanno in qualche modo contribuendo in modo negativo all’esperienza, per spiegare ai ragazzi che anche un dispetto o una battuta, se ripetuta, può ferire e creare disagio in chi la subisce.

Ai nostri microfoni il giornalista, al debutto assoluto in Rai, ha spiegato l'approccio ad un tema così delicato, ha rievocato il suo passato da vittima di bullismo ("un paio di occhi neri, un labbro gonfio, una mano ingessata"), ha parlato del suo futuro in tv e del progetto già annunciato a TvBlog di un programma sulle lingue. In apertura di post il video integrale dell'intervista.

pablo-trincia.jpg

  • shares
  • Mail