Il Boss delle Cerimonie: confiscata La Sonrisa, ma nessuna chiusura

Confiscato per lottizzazione abusiva il Grand Hotel “La Sonrisa”: in attesa dell’appello, il ‘Castello di Don Antonio’ continua ad accogliere ospiti e cerimonie.

‘Panico’ tra i fans de Il Boss delle Cerimonie, il popolare programma di Real Time giunto alla sua quarta stagione. Stando a quanto riportato dal Corriere del Mezzogiorno, il Tribunale di Torre Annunziata ha deciso la confisca del Grand Hotel La Sonrisa di Sant’Antonio Abate (NA), meglio noto in tv come ‘il Castello di Don Antonio’. Il giudice Maria Concetta Criscuolo ha accolto le istanze della Procura e ha riconosciuto il reato di lottizzazione abusiva per la struttura ricettiva, sorta, secondo l’accusa del pm Silvio Pavia, in mancanza di qualunque autorizzazione. La lottizzazione abusiva interesserebbe un lasso di tempo compreso tra il 1978 e il 2011. Oltre alla confisca della struttura, il giudice ha deliberato la condanna a un anno di reclusione per la moglie del ‘Boss delle Cerimonie’, la signora Rita Greco, e per il fratello di Don Antonio, Agostino Polese, titolari, rispettivamente, delle società Ipol e Sonrisa spa.

Pronto al ricorso in appello il collegio difensivo della famiglia Polese: abbiamo, peraltro, cercato di contattare uno dei legali della Sonrisa, ma, sfortunatamente, senza esito. Qualora avessero precisazioni, saremo lieti di lasciar spazio a repliche. Per ora non c’è nessuna dichiarazione ufficiale.

Nel frattempo La Sonrisa è aperta e continua ad accogliere ospiti e cerimonie, come si vede anche dal profilo ufficiale della struttura, che testimonia il succedersi degli eventi già previsti e organizzati. La struttura, del resto, è già sottoposta a sequestro per abuso edilizio e lottizzazione abusiva fin dal 2011 per decisione del Gip Nicola Russo, che lasciò, però, alla famiglia Polese l’uso dell’Hotel e dell’intera area su cui sorge. Inutile dire che, al netto delle responsabilità legali, i fans del programma si augurano che la struttura possa continuare a ‘esaudire i sogni’ di sposi e festeggiati. Per la Sonrisa, dunque, nessuna chiusura, almeno per ora.

Intanto Don Antonio Polese, che non figura tra gli indagati, sta meglio dopo la crisi cardiaca che lo ha costretto lo scorso 30 ottobre a un ricovero d’urgenza. Lasciato il reparto di Rianimazione dell’Ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia, il Boss delle Cerimonie è stato trasferito al Monaldi di Napoli per la riabilitazione. Le sue condizioni non destano preoccupazione, come dimostra anche lo scatto postato da Nino Davide, meglio noto ai fans del docureality come ‘l’imponente Davide’, sulla sua pagina Facebook: la foto ritrae il Boss tra il fratello Sabatino e il cantante Lello Marino, protagonista tra l’altro della puntata che vide il Boss in quel di New York e che chiuse la scorsa stagione del programma tv.

 

A proposito di ‘season finale’, va in onda proprio questa sera, venerdì 11 novembre, la decima e ultima puntata della quarta stagione. Al Castello, però, si lavora già alla quinta. Torneremo a parlarne presto.

I Video di TvBlog

Ultime notizie su Il boss delle cerimonie

Il Boss delle Cerimonie è un docureality in sei puntate trasmesso da Real Time in cinque venerdì, dal 10 gennaio al 7 febbraio 2014, in seconda serata.

Tutto su Il boss delle cerimonie →