Focus Ascolti – Bilancio 2012: Italia 1

Siamo giunti nel nostro bilancio del 2012 degli ascolti delle 7 reti generaliste all’emittente che occupa la posizione numero 5 di questa speciale classifica, parliamo dell’Italia1 diretta da Luca Tiraboschi. Partiamo da subito con il dato medio nel totale giornata-totale individui conquistato nel 2012 da questa rete che è pari al 7,34% di share, in calo rispetto al dato del 2011 che era dell’8,29%. La giornata con il dato di share più alto nel 2012 è stata l’8 di aprile con il 9,85%, mentre quella con il dato più basso è del primo luglio con il 4,12% di share. Partiamo con il vedere i dati delle varie fasce orarie partendo dalla più importante e cioè dal prime time, dove Italia1 ha il 7,44% di share, in calo rispetto all’8,22% dell’anno passato. Il dato più alto del 2012 è dell’8 di aprile con il 14,09%, mentre quello più basso è del primo luglio con l’1,04% di share.

Nella fascia del primo mattino (7-9) Italia1 ha il 3,92% di share, in calo rispetto al 5,23% del 2011. Il dato più alto del 2012 è del 12 gennaio con il 7,02%, mentre quello più basso è del 4 novembre con lo 0,62% di share. Fascia della mattina (7-9) qui Italia1 ha conquistato il 5,23% di share, in calo rispetto al 6,14% dell’anno scorso. Il dato più alto è del 21 ottobre con il 13,25% di share, quello più basso è del 28 ottobre con il 2,03% di share. Fascia del mezzogiorno (12-15) qui Italia1 ha il 10,81% di share, lo scorso anno aveva l’11,37%. Il dato più alto del 2012 è del 15 luglio con il 18,57% di share, quello più basso è del 29 luglio con il 4,3% di share. Fascia del pomeriggio (15-18) qui la rete diretta da Tiraboschi ha conquistato il 6,17% di share, a fronte del 7,45% del 2011.

Il dato più alto Italia 1 lo ha conquistato il 28 gennaio con il 10,38% di share, mentre quello più basso è del 28 ottobre con il 2,23% di share. Passiamo alla fascia del preserale (18-20:30) qui Italia1 ha il 5,43% di share, a fronte del 5,92% del 2011. Il dato più alto è del 19 agosto con l’11,05% di share, quello più basso è del 14 giugno con l’1,94%. Chiudiamo con la seconda serata (22:30-02:00) in questa fascia Italia1 ha l’8,26% di share, in calo rispetto al 9,68% dell’anno scorso. Il dato più alto è del 26 gennaio con il 15,85% di share, quello più basso è del 28 giugno con il 2,76%. Partiamo ora con il vedere gli ascolti di Italia1 per target, partendo dal dato del totale individui che come detto è del 7,34% di share. Share più alto per gli uomini con l’8,41% a fronte del 6,53% del dato delle donne. Per quel che riguarda l’età abbiamo il 7,54% della fascia 4-7 anni, 13,13% 8-14 anni, 16,23% 15-24 anni, 10,99% 25-34 anni, 9,57% 35-44 anni, 8,73% 45-54 anni, 5,31% 55-64 anni e 3,07% negli over 65.

Per classi socio economiche abbiamo il 6,14% di share nella classe AA, 7,65% BB, 8,76% MB, 9,91% BA, 3,89% AB e 6,98% MA. Per livello d’istruzione abbiamo l’11,4% nessuna, 4,55% elementare, 8,98% media inferiore , 7,74% media superiore e 5,44% laurea. Per aree geografiche Italia1 conquista il 7,68% di share al Nord, 6,18% al Centro e 7,84% al Sud. La regione in cui la rete ha lo share più alto è la Sicilia con l’8,83%, seguita dal Molise con l’8,75% e dalla Valle D’Aosta con l’8,62% di share. La regione in cui ottiene la percentuale di share più bassa è il Lazio con il 5,94%, seguito dall’Emilia Romagna con il 6,14%, quindi c’è la Toscana con il 6,25% di share.

  • shares
  • Mail