Maurizio Crozza a DiMartedì dell'1 novembre 2016 (VIDEO)

La copertina satirica della puntata dell'1 novembre 2016

- Maurizio Crozza ha aperto la puntata di stasera, martedì 1 novembre 2016, la ottava della terza stagione di DiMartedì (live su Blogo), con la consueta copertina satirica.

Il comico ha letto le recenti dichiarazioni rilasciate dal senatore a vita Renzo Piano a seguito del terremoto in Centro Italia:

La fenomenale bellezza dell’Italia storica non appartiene solo a noi, è un patrimonio dell’umanità. Siamo eredi indegni perché non lo proteggiamo a dovere.

Insomma, per il celebre architetto siamo "eredi indegni" della bellezza, un po' "come se gli eredi di Michelangelo avessero demolito la Pietà per farci un barbecue". Dopo aver osservato che "la natura se ne fotte di noi, ma anche noi ce ne fottiamo di noi", Crozza ha ricordato che sono circa 40 mila gli sfollati per il terremoto:

In Parlamento si stanno scannando per decidere se tenere una o due Camere. Ecco, adesso ne servono 40 mila di camere.

E, con riferimento al crollo del cavalcavia a Lecco:

Chi ha perso la casa, ora non può più nemmeno dire che va a dormire sotto i ponti. No, no… crollano anche quelli.

Chiusura dedicata alla partecipazione di Gianni Cuperlo alla manifestazione del Pd a Roma per il sì al referendum di sabato scorso e all'imitazione di Matteo Renzi, (presunto) allievo ai tempi dell'università del costituzionalista Ugo De Siervo, ospite in studio.

In apertura di post il video integrale della copertina.

2016-11-01_214127.jpg

  • shares
  • Mail