La Principessa Zaffiro diventerà un film

La principessa Zaffiro

A vent'anni dalla morte di Osamu Tezuka, dopo il rifacimento del manga dal titolo La principezza Zaffiro (Ribbon no Kishi), é in programma che la stessa opera venga trasposta in un film, nelle sale dal 2010 in poi. Il manga del 1953, era già diventato una serie tv prodotta da Mushi Productions nel 1967 di 52 episodi. Ricorderete che il fumetto ha un primato: è il primo shojo manga diventato anime nella storia dell'animazione.

La simpatica e magrolina principessa dai grandi occhi verdi è protagonista di una storia di ambientazione medioevale che i cultori del genere hanno amato fin da subito (la sigla italiana è indimenticabile). La bambina nasce nel regno di Silverland, e per colpa di un angioletto pasticcione di nome Choppy (Tink nel manga), ha dentro di sè due nature una femminile e una maschile (sono temi caro al mangaka, quello della diversità e dell'accettazione delle differenze e la critica alla disparità di diritti tra sessi). Per via della successione al trono viene educata come un ragazzo, e in più alla morte del padre, la ragazza è costretta ancora a spacciarsi per maschio, per non far cadere il regno nelle mani del cugino del padre, il duca Duralluminium che vuole impossessarsi del trono. Spade, combattimenti e alla fine anche una storia d'amore: Zaffiro si innamorerà del principe Franz.

Il manga e l'anime sono così amati in Giappone che nel 2006 hanno realizzato anche un musical dedicato a Zaffiro con un cast solo femminile ( i due gruppi musicali Morning Musume e Biyuden). In attesa di saperne di più sul film, vi segnalo un video del musical.


[via AnimeNation]

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: