XF 10, Manuel Agnelli a Blogo: "E' raro sparigliare le carte a 50 anni" (video)

Manuel Agnelli alla vigilia dei Live di #XF10: intervista video.

"Loro (Fedez, Arisa e Soler, ndr) hanno undici dischi di platino a testa, io neanche quello di legno". Manuel Agnelli è però la rivelazione della decima edizione di X Factor: com'è essere considerati una rivelazione dopo una carriera così lunga e prestigiosa? "E' strano però molto bello, non mi sono fatto domande. Sparigliare le carte a 50 anni è una sorpresa meravigliosa, così come riuscirsi a pensare in un contesto diverso pur rimanendo se stessi. E' raro, succede a pochissime persone".

Ma il leader degli Afterhours è cattivo (spopolano sui social le sue 'bastonate' agli aspiranti concorrenti) o realista? "Cattivo non credo mai. Forse cattivo con le persone che sono cattive. Semplicemente sono molto franco, forse non c'è l'abitudine a questo tipo di franchezza. E la franchezza sembra cattiveria. Sono semplicemente sincero".

La sua categoria è quella degli Over 25, composta da Andrea, Eva e Silvia Fortes: "Sono versatili e secondo me sono persone intente, questa cosa fa sì che loro trasmettano questa intensità in quello che fanno", ci dice. Infine sulle scelte musicali dobbiamo aspettarci "sia canzoni di nicchia che canzoni popolari": "Io non rappresento la nicchia, io penso di rappresentare una certa visione della visione dove ci stanno cose poco conosciute ma anche grandissimi canzoni conosciute da tutti. Sarà un percorso istintuale, molto dipenderà dai ragazzi, da quello che faranno meglio".

  • shares
  • Mail