• Tv

Rai4 rimette mano al nuovo palinsesto: Smartlove alle 14.45, Generation Gap alle 16.10

Aldo Grasso ha stroncato il linguaggio di Weekend con il nonno, il nuovo programma della Stand By Me su Rai4

Non è cominciata sotto i migliori auspici la programmazione di Rai4 all’insegna delle autoproduzioni. Non si spiegano diversamente i cambi di palinsesto, segnalati sui canali social, a partire da oggi.

Smartlove, che prima andava in onda nella fascia preserale, è stato anticipato alle 14.45 (contro il re dei date show, Uomini e donne). A trainarlo è la replica della sera prima di Pechino Addicted. Al contrario Generation Gap, che prima andava in onda alle 15.25, è slittato alle 16.10.


A dividerli il factual estero di magia Non Fidatevi di Andrew Mayne, spostato a sua volta alle 15.20 con ben due episodi.

Insomma Rai4 ha preferito compattare nel primo pomeriggio le proposte di intrattenimento semi-generalista, per puntare al preserale sulle serie americane Doctor Who, Beauty and the Beast e Devious Maids.

Intanto la nuova linea editoriale, dominata dal confronto tra generazioni, si è presa una bella strigliata da Aldo Grasso sul Corriere, con tanto di titolo stroncante “Per parlare ai Millennials non basta un Weekend con il nonno”:

“All’epoca di Freccero l’idea di fondo era molto interessante: valorizzare i diritti sulle migliori serie tv americane e offrire una finestra in chiaro a prodotti di pregio. Sul canale sono passati e stanno passando titoli come Breaking Bad, Mad Men, Il trono di spade, Gomorra. E’ così che Rai4 è diventato un valido esempio di canale digitale con un’identità molto precisa e una linea editoriale riconoscibile. Nel frattempo lo scenario è molto cambiato, l’offerta di serie tv è aumentata a dismisura tra Netflix, Now Tv e Infinity. La nuova Rai ha deciso così di ricalibrare l’identità di Rai4. Sotto la direzione di Angelo Teodoli Rai4 ha varato alcune nuove produzioni originali factual. In operazione come queste la scrittura e il montaggio sono tutto e in Weekend con il nonno non sempre sanno rendere il racconto avvincente. Non basta il riferimento tematico, la sfida si gioca tutto sul piano del linguaggio”.

Sarà per questo che Rai4 ha già deciso di correre ai ripari?