L’Arena (sempre più di Giletti), un “processo giacobino” che aizza ma non penetra, spreca ma fa la morale

L’Arena di Giletti torna su Rai 1: la prima puntata live su Blogo.

E’ sempre più un Massimo Giletti Sunday Show questa Arena, tornata nel pomeriggio della domenica di Rai 1: L’Arena è sua ed è lui il leone che doma ospiti e inviati, che ruggisce d’indignazione contro l’ingiustizia sociale, che guarda negli occhi i telespettatori, che indossa il mantello del difensore d’ufficio contro i privilegi della ‘Kasta’ e per il rispetto della legalità. E non a caso questa prima puntata stagionale tratta i casi dell’elicottero atterrato in piazza a Nicotera e dei consiglieri regionali della Puglia che si sono aumentati vitalizi e indennità e si sono tagliati le tasse.
Cosa ci resta alla fine dei due lunghi blocchi? Poco e niente. Su Nicotera non scopriamo molto di più di quanto non si sapesse già – anzi, si scopre che lo sposo non è nipote del boss della zona, come scritto dai giornali – ma con un gran contorno di ‘sentenze’ sull’omertà dei calabresi, sulla strafottenza della criminalità organizzata che si fa beffe dello Stato, che d’altra parte firma permessi che non avrebbe potuto concedere e che poi dice di non saper nulla. Il dibattito si avviluppa su se stesso (anche grazie all’avvocato difensore degli sposi che sa come annientare gli attacchi di Giletti) e si conclude con il Procuratore FF di Vibo Valentia che non risponde alla (giusta) domanda posta da Giletti, che chiedeva una risposta definitiva sui rapporti famiglia tra lo sposo e il nipote del Boss. La risposta non c’è. Il caso arriva intanto in tribunale, dove è giusto che stia.

Ma la natura de L’Arena di svela nel secondo blocco, quando si commenta la decisione dei consiglieri regionali della Puglia di aumentarsi i benefici con una decisione assolutamente legittima. Si punta, quindi, alla pura indignazione, alla condanna morale di un comportamento che calpesta i lavoratori italiani, rappresentati dal fornaio Mauro, chiamato a rappresentare i contribuenti italiani. Sul banco degli ‘imputati’ i consiglieri pugliesi intervistati da Ilaria Pietracalvina – unico volto dell’Arena in trasferta – e, in studio, l’avvocato De Jorio, già consigliere regionale del Lazio e strenuo difensore del proprio diritto alla pensione. Ospite non nuovo nello studio di Giletti, che evidentemente ne ama lo stile veemente e anche quel retrogusto misogino e maleducato che sfodera con la rappresentante del PD, Anna Ascari, e persino con Nunzia De Girolamo, più vicina alle sue idee politiche, ma rea di attaccarlo con argomenti a suo avviso demagogici e inadatti a spiegare la verità dei fatti.

Un processo giacobino“: così De Jorio definirà il ‘dibattito’ alla fine della diretta. Un processo, cioè, in cui si arriva alla condanna senza prove. La veemenza di De Jorio, con i suoi insistiti attacchi alla demagogia imperante, funge quasi da svelamento del ‘trucco’ della costruzione del talk, a mo’ di bambino che rivela la nudità del re. Non che la pietra venga scagliata da chi è senza peccato, ma tra le urla di Klaus Davi – fedele al ruolo di aizzapopolo – e i commenti del pubblico parlante (che penso avrebbe entusiasmato il Mentana ‘web-pensiero’), la natura del dibattito si mostra in tutta la sua essenza. E quando l’imprenditore Chiarugi cerca di entrare nel merito dei difetti del sistema pensionistico, cercando di fare un’analisi ragionata del funzionamento di un sistema pensionistico perverso voluto da quella stessa politica che ora bercia in studio, ebbene viene stoppato per mandare in onda un altro po’ di interviste alla ‘kasta’. Va bene intorbidire le acque, aizzare gli animi, scatenare l’ira funesta dei telespettatori a casa, ma sembra ‘inopportuno’ andare a fondo e dare troppe spiegazioni.

Ecco, opportunità: sembra questa la chiave narrativa. Raccontiamo cose inopportune, inadeguate, non necessariamente illegali.

A mio modesto avviso, invece, è stato inopportuno relegare il collegamento con Amatrice agli ultimi 5 minuti (anzi 3) del programma, dopo 50 minuti concessi al trio Conti – Pieraccioni – Panariello per promuovere il proprio show in tour. Lasciare all’inviata ad Amatrice gli sgoccioli di tre ore di diretta, raccomandando poi al pubblico a casa, con faccia di circostanza, il #NonDimenchiamoli, l’hashtag lanciato dalla Rai per tenere accesi i riflettori sul Terremoto, mi è sembrato quasi offensivo dell’intelligenza altrui. Avere mezz’ora in più e buttarla via allungando solo i soliti dibattiti, i soliti argomenti, i soliti personaggi è davvero uno spreco. Uno di quegli sprechi che potrebbe diventare oggetto di una puntata de L’Arena.

[blogo-video id=”1348672″ title=”L’Arena, il tempo per Amatrice” content=”” provider=”brid” video_brid_id=”” video_original_source=”” image_url=”https://s3.eu-west-1.amazonaws.com/video.blogo.it/thumb/hcBal5nT-640.jpg” thumb_maxres=”0″ url=”233707″ embed=”PGRpdiBpZD0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMTM0ODY3MicgY2xhc3M9J21wLXZpZGVvX2NvbnRlbnQnPjxpZnJhbWUgY2xhc3M9J21wX3ZpZGVvX3RoZW1lIGlmcmFtZV9fbXBfdmlkZW9fdGhlbWUnIHNyYz0iaHR0cHM6Ly90dmJsb2cuYWRtaW4uYmxvZ28uaXQvdnAvMTM0ODY3Mi8iIGFsbG93ZnVsbHNjcmVlbj0idHJ1ZSIgd2Via2l0YWxsb3dmdWxsc2NyZWVuPSJ0cnVlIiBtb3phbGxvd2Z1bGxzY3JlZW49InRydWUiIGZyYW1lc3BhY2luZz0nMCcgc2Nyb2xsaW5nPSdubycgYm9yZGVyPScwJyBmcmFtZWJvcmRlcj0nMCcgdnNwYWNlPScwJyBoc3BhY2U9JzAnPjwvaWZyYW1lPjxzdHlsZT4jbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMTM0ODY3Mntwb3NpdGlvbjogcmVsYXRpdmU7cGFkZGluZy1ib3R0b206IDU2LjI1JTtoZWlnaHQ6IDAgIWltcG9ydGFudDtvdmVyZmxvdzogaGlkZGVuO3dpZHRoOiAxMDAlICFpbXBvcnRhbnQ7fSAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMTM0ODY3MiAuYnJpZCwgI21wLXZpZGVvX2NvbnRlbnRfXzEzNDg2NzIgaWZyYW1lIHtwb3NpdGlvbjogYWJzb2x1dGUgIWltcG9ydGFudDt0b3A6IDAgIWltcG9ydGFudDsgbGVmdDogMCAhaW1wb3J0YW50O3dpZHRoOiAxMDAlICFpbXBvcnRhbnQ7aGVpZ2h0OiAxMDAlICFpbXBvcnRhbnQ7fTwvc3R5bGU+PC9kaXY+”]

L’Arena di Giletti | 25 settembre 2016 | Diretta

[live_placement]

L’Arena di Giletti | Prima puntata | Anticipazioni

massimo-giletti-arena.jpg

Nuova stagione per L’Arena di Massimo Giletti: dopo il presunto addio alla Rai ventilato lo scorso anno, Giletti torna al comando del pomeriggio informativo della domenica, allungandosi di mezz’ora. Ma vediamo cosa ci attende in questa prima puntata.

L’Arena di Giletti 2016-2017 | Anticipazioni prima puntata

Politica, scandali, casi di malasanità: l’indignazione tornerà ad essere protagonista insieme alle inchieste e agli approfondimenti sui temi dell’attualità. Non manca il segmento “I protagonisti” che parte ospitando Giorgio Panariello, Carlo Conti e Leonardo Pieraccioni  che a vent’anni dalla loro prima volta insieme tornano sul palco per un evento speciale, diventato una tournée che debutta sabato 1° ottobre al Forum di Assago (MI), per poi spostarsi a a Roma e a Firenze.

L’Arena 2016-2017 | Dove vederlo in tv e in streaming

La prima puntata de L’Arena andrà in onda oggi, domenica 25 settembre, a partire dalle 14 e fino alle 17, su Rai 1. La puntata sarà disponibile anche in live streaming su RaiPlay.it, dove sarà poi visibile on demand.

L’Arena | Second Screen

L’Arena è presente sul web con il sito ufficiale del programma. La trasmissione di Massimo Giletti si ‘appoggia’ sulla pagina ufficiale di Rai 1 su Facebook, mentre su Twitter c’è un account ufficial,e @arenagiletti. L’hashtag ufficiale con il quale è possibile commentare la puntata è #arenagiletti.

Per quanto riguarda il liveblogging, invece, l’appuntamento è su TvBlog, magazine di Blogo, a partire dalle ore 14.

Ultime notizie su L'Arena

Tutto su L'Arena →