Rai, sottotitoli assenti o fuori sincrono: la protesta dei non udenti (VIDEO)

#FacciamociSentire è l'hashtag lanciato sui social da Sara Giada Gerini

2016-09-21_215020.jpg

Nelle ultime settimane il tema è tornato in primo piano grazie ad alcune segnalazioni. Sara Giada Gerini, 36 anni, pallavolista cagliaritana della Nazionale sordi, ha lanciato su Facebook l'hashtag #FacciamociSentire per protestare contro la Rai che offre uno scadente servizio per quanto riguarda i sottotitoli dei programmi:

Quando ho ricevuto la bolletta Enel che comprendeva il canone Rai ho deciso di scorporarlo e non pagarlo, perché molti Tg e film non hanno i sottotitoli, quando sono presenti spesso sono in ritardo e arrivano non sincronizzati alle immagini. I sordi a causa di questo disguido perdono informazioni importanti come ad esempio le notizie in tempo reale. La mia è una battaglia per tutti quelli che hanno la mia stessa diversa abilità, spero di arrivare fino alla Rai e vincerla (fonte ladonnasarda.it)

La Gerini chiede per lei e per le altre persone non udenti "le stesse possibilità di comunicazione televisiva con sottotitoli in tv 24 ore su 24", definendo questa una "iniziativa di civiltà".

Anche Denise Miotello, dalle pagine di Varesenews, condivide la protsta:

Una protesta per il canone Rai perché oltre tutto lo paghiamo correttamente senza lamentarci in cambio abbiamo un servizio di sottotitoli pietoso in televisione, fatti male, a metà. Il 90% dei film, le olimpiadi e alcuni programmi non li hanno proprio. Io parlo a nome di tutti noi sordi non è giusto che non possiamo avere l’opportunità di goderci di quel momento di riposo davanti alla tele, informarci delle notizie. All'estero, in Europa, addirittura la pubblicità e sottotitolata.

  • shares
  • Mail