• Tv

Conviction, Hayley Atwell: “Ho studiato le persone che assumono posizioni di potere”

Al Television Critics Association press tour Hayley Atwell ha parlato di Conviction, in cui interpreterà una donna costretta a guidare un’Unità specializzata nel capire se le condanne imposte ai detenuti siano giuste

Hayley Atwell, dopo essere stata la protagonista di Marvel’s Agent Carter, dovrà ora interpretare un personaggio ben diverso dall’agente integerrima e coraggiosa dell’SSR: in Conviction, in onda sulla Abc dal 3 ottobre, sarà infatti Hayes Morrison, figlia di un ex Presidente degli Stati Uniti costretta, per mano del procuratore distrettuale di New York Conner Wallis (Eddie Cahill), a lavorare nella Conviction Integrity Unit, specializzata nel capire se le condanne su alcuni detenuti siano giuste o no. La donna, infatti, ha in passato fatto abusa di droghe e Conner è pronto a rivelarlo alla stampa, mettendo in pericolo la Campagna per il Senato della madre.

Al Television Critics Association press tour, la Atwell ha spiegato che, sebbene non abbia avuto delle fonti di ispirazione, non è stato difficile capire come interpretare Hayes:

“Il mio lavoro sta nell’essere il più flessibile possibile nello scoprire nuovi personaggi e storyline. Ed è un passaggio facile quando hai a che fare con del materiale forte. Si tratta solo di abitare il mondo che è stato costruito intorno al personaggio”.

Per entrare meglio nella parte, l’attrice ha cercato di capire come le personalità pubbliche tendano a nascondere alcuni aspetti della loro vita, mostrando solo ciò che vogliono:

“Ho guardato le persone che si trovano in posizioni di potere ed i volti che decidono di indossare, come decidono di accattivarsi chi sta intorno a loro. [Hayes] è stata allenata. E’ nel suo Dna comportarsi così. Ciò che la rende interessante è capire dove siano le crepe nella sua armatura, e dove potrebbe combinare dei pasticci”.

“E’ un personaggio che si assume dei rischi”, ha aggiunto la creatrice della serie tv Liz Friedlander, “nel bene e nel male. Opera senza regole, ottenendo vantaggi e svantaggi”.

Lo show, ovviamente, punterà anche sulla chimica tra i due protagonisti: “[Hayes] rappresenta tutto ciò che lui vuole”, ha rivelato Cahill a proposito di Conner. “Si procurano orgasmi mentali l’un l’altro”. Il produttore esecutivo Mark Gordon, invece, ha sottolineato che il telefilm è una versione moderna del film “La costola di Adamo”: “E’ un perfetto ibrido tra drama e grande commedia, è perfetto per la Abc”.

Il panel ha permesso alla Atwell anche di parlare di Marvel’s Agent Carter e della cancellazione da parte della Abc, avvenuta nello stesso giorno in cui è stato ordinato Conviction. Prima, il network aveva garantito all’attrice che. nel caso fossero andate in onda tutte e due le serie, lei avrebbe potuto lavorare ad entrambe:

“La Abc mi aveva detto ‘Non stiamo cancellando Agent Carter… Ma abbiamo un grande progetto e vogliamo che tu ne sia al centro’. Penso che avrebbero trovato una soluzione per farle entrambe, in termini di uno speciale di Agent Carter, o aspettando di aver girato Conviction per poi fare qualcosa.”

L’attrice, ad ogni modo, si dice disposta a far parte di uno speciale che chiuda le vicende della protagonista, di cui c’è potrebbe esserci ancora qualcosa da dire:

“E’ ancora una serie apprezzata da coloro che vi hanno lavorato, e sappiamo che ha un posto speciale nel cuore dei fan. E’ qualcosa che sarei contenta di fare, se si presentasse l’opportunità. La cosa forte di Peggy è che sappiamo che ha vissuto una vita lunga. Scommetto che quando avrò 50 anni vorrò interpretarla in quel decennio!”.