Comic-Con, il panel di Game of Thrones

Al Comic-Con il cast di Game of Thrones ha parlato della sesta stagione e di chi vorrebbero sul Trono di Spade

Game of Thrones

Il panel di Game of Thrones al Comic-Con, anche se non ha rivelato particolari spoiler sulla settima stagione, è stato affollato da numerosi fan, presenti per vedere parte del cast della serie tv. Al panel, infatti, erano presenti Liam Cunningham (Davos), John Bradley (Sam), Nathalie Emmanuel (Missandei), Conleth Hill (Varys), Sophie Turner (Sansa), Iwan Rheon (Ramsay), Faye Marsay (l'Orfana), Isaac Hempstead-Wright (Bran) e Kristian Nairn (Hodor).

Proprio quest'ultimo ha ricevuto l'accoglienza maggiore da parte del pubblico: l'uscita di scena di Hodor, infatti, è stata una delle scene più commoventi della sesta stagione. "[La reazione del pubblico] è stata travolgente", ha detto l'attore. "Sono davvero molto lusingato. Mi ha sconvolto. Ero a Los Angeles per qualche giorno in un hotel, e per fermare le porte dicevano 'Hodor'. Io pensavo 'Davvero?'. La scena è stata incredibilmente scritta e diretta. Sapevo che sarei uscito di scena, ma non mi aspettavo tutte queste reazioni".

La Turner, invece, ha espresso le sue perplessità sulla capacità di Jon Snow (Kit Harington) di governare Grande Inverno:

"Non sono sicura che Sansa creda che Jon sia capace di essere il Re del Nord. Crede che non abbia l'intelletto, l'esperienza e la conoscenza che ha lei... e concordo. Ma sa che ha la morale degli Stark, e che prenderà la decisione giusta. Ma quanto questo farà bene a tutti è un'altra storia".

L'attrice, inoltre, ha spiegato perchè Sansa non abbia avvertito Jon Snow dell'arrivo dei Cavalieri della Valle nella celebre Battaglia dei Bastardi:

"Voleva prendersene tutto il merito, è un momento molto drammatico quando si presentano. E' stato fatto per fare buona televisione".

Cunningham, invece, ha commentato l'uscita di scena, avvenuta nella quinta stagione, di Shireen (Kerry Ingram), che lui scopre nella sesta stagione:

"Quando ho letto la sceneggiatura per la prima volta, avreste dovuto sentire il rumore della mia mascella cadere... La loro era una relazione molto semplice. Kerry è una fantastica persona -ed una bravissima attrice-. Continuano a togliermi le persone con cui mi piace lavorare".

Altro attore acclamato al panel è stato Rheon, il cui Ramsay ha suscitato disprezzo da parte dei fan. "Quel povero ragazzo ha avuto un'educazione difficile", ha scherzato l'attore, ottenendo i "buu" della Turner. "E' un bastardo al Nord, il che è sempre difficile, ha cercato di ottenere per tutta la sua vita l'affetto e l'accettazione da parte del padre".

Si è parlato anche della rivelazione secondo cui Jon Snow è figlio di Lyanna (Bella Ramsey) e di Rhaegar Targaryen, scoperta fatta da Bran. "Potrebbe non sapere perchè, ma per qualche motivo sa che deve diffondere la notizia", ha detto Hempstead-Wright. "Lo dirà a Jon in qualche modo, ma non sono sicuro di come reagirà quando gli dirà 'Tuo padre non è tuo padre'".

Gli showrunner David Benioff e D.B. Weiss, inoltre, hanno ricordato che la settima stagione andrà in onda in ritardo rispetto al solito. "L'inverno è qui", ha spiegato Benioff, "e giriamo in posti dove ci sono gli alberi. Abbiamo bisogno che cadano le foglie... Non c'è modo di andare in onda prima".

Infine, al cast è stato chiesto chi vorrebbe che si sedesse sul Trono di Spade. La Turner tifa per Ditocorto (Aidan Gillen): "Sarebbe divertente, strano, sadico", ha detto tra i fischi del pubblico. "Ci piace questo genere di cose". La Marsay ha detto Arya (Maisie Williams), "perchè se non dicessi lei, Maisie mi farebbe del male con un punterolo". Per Cunningham "l'unico indizio che abbiamo è che George R.R. Martin ha detto che il finale sarà 'agrodolce'. Conoscendo le menti deviate di questo show... Ho un'immagine di un Estraneo sul Trono di Spade". La risposta più apprezzata, però, è stata quella di Rheon:

"Io scioglierei il Trono ed instaurerei la democrazia".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: