The Walking Dead, per Greg Nicotero “la settima stagione apre un capitolo nuovo”

Il produttore e regista di The Walking Dead Greg Nicotero parla della settima stagione, di come sarà il primo episodio e di come cambierà la serie tv

Ormai il pubblico di The Walking Dead sa che, nella premiere della settima stagione, uno dei protagonisti uscirà di scena per mano di Negan (Jeffrey Dean Morgan), pronto a vendicarsi per quanto fatto ai danni della sua comunità da Rick (Andrew Lincoln) e dagli altri membri del gruppo. La settima stagione, però, mostrerà anche altro, stando a quanto dice il produttore esecutivo nonchè regista della premiere Greg Nicotero:

“Nell’entrare nella settima stagione, una delle cose di cui eravamo entusiasti era il fatto che fosse un nuovo capitolo. The Walking Dead cambia, si evolve, ed i nostri fan sono tremendamente appassionati per lo show. Nella scorsa stagione abbiamo visto la cava e migliaia di erranti, ed una volta che quella minaccia è stata allontanata abbiamo introdotto i Salvatori ed Hilltop. Io e [lo showrunner Scott M. Gimple] abbiamo parlato del fatto che ogni volta che si vede il trailer di qualcosa, è la promessa di qualcosa di nuovo ed entusiasmante. Si sta aprendo un nuovo capitolo e si sta andando verso una direzione differente, ed è così che faremo, in modo abbastanza rapido e drammatico nei primi quattro episodi”.

Dopo la scoperta di chi ha ucciso Negan, quindi, il pubblico conoscerà molto altro relativo a com’è il mondo post-apocalittico della serie tv:

“Stiamo davvero dando un senso di un mondo più grande e di come sono queste comunità differenti, chi sono queste persone e cos’hanno da offrire, per noi è entusiasmante. Le sceneggiature sono fantastiche. Ovviamente, il primo episodio è abbastanza brutale, triste, emozionante, è decisamente una sfida per chiunque lavori alla serie andare verso questa nuova direzione, ma lo show ha davvero un sacco di novità da offrire”.

La premiere sarà evidentemente ben diversa da quella della sesta stagione:

“Ogni premiere è differente. Ogni premiere ha un suo tratto distintivo e, sapendo cosa abbiamo fatto in quella della sesta stagione e che nella settima ci troveremo in una situazione con degli ostaggi, ci saranno un sacco di differenze, ma non credo che ci sia nulla come la cava, o l’attacco a Terminus. E’ una storia differente perchè apriamo un capitolo diverso, e dovete pensare che questa uscita di scena cambierà i nostri personaggi e li porterà in una direzione diversa. E’ per quello che ci siamo garantiti questo colpo di scena nel primo episodio. Sì, è un cliffangher, so che la gente è ansiosa ed entusiasta di sapere cos’è accaduto e come andrà avanti la storia, ma per dirla tutta porterà avanti la trama. Ecco perchè si è deciso di averla come punto fermo della settima stagione, al contrario della sesta, in cui è stata in parte introdotta”.

La vittima di Negan sarà rivelata, come già anticipato, nella premiere, ma non si sa ancora quando:

“Ovviamente, lo scopriremo nel primo episodio. In realtà, lo stiamo montando. Ci stiamo ancora pensando, quindi non so davvero quando ci sarà quella scena”.

Que che è certo, è che Morgan sarà ancora una volta protagonista. “E’ incredibile”, ha detto Nicotero. “Mi spiace per lui perchè, nel finale della settima stagione, ha parlato solo lui. Se pensate davvero a quella scena, nessun altro parla. Appare, ha un dialogo di dodici pagine, ed arriva al punto”.

Ma Negan non sarà l’unico nuovo personaggio che il pubblico conoscerà nella settima stagione. Tra questi, potrebbe esserci anche Ezekiel, leader di un’altra comunità, chiama il Regno, per cui la produzione sta cercando un attore. “Credo che si possa dire che vedremo un sacco di nuova gente”, dice Nicotero. Al pubblico, però, basta sapere chi ha colpito Negan.

[Via EntertainmentWeekly]

Ultime notizie su The Walking Dead

Tutto su The Walking Dead →