Maurizio Crozza a DiMartedì del 31 maggio 2016 (Video)

La copertina satirica della puntata del 31 maggio 2016

Maurizio Crozza ha aperto la puntata di stasera, martedì 31 maggio 2016, della seconda stagione di DiMartedì, live su Blogo, con la consueta copertina satirica.

Il comico, come fa spesso, si è subito rivolto al padrone di casa:

Giova, aiutami: domenica vado a votare, metto un sì o un no alla riforma dei sindaci, giusto? Ah, no, domenica votiamo per l'abolizione di ottobre, mese del caxxo in cui piove sempre! Ah, no, votiamo per l'abolizione dei tacchi su Rai3. Ma posso andare a votare a Rai3 col tubino nero?

Quindi l'osservazione lapalissiana:

Una cosa è chiara a tutti: a Renzi interessa solo il referendum di ottobre. Renzi adora di più i caxxiatoni che gli fa Renzi che le amministrative di domenica.

Crozza ha ironizzato sul doppio ruolo di Matteo Renzi: "quando ha le maniche su è il segretario del Pd, quando ci fotte è Presidente del Consiglio". A proposito degli 80 euro che oltre un milione di italiani dovranno restituire:

Siamo di fronte alla lotta tra ‘incapienti’ che devono restituire i soldi e ‘incapaci’ che li hanno dati per sbaglio.

2016-05-31_214218.jpg

A questo punto, con la strana coppia Di Battista-Boldrini dietro le quinte, è entrato in scena Pierluigi Bersani, che ha regalato due suggestive immagini:

Noi della minoranza siam come il vecchio Motorola che si apriva a vongola: bello da vedere… ma non si usa più (...) Non è che un vitello se lo mandi a nuoto poi diventa tonnato.

Sulla rivelazione di Eugenio Scalfari che al referendum votò per la monarchia... prima di fondare La Repubblica:

Scalfari che vota ‘Monarchia’ è come se Camilleri avesse inventato la sigaretta elettronica.

Chiusura tutta dedicata alle indiscrezioni sul dress code imposto dalla neo direttore di Rai3 Daria Bignardi.

In apertura il video integrale della copertina.

2016-05-31_214331.jpg

  • shares
  • Mail