The Catch, su Foxlife la nuova serie tv di Shonda Rhimes, che rende glamour la truffa

Su Foxlife (canale 114 di Sky) The Catch, serie tv con al centro un'investigatrice privata che si mette sulle tracce del compagno dopo che ha scoperto che l'ha truffata

Se c'è una donna forte ma ferita, decisa a trovare la verità e pronta a combattere contro un mondo maschilista, c'è dietro lo zampino di Shonda Rhimes: The Catch, in onda da questa sera alle 22:00 su FoxLife (canale 114 di Sky), è infatti un'altra serie tv prodotta dalla creatrice di Grey's anatomy, che sebbene in questo caso non sia autrice sembra avere comunque dato la propria impronta ad uno show in cui le donne devono avere a che fare con un mondo ostico.

La protagonista è Alice Vaughan (Mireille Enos, The Killing), la più brava investigatrice di Los Angeles che, con l'amica Valerie Anderson (Rose Rollins) ha fondato uno studio specializzato nella caccia e cattura dei più pericolosi truffatori d'America. La donna, nella vita privata, sta per sposarsi con l'affascinante Benjamin Jones (Peter Krause, Parenthood) che però, poco prima delle nozze, sparisce nel nulla.

The Catch

L'uomo, infatti, è un noto truffatore, che è riuscito ad ingannare la stessa Alice ed il suo studio, portando via il denaro dei suoi clienti, facendosi aiutare dalla compagna Margot Bishop (Sonya Walger, Penny in Lost). Scossa ma anche determinata a non passare per la truffata, Alice decide di dare il via ad una vera e propria caccia all'uomo, aiutata dai colleghi dello studio Danny Yoon (Jay Hayden) e Sophie Novak (Elvy Yost), mentre l'agente dell'Fbi Jules Dao (Jacky Ido), convinto che la protagonista sappia qualcosa sul suo ex compagno, inizia a pressarla affinchè le riveli le informazioni utili per la cattura dell'uomo. In mezzo, però, Alice dovrà affrontare anche altri casi di truffe, cercando di far conciliare il lavoro alla necessità di rimettersi in piedi nella vita privata.

The Catch è tratto da un'idea della scrittrice Kate Atkinson, che la Abc ha trattato inserendolo all'interno del filone di telefilm che hanno permesso alla Rhimes di diventare una delle produttrici più prolifiche d'America. Lo schema è sempre lo stesso: una donna alla guida di un cast variegato, un uomo con cui c'è un rapporto conflittuale e, soprattutto, la determinazione a mettere in risalto l'universo femminile in contrasto con la meschinità che ha (quasi) sempre il volto di un uomo.

Il tutto sullo sfondo di un poliziesco che indaga il mondo delle truffe, cercando un'alternativa ai casi più noti e provando a renderli affascinanti con una buona dose di glamour ed una regia che segue il ritmo del lavoro dei protagonisti e dei loro nemici. Forse anche per questa sua diversità The Catch non riesce subito a conquistare, ma il pubblico che cerca i valori già rappresentati altrove dalla Rhimes, si potrà mettere comodo e godersi questa caccia all'uomo tutta al femminile. La Rhimes, ancora una volta, non inganna il pubblico e gli offre ciò che vuole.

  • shares
  • Mail