Serie TV, novità: Showtime prepara una miniserie sulla Crisi dei Missili di Cuba

Gli anni ’60 e la crisi cubana al centro di una serie limitata Showtime. ABC prepara The Black Calhouns, la storia Americana raccontata attraverso una famiglia afro-americana

Miniserie senza titolo di Showtime: il canale cable americano di proprietà della CBS Entertainment, casa di serie tv come Homeland, The Affair o Billions, sta lavorando a una nuova miniserie incentrata sul rapporto tra gli Stati Uniti e Cuba, relazione internazionale che la recente visita di Obama sull’isola ha riportato all’attenzione del mondo. La miniserie Showtime si concentrerà sul periodo in cui il rapporto tra le due nazioni era forse al livello più basso: la crisi dei Missili Cubani del 1962. La serie limitata in 4 episodi sarà basata sul libro The Armageddon Letters di James Blight e Janet M. Lang (qui il sito internet del libro), prodotta dal vincitore di due Oscar Albert S. Ruddy e da Mike Medavoy. Il libro è basato su 43 documenti ottenuti grazie al “Freedom of Informaction Act” (una legge per la liberà d’informazione del 1966 che permette l’accesso a una serie di documenti riservati) che raccontano la crisi dei Missili Cubani e quel periodo in cui il mondo ha rischiato una guerra nucleare. In particolare il libro si concentra sulle lettere che si scambiavano il Presidente USA John F. Kennedy, il leader Russo Nikita Krushchev e Fidel Castro.
Phil Alden Robison scriverà l’adattamento e potrebbe anche dirigere i 4 episodi previsti. Showtime ha da poco finito di girare la quinta stagione della sua serie House of Lies a Cuba, prima serie USA a girare sull’isola.

The Black Calhouns: miniserie della ABC, prodotta da Debra Martin Chase, che racconterà la storia americana, attraverso le vicende personali di una famiglia afro-americana. Il progetto, attualmente in lavorazione, è basato sul romanzo The Black Calhouns scritto da Gail Lumet Buckley, figlia della star di Hollywood Lena Horn, uscito lo scorso 2 febbraio. Il romanzo racconta la storia della famiglia Buckley a partire dalla cosiddetta “Reconstruction Era“, il periodo successivo alla Guerra Civile Americana, fino ai giorni nostri, passando quindi anche attraverso le battaglie del movimento per i diritti civili.

The Cleaners: è un action thriller, prima serie tv creata grazie al nuovo accordo tra Zodiak Rights e Arise Pictures, che sarà co-prodotta dalla spagnola Arcadia Motion Pictures e l’inglese Propulsion Pictures. La serie, ordinata in 10 episodi, sarà incentrata su un’operazione della CIA che collabora con un gruppo che ricicla soldi illegali, come parte di un piano per agevolare e controllare i cambi di governo in alcune zone del medio-oriente.

The Deuce: il drama ordinato da HBO, creato da David Simon, George Pelecanos e RIchard Price, vede l’arrivo nel team di autori delle scrittrici Megan Abbot e Lisa Lutz. The Duece, ambientata tra gli anni ’70 e ’80 a New York e in particolare a Times Square, racconta il periodo in cui l’industria del porno venne legalizzata, tra diffusione della cocaina e l’esplosione dell’HIV, e la trasformazione immobiliare che portò questo complesso periodo. James Franco (11/22/63) e Maggie Gyllenahaal (The Honourable Woman) saranno i protagonisti.