Fuoco Amico TF45 - Eroe per amore, Bova si affida al Team Taodue per una storia differente ma non troppo

Fuoco Amico TF45-Eroe per amore risente delle fiction della Taodue per raccontare una storia che ha elementi di diversità ma che non riesce ad espanderli

Per la sua nuova fiction, Raoul Bova ha ben pensato di affidarsi a chi di azione ne sa qualcosa: Beniamino Catena e Sandrone Dazieri, artefici (soprattutto il secondo) di Squadra antimafia. Un team Taodue che l'attore ha voluto per Fuoco Amico TF45-Eroe per amore, la serie tv che lo vede indossare nuovamente i panni del militare e dell'eroe in una storia che rispetta i canoni della narrazione del regista e dell'autore.

In Fuoco Amico TF45-Eroe per amore, infatti, i rimandi alla fiction Taodue sono evidenti: c'è una squadra capitanata da un personaggio coraggioso e che vuole fare di testa sua (Bova), un personaggio che sembra fare il doppio gioco (Megan Montaner) ed i Servizi Segreti che operano nell'ombra intrufolandosi nella vita privata dei protagonisti. Il tutto, con qualche esplosione, un attentato, ostacoli che mettono in pericolo i personaggi.

Lo schema funziona come al solito, ma sa di replicato già troppe volte dalle fiction Taodue, al punto da risultare scontato e poco innovativo, sebbene qui il contesto sia ben diverso dalla Sicilia in lotta con la mafia di Squadra Antimafia o di Squadra Mobile.

A dare un tocco di originalità è proprio la mano di Bova, che cerca di dare alla sua fiction un tocco contemporaneo dando carta bianca a Catena, qui sia regista che autore, e che regala effettivamente qualche scena ben orchestrata che su Canale 5 è ormai merce rara.

Resta però, nel vedere Bova prima sedurre la protagonista femminile e poi arrestarla senza pietà, aiutare bambini prigionieri ed imporre le proprie argomentazioni contro i colleghi, l'idea che l'attore si sia costruito intorno una fiction che soddisfi le sue esigenze di cercare una produzione che ne sottolineasse la forza ed il fascino, piuttosto che concentrarsi sulle dinamiche più accattivanti e sincere dei personaggi.

Certo, a Bova va il merito di essere riuscito a portare su Canale 5 qualcosa in parte differente rispetto al solito, ma sembra che, per farlo, abbia dovuto adeguarsi a dei luoghi comuni che il pubblico Mediaset già conosce. Con un po' più di audacia e qualche sguardo da eroe un meno, forse, avremmo potuto seguire una fiction più avvincente invece della riedizione di una trama già vista.

  • 23:23

    Annibale avvisa il suo capo che Enea e la sua squadra stanno rientrando. L'uomo gli dice di prepararsi ad accoglierli. La puntata finisce.

  • 23:20

    Enea minaccia di uccidere i soldati se non viene lasciato andare. Francesco accetta, ma gli assicura che non gli darà tregua.

  • 23:18

    Dei soldati arrivano nella grotta, ma la squadra si è nascosta.

  • 23:17

    L'esercito, infatti, riesce a localizzare la posizione della squadra.

  • 23:15

    De Lucia riesce a chiamare la moglie Simona, incinta, per rassicurarla. Ma i suoi colleghi lo scoprono.

  • 23:15

    Samira non vuole andarsene.

  • 23:13

    Enea vuole rientrare in Italia: lì si fida di Guidi. Ma Frezzo gli fa notare che è impossibile fuggire dall'Afghanistan ora che sono ricercati. Il Capitano, allora, chiede aiuto a Gemini, che gli consiglia la Via dell'Oppio.

  • 23:11

    Barto chiede ad Enea di dimostrare che non è un traditore. Poi muore.

  • 23:09

    Tramite un servizio al telegiornale (nelle zone impervie in Afghanistan, a quanto pare, c'è campo), la squadra scopre di essere sospettata di tradimento.

  • 23:08

    Enea chiede a Samira di dirgli la verità: in gioco c'è la vita di un suo collega. La donna gli dice che Gemini ha aiutato Recovery, e che l'ha incontrato per capire se ciò che gli aveva detto fosse vero.

  • 22:57

    Francesco arriva in Afghanistan. Tramite dei video recuperati, scopre che la squadra ha catturato Gemini.

  • 22:55

    Enea scopre da Gemini che suo padre è stato ucciso perchè era a conoscenza di informazioni che non doveva sapere.

  • 22:53

    Gemini provoca Frezzo: ha paura perchè i Servizi Segreti sanno qualcosa. L'uomo prova a convincere Enea ad andarsene, ma il Capitano non si fida di nessuno.

  • 22:52

    Enea prova a rassicura De Lucia, visibilmente scosso dall'agguato.

  • 22:50

    Guida incarica Francesco di andare in Afghanistan a guidare le indagini. Enea e la sua squadra, intanto, si rifugiano in una grotta.

  • 22:48

    Francesco sta per confessare tutto a Giulia, ma viene interrotto da una telefonata dell'Amis, che lo avverte dell'agguato.

  • 22:47

    La squadra, poco dopo subisce un attacco.

  • 22:46

    L'uomo avverte Enea: coloro che hanno ucciso suo padre, quando sapranno che è stato catturato, uccideranno anche loro.

  • 22:45

    La squadra arresta sia l'uomo, che nega di essere Gemini ma di essere un commerciante, che Samira. Intanto sta per arrivare una tempesta di sabbia.

  • 22:44

    Il giorno seguente, Enea ha la conferma che Samira si vede con Gemini.

  • 22:40

    Frezzo avvisa l'Amis dell'operazione non autorizzata che Enea vuole mettere in atto.

  • 22:38

    Enea fa sentire a Barto la telefonata di Samira per farsela tradurre: la donna ha chiamato Gemini per incontrarlo. Il Capitano chiede di far appostare la sua squadra per seguire la donna.

  • 22:30

    Da sola, Samira fa una telefonata all'uomo, ma Enea sente tutto.

  • 22:29

    Enea mostra a Samira la foto dell'uomo che era con lei, dicendole che è Gemini. Ma la donna nega di averlo mai visto.

  • 22:28

    Rientrato in Afghanistan, Enea decide di iniziare a pedinare Samira, per capire se c'entri qualcosa.

  • 22:26

    Un parroco, amico di Enea, gli racconta che a Farah una volta dei criminali erano in cerca di una persona, che il padre di Enea aveva fatto scappare poco prima. L'uomo era accanto a Samira prima che andasse a trovarla.

  • 22:24

    Francesco chiede a Guidi di andare in Afghanistan per gestire il caso, ma Guidi glielo nega.

  • 22:21

    Enea arriva a Roma, dalla sorella. Francesco li sta intercettando: scopre che Enea sa di Gemini, e che non ne ha parlato con Guidi.

  • 22:18

    Enea va a salutare Samira: sta per partire per Roma.

  • 22:15

    Frezzo spiega ad Enea che Gemini è un ex terrorista ed ex agente che ora lavora in proprio ed ha fatto perdere le sue tracce tre anni prima nel campo profughi di Farah, dove c'era il campo profughi del padre.

  • 22:13

    Enea va da Frezzo e lo accusa del fatto che i Servizi hanno nascosto la verità sulla morte del padre. Frezzo nega: Enea, allora, fa il nome di Gemini.

  • 22:11

    Enea è convinto che è colpa sua se hanno ucciso suo padre. Samira gli dice che non è così e lo bacia.

  • 22:07

    Un uomo rivela ad Enea che suo padre era un grande medico. Sa che è morto, perchè tre anni prima era proprio lì quando fu preso da degli occidentali che cercavano Gemini.

  • 22:04

    Enea dice a Samira che qualcuno potrebbe aver alterato le prove della morte del padre. La donna gli propone di andare insieme a Balab Murghab.

  • 21:58

    I due hanno una discussione: secondo Emma, Francesco non doveva avvicinarsi a Giulia.

  • 21:57

    Francesco ed Emma parlano con il Generale Guidi di Enea, che continua ad indagare sulla morte del padre. Giulia non ne sa nulla: secondo Francesco non bisognerebbe tenerla sotto controllo, ma Emma non vuole rischiare.

  • 21:55

    Francesco dice a Giulia di essere intimorito dal fratello, e di voler aspettare prima di conoscerlo. L'uomo quindi va a lavorare all'Amis, senza che Giulia sappia nulla.

  • 21:54

    Enea studia il libro del padre, e scopre che è stato ucciso a Balab Murghab e non ad Herat. Ma Frezzo non gli crede.

  • 21:52

    Samira dona ad Enea un libro del padre. I due promettono di rivedersi.

  • 21:51

    I due parlano di quando Enea ha sentito per l'ultima volta il padre, che era preoccupato per alcuni bambini.

  • 21:48

    Enea avverte Samira che i genitori di Karim sono stati trovati. La donna lo invita a cena.

  • 21:46

    In Italia, intanto, Francesco Rebecchi ha una relazione con Giulia, la sorella di Enea. Il fratello la chiama per farle gli auguri di buon compleanno e le chiede di vedere il ragazzo che, però, si nasconde.

  • 21:44

    Visentin chiede alla dottoressa Landini di avvertire qualche dolore. Ma lei lo manda al suo assistente: non ci casca.

  • 21:42

    Samir è una maestra che insegna in una zona di guerra, ma non ha paura. Romeo l'ha fatta sentire a casa. Enea non sa che fine abbia fatto il padre.

  • 21:40

    Samira arriva a prendere Kamir: il bambino non ha familiari. La donna scopre che Enea è il figlio di Romeo De Santis, fondatore di Recovery, che le ha salvato la vita tre anni prima quando il suo villaggio fu bombardato.

  • 21:39

    Enea viene rimproverato dal suo superiore per aver portato a termine una missione senza trovare l'obiettivo della missione stessa.

  • 21:38

    Tra le persone nell'abitazione, c'è anche Karim, un bambino. Enea decide di portarlo con sè alla base.

  • 21:36

    La squadra entra nell'abitazione, cercando di rassicurare tutti. Ma una donna minaccia di uccidere un bambino se non viene liberata. Enea acconsente e la lascia andare.

  • 21:33

    La squadra non sembra riuscire a trovare il loro obiettivo, ma Enea vede che nella zona ci sono dei bambini tenuti prigionieri. Li vuole liberare, senza però avvisare i suoi superiori.

  • 21:32

    Nell'Afghanistan occidentale, il capitano De Santis e la sua squadra sono in missione: devono catturare un leader talebano trafficante di oppio.

Fuoco Amico TF45-Eroe per amore, puntata 30 marzo 2016: anticipazioni


Raoul Bova

torna in tv con un altro ruolo d'azione: Fuoco Amico TF45-Eroe per amore, in onda a questa sera alle 21:10 su Canale 5, è infatti una fiction d'azione, che unisce spy story al dramma ed all'attualità. Il tutto, puntando su un racconto che promette colpi di scena e misteri legati ai protagonisti.

Il personaggio di Bova è al centro del racconto: il Capitano Enea De Santis è a capo di un distaccamento Incursori del 9° reggimento d'assalto dell'Esercito italiano, inquadrato nella Task Force 45. Capitano carismatico ed affidabile, guida la squadra formata da Frezzolini (Giuseppe Loconsole), proveniente dall'Agenzia Militare di Informazione per la Sicurezza (Amis) e vecchio amico del protagonista; Visentin (Davide Paganini), cecchino burbero ma saggio; il tenente medico Giovanna Landini (Giorgia Sinicorni) ed il caporal maggiore ed assistente di sanità Francesco De Lucia (Alessio Lapice).

La squadra si trova in Afghanistan, dove lavora per la sicurezza del Paese. Quando durante un'operazione Enea salva un bambino di nome Karim (Younis Hashem), fa la conoscenza di Samira Kassen (Megan Montaner), maestra afgana che lavora per l'organizzazione no profit Recovery, fondata da Romeo (Ugo Pagliai), padre di Enea e mentore della donna, scomparso tre anni prima misteriosamente.

Tra i due nasce la passione, ma Elia scopre che la donna conosce l'ex terrorista ed agente segreto Gemini (Hossein Taheri). Per questo, con la sua squadra decide di pedinarla, finendo però in un imboscata che mette in pericolo i membri del team. L'agguato permette al protagonista di scoprire nuove informazioni sulla scomparsa del padre: qualcuno ha infatti mandato un drone per uccidere la squadra ed evitare che si avvicinasse alla verità. La Task Force 45 diventa così disertrice agli occhi dello Stato che, tramite gli agenti dell'Amis Emma Borghi (Romina Mondello) e Francesco Rebecchi (Andrea Sartoretti), guidati dal Generale Guidi (Luigi Diberti), si mettono sulle sue tracce.

Una storia d'azione che vuole raccontare un dramma legato all'attualità ma anche a temi come la paura, l'amore e la ricerca della verità. Gli otto episodi della fiction, prodotti da Rti e da Rb Produzioni, scritti da Sandrone Dazieri, Giovanni Robbiano, Nicoletta Polledro, Chiara Laudani, Eleonora Cimpanelli, Giorgio Nerone e Beniamino Catena, quest'ultimo autore anche del soggetto di serie e regista, vogliono sfruttare l'azione del genere attraverso personaggi eroici pronti a mettersi alla prova a costo delle proprie sicurezze. Una serie impegnativa per Mediaset, come ha spiegato durante la conferenza stampa il direttore della fiction dell'azienda Antonino Antonucci Ferrara:

"Volevamo fare un prodotto diverso dal solito. Volevo fare una spy story. Il nostro eroe in questa fiction non poteva non essere Raoul Bova che ci ha già dato successi importanti come Ultimo."

Una difficoltà che anche lo stesso Bova ha sottolineato:

"All'inizio, c'era un po' di scetticismo perché questa fiction costava troppo. Allora, ho iniziato a cercare co-produttori. Così mi sono detto: siamo italiani e tiriamo fuori il nostro senso di sopravvivenza. L'esercito ci ha aiutato tantissimo. Siamo riusciti a portare a casa una serie di alto livello. Ringrazio Dazieri che ci ha aiutato a portare a termine una struttura di 8 puntate e renderle tutte interessanti."

Fuoco Amico TF45-Eroe per amore

Catena, invece, ha spiegato di aver sfruttato una regia che si adeguasse al ritmo del racconto:

"Nelle sequenze dedicate alle gesta delle forze speciali della Task Force 45 capitanate da Enea De Santis, eroe assetato di giustizia, si è optato per uno stile embedded, con la macchina da presa a ridosso dei personaggi come fosse un testimone, ispirato non solo al giornalismo d’assalto ma anche alle più sofisticate tecniche militari di documentazione con le cosiddette combat camera. Quindi il punto di vista è sempre dentro l’azione, anche per i personaggi femminili non convenzionali, forti e moderni come la protagonista, una madre disposta a tutto per ottenere la libertà di chi ama. Fuoco Amico è anche una grande storia on the road, narrata attraverso un lungo viaggio che porta i nostri protagonisti dall’Afghanistan, all’Italia, a Malta, come una lunga odissea alla ricerca della verità. Roma, con i suoi centri di potere, è raccontata con toni urbani e asettici, che mantengono la sua classica bellezza ma anche il suo lato più oscuro. Grazie ad una fotografia molto spettacolare, anche la natura avvolge nella sua solarità non solo i momenti passionali ma anche quelli più drammatici e ricchi di pathos."

Fuoco amico TF45-Eroe per amore, puntata 30 marzo 2016: come vederlo in streaming


E' possibile vedere Fuoco amico TF45-Eroe per amore in streaming sul sito ufficiale di Mediaset, mentre da domani sarà possibile vederlo su Video Mediaset.

Fuoco Amico TF45-Eroe per amore


Si può commentare Fuoco amico TF45-Eroe per amore sulla pagina ufficiale di Facebook o su Twitter, con l'account @FuocoAmicoTF45. L'hashtag è #FuocoAmicoTF45.


  • shares
  • Mail