• Tv

RaiSat riconsegna valore alla memoria: da domani in onda in seconda serata un Indro Montanelli inedito

Nel centenario della nascita di Indro Montanelli, RaiSat Premium dedicherà un ciclo di otto puntate alla figura del grande giornalista scomparso nel 2001. Il programma, a cura di Nevio Casadio, andrà in onda ogni mercoledì in seconda serata a partire da domani e inquadrerà Montanelli principalmente nel nuovo ruolo di editorialista televisivo, grazie a contenuti

Indro Montanelli

Nel centenario della nascita di Indro Montanelli, RaiSat Premium dedicherà un ciclo di otto puntate alla figura del grande giornalista scomparso nel 2001. Il programma, a cura di Nevio Casadio, andrà in onda ogni mercoledì in seconda serata a partire da domani e inquadrerà Montanelli principalmente nel nuovo ruolo di editorialista televisivo, grazie a contenuti nuovi selezionati, tra oltre quattromila, dagli archivi delle Teche Rai.

Nel 1959 Montanelli girò una serie di incontri in cui proponeva al pubblico i profili di personaggi noti quali Alberto Moravia, Dino De Laurentiis, Giovanni Guareschi, Carlo Levi, Renato Guttuso: è proprio tale girato che la trasmissione di Casadio proporrà sul canale 122 di Sky. Una programmazione in netta controtendenza con quelle che sembrano essere le attuali necessità dello spettatore medio, soprattutto nella settimana sanremese. Tra gli altri ospiti delle “interviste” del giornalista toscano, anche Vittorio Gassman, Alberto Sordi e Carla Gravina: il tutto ci offrirà, oltre che uno spaccato dell’Italia di ieri, anche una visuale del tutto nuova e originale sul grande cronista.

Una curiosità: la trasmissione fu duramente stroncata, al tempo, da Achille Campanile, al quale Montanelli rispose con un’ironia oggi perduta: “Non gliene voglio per aver scritto un articolo contro di me. Io gliene voglio al mascalzone per averlo scritto bene, con una grazia che mi toglie perfino il diritto di protestare”.

In linea col progetto, le parole di Carlo Freccero, direttore di RaiSat, in occasione della conferenza stampa del suddetto programma:

“Se andra’ in porto il nuovo progetto Rai 5, il metodo utilizzato nella realizzazione del nuovo format ‘Montanelli Tv’ su RaiSat Premium, dovra’ essere ripreso. Potrebbe essere un valido esempio su come si lavora sulla memoria, sull’archivio, dunque su ciò che ci piacerebbe fare nella nuova rete”.