Crozza nel Paese delle Meraviglie 2016, diretta 18 marzo: tutte le imitazioni, torna De Luca, Germe Disoia superstar

Crozza Nel Paese delle Meraviglie 2016, la diretta della quarta puntata su Blogo: tutte le imitazioni.

  • 21.17

    Qualche problema tecnico ma siamo qui con la diretta di Crozza nel paese delle meraviglie! Siete pronti a commentare con noi le imitazioni e le parodie di Maurizio Crozza?

  • 21.21

    “Ci servirebbe un sindaco per Roma, la stiamo perdendo questa città. Ho pensato di farlo io…” Nessuno vuole salire al Campidoglio, Crozza lo chiama ‘il paradosso della poltrona’: perde quello che si siede.

  • 21.23

    Un poker d’assi (Bertolaso, Marchini, Meloni e Storace) con l’arricchimento di Tosi. “Si stanno talmente sulle balle tra loro che smettono di stare sulle balle a noi. C’è più amore tra Trump e un nero omosessuale, guarda”

  • 21.25

    Non va meglio al centrosinistra: Roberto Giachetti. “Ma chi c*zzo è Roberto Giachetti!” Crozza lo qualifica come una riserva, soprattutto al contrasto con Veltroni che lo conoscevano tutti.

  • 21.26

    E i 5 Stelle, dopo il complotto per farli vincere a Roma come sosteneva Paola Taverna? I 5 stelle hanno scelto Virginia Raggi “che in confronto, a popolarità, Giachetti è Lady Gaga”. Però la Raggi è piaciuta a Berlusconi. “Se la vuole tr*mbare. In senso politico, naturalmente”. Per non dire della Meloni, che oggi le ha dato l’appoggio.

  • 21.28

    “Sembra un film di Rossellini, Roma Città Persa. Chi ci va a governare un comune così?” D’altronde l’Anticorruzione ha rilevato che il marcio di Mafia Capitale era -è- ovunque, persino il commissario Tronca non ha potuto che riconoscere i problemi. “Roma smussa tutto” e parte lo sketch di contrapposizione tra Milano e Roma.

  • 21.31

    Sketch sui luoghi comuni che Crozza fa risalire a Rugantino “il più grande fanc*zzista di Roma è del 700”. Uno sketch costruito per presentare Rubantino “commedia musicale in tre atti di cui due processuali”, parodia di Rugantino con i testi riadattati. Crozza poco credibile come romano, ma l’idea è carina.

  • 21.35

    Non va bene niente nella Roma di Rubantino: canili, ospedali, le strade, le buche, le case popolari…

  • 21.39

    Tanto pe’ cantà diventa l’inno dei candidati sindaco con le loro critiche. Questa è la parte più bella dello sketch. “se dice ormai senza vergogna/governa’ Roma è ‘na gran rogna”

  • 21.41

    Per organizzare lo sketch di Rubantino hanno provato un giorno, dice Crozza. “La maschera non è solo romana… io in romanesco non lo so fare!”

  • 21.42

    In realtà un accento che va tantissimo di moda è il toscano, adesso: e si parla di Verdini condannato a due anni. “La sentenza è di primo grado, la pena è sospesa. Pensate che rischia la galera? L’importante da noi è avere dei bravi avvocati che ti allunghino il processo fino alla prescrizione”. Il che ovviamente non può che collegarsi a Renzi.

  • 21.44

    Un Occhetto Party: “come il carnevale di Rio senza musica, senza f*ga, e con Cuperlo che legge Lenin. È divertentissimo!”. La condanna a Verdini è arrivata per la corruzione nella Scuola dei Marescialli di Firenze. “È come tentare di rubare la pietra nera a La Mecca vestiti da Parmacotto! Lo capite? Se riesce, entri nella storia! Se non riesce, comunque rimani in maggioranza”. E Crozza parte a imitare la voce di Renzi. “Sto rischiando il paese per la libertà di Verdini”.

  • 21.48

    Si torna a parlare di Roma. “Abbiamo appena finito di pagare i debiti per i mondiali di calcio del 90… il più grosso buco economico della storia dei buchi economici. C’era lui (Montezemolo) e adesso è presidente anche del comitato per Roma 2024. A quest’uomo cosa sfugga del concetto di pensione?”

  • 21.51

    “Si potrebbe già inaugurare domani… Ma io parlavo di Italia 90! Roma merita le olimpiadi, dall’elicottero la vista è mozzafiato! La politica ragiona con la testa, io da sportivo ragiono col cuore perché se ragiono di testa mi viene una fitta…”

  • 21.53

    Un’inquadratura per il presidente del Bari Gianluca Paparesta. “Sergio, dove lo stai costruendo lo stadio? Parlano strano? Allora è Bari, non Bali”

  • 21.54

    “Abbiamo preventivato una spesa di cinque miliardi, vogliamo un’olimpiade lacost…Se è a basso costo è un’imitazione, non low cost!” Luca Cordero di Montezemolo è entusiasta, ma non ha contato le infrastrutture, la metropolitana “che è quella cosa tipo Italo che va sottoterra che si riempie di poveri che suonano il violino?”. Secondo le previsioni di Crozza-LucaCordero, il Pilates del paese salirà con Roma 2024.

  • 21.57

    A conti ragionati, dovrebbero costare 13 miliardi. Luca Cordero è confuso: “più di cinque? Me la renda più semplice, converta la cifra in polo lacost… Giorgetto, perché ci siamo infilati in questa cosa delle olimpiadi? Le Olimpiadi sono nel 2024, all’inaugurazione avrò quasi 80 anni, io contavo di morire prima…” Pubblicità.

  • 22.04

    Si torna in diretta con una serie di spezzoni di filmati tratti da alcune trasmissioni: con Freccero, Luttwak, Cacciari… e si introduce DiVenerdì, con Crozza che imita Floris.

  • 22.06

    Doppietta di imitazioni Luttwak/Floris e Pagnoncelli/Floris (i sondaggi di Pagnoncelli sono ben più riusciti)

  • 22.07

    Gli italiani non leggono più i giornali, secondo Pagnoncelli, o meglio “solo quando faccio la grossa”

  • 22.09

    Ed ecco anche Freccero, che a Crozza viene discretamente bene. Mentre in tutta sincerità, come Floris non mi piace affatto.

  • 22.11

    Arriva anche il polemico Cacciari (altra imitazione riuscita) che vessa uno studente. Mentre Freccero vuole riportare la maleducazione in Rai. Floris ricorda che “da oggi saremo anche dentro la pubblicità”.

  • 22.12

    Floris finisce cantando tra le maschere dei suoi diretti concorrenti di talk show.

  • 22.14

    La questione delle Primarie del Pd a Napoli e l’ira di Antonio Bassolino. “Sembra la scena di Benigni e Troisi, un fiorino…” La lite continua tra De Luca e Bassolino, se la menano “dai tempi che il Vesuvio era talmente piccolo che manco aveva iniziato a fumare”

  • 22.16

    Ed eccolo Vincenzo de Luca. “Bruxelles è una città così grigia che non hanno nemmeno il sorrisetto sulla faccia…” Ce l’ha a morte con l’Unione Europea che non vuole riconoscere il San Marzano come prodotto doc. “Blasfemia, sacrilegio, bestemmie…”

  • 22.18

    “i signoretti di Bruseeaal non sanno che il San Marzano è la prova dell’esistenza divina, ho visto coi miei occhi pomodori San Marzano camminare sulle acque del golfo di Posillipo… L’acqua l’ho portata io, prima di me i campani stavano ore sotto la doccia ad aspettare un gesto”. Racconta la storia di un seme esportato al nord: il seme di San Marzano non è uscito al nord, quel “seme partigiano è ancora in latitanza, per noi è un eroe” dice De Luca.

  • 22.21

    Commenti sui candidati come Matteo Brambilla: “usurpatore di tarantelle, Brambilla!” De Luca si è scagliato contro i campi rom di Giugliano: “io voglio avere il cuore buono per quelli che rubano la corrente elettrica, i cavi di rame, i tombini di ghisa, la crosta della pizza quando la stai mangiando…” E delirio su Singapore e le mamme.

  • 22.24

    Come mai c’è una mela? Un test: cosa viene in mente? Varie risposte dal pubblico: Adamo ed Eva, Steve Jobs, Guglielmo Tell… tutti errori: in Trentino stanno per produrre divani dalle bucce di mela. “Faranno sballare i moscerini!”

  • 22.25

    Torna il cuoco vegano Germe Disoia dopo la pubblicità!

  • 22.31

    Si parte dal video di Simone Salvini che parla delle sue ricette in televisione.

  • 22.33

    Germe Disoia “chef vegano, naturista, ayurvedico” ma non dimentichiamo il periodo briciolista, si nutriva di briciole raccolte dove capitava. “Quando volevo andare a cena fuori andavo al parco a rubare le briciole ai piccioni”

  • 22.34

    Il libro “Figlio di soia” è fatto di frutta e verdura “e le formichine che fanno le lettere”. Lo chef Germe Disoia apre ristoranti in continuazione: a Padova, a Venezia…

  • 22.36

    Prepara il cacciucco alla livornese “senza pesce” usando i fiori di scogliera. “ma non vanno raccolte a febbraio!”. Cominciamo: si porta il latte di soia a 79 gradi…e Crozza rovescia tutto, tra cui dell’olio.

  • 22.38

    “Infilare un termometro in un alimento è considerato violenza carnale!” Ma controllare il fumo non funziona, quindi si prova la vecchia tecnica del dito. Poi ‘si dinamizza il latte’, cioè “si gira!”, si aggiungono i fiorellini di scogliera, l’olio e l’ègoma (“basilico cinese con proprietà straordinarie!”).

  • 22.40

    Però un pensiero alla mozzarella di bufala e al prosciutto…

  • 22.41

    Si consuma la tragedia: è morto il porro bio. I funerali domani.

  • 22.42

    Alla fine però, Germe Disoia cede: e addenta un coscio di pollo prima della pubblicità.

  • 22.47

    Chiusura con Come l’ho fatto per spiegare il personaggio di Rubantino: Crozza dà appuntamento non alla prossima settimana, ma al venerdì dopo Pasqua. Buonanotte a tutti!

Crozza nel Paese delle Meraviglie giunge alla quarta puntata questa sera, venerdì 18 marzo 2016, che seguiremo come sempre live su Blogo a partire da qualche minuto prima delle 21.10.

Come sempre Maurizio Crozza sarà molto concentrato sugli ultimi eventi politici, con imitazioni e parodie dei principali esponenti interni o esteri. Vediamo cosa potrebbe riservarci questa sera Maurizio Crozza nel suo Paese delle Meraviglie.

Crozza nel Paese delle Meraviglie 2016 | Parodie quarta puntata

Dato il rodaggio delle prime puntate, impossibile resistere al Cuoco Vegano Germe Disoia, parodia dello chef Simone Salvini (tra l’altro apprezzata anche dal diretto interessato) alle prese con i sentimenti delle verdure. Tornerà probabilmente il talk show DiVenerdì, imitazione di quello dell’amico Giovanni Floris al quale Crozza partecipa con la copertina comica. Tra le parodie di Cacciari e Luttwak potrebbe spuntare quella del sondaggista Nando Pagnoncelli, così come, dopo giorni difficili per il Pd in Campania e lo scandalo delle primarie comprate, Crozza potrebbe riportare in auge il governatore Vincenzo De Luca. Attesa anche per il duetto Verdini-Renzi, alla luce delle ultime vicende giudiziarie, e per il probabile ritorno dell’eterno Antonio Razzi: ma quello che ci preme sono naturalmente le possibili novità.

 

Crozza nel Paese delle Meraviglie | Come seguirlo in tv e streaming

Crozza nel Paese delle Meraviglie va in onda ogni venerdì alle 21.10 su La7 dopo Otto e mezzo. E’ possibile seguire il programma in live streaming sul sito ufficiale di La7.

Crozza nel Paese delle Meraviglie | Second Screen

Per seguire e commentare live Crozza nel Paese delle Meraviglie vi consigliamo il nostro liveblogging, dalle 21.10 su TvBlog. Il programma è attivo anche sui social network: si può rimanere aggiornati sulla trasmissione grazie ai profili Twitter (@CrozzaTweet) e Facebook (https://it-it.facebook.com/mauriziocrozza), mentre l’hashtag ufficiale è #crozzameraviglie. Sul sito ufficiale del programma o sul canale ufficiale di YouTube, invece, è possibile rivedere gli sketch tratti dalle puntate precedenti.


Ultime notizie su Maurizio Crozza

Tutto su Maurizio Crozza, comico genovese. Dalla copertina satirica di Ballarò alle trasmissioni su La7. Video dei monologhi e anticipazioni.

Tutto su Maurizio Crozza →