Anche la versione di Patty Pravo dell'abbandono di Riccardo Fogli dai Pooh venerdì su Rai1 in Amici per sempre (Anteprima Blogo)

Anticipazioni sullo spettacolo di venerdì sera su Rai1 Pooh Amici per sempre

Anche la versione di Patty Pravo dell'abbandono di Riccardo Fogli dai Pooh venerdì su Rai1 in Amici per sempre (Anteprima Blogo)

Sono passati cinquanta anni da quel 1966, quando si formò uno dei gruppi più longevi della storia della musica italiana e proprio quest'anno i Pooh hanno deciso di festeggiare le nozze d'oro con una serie di concerti che li vedrà riuniti per un ultima volta. Prima però abbiamo visto la band in una reunion televisiva all'ultimo Festival di Sanremo e venerdì sera la prima rete del servizio pubblico radiotelevisivo dedicherà un'intera serata a loro in un programma televisivo dal titolo "Pooh amici per sempre".

Quella di venerdì sera non sarà la semplice ripresa televisiva di un concerto, ma si tratta di un vero e proprio programma televisivo alla cui conduzione è stato chiamato il Re dell'ultimo Festival di Sanremo, Carlo Conti. Il programma ci piace chiamarlo "I Migliori anni dei Pooh". In scena vedremo infatti Roby Facchinetti, Dodi Battaglia, Stefano D'Orazio, Red Canzian e il "figliol prodigo" Riccardo Fogli che racconteranno la loro storia di 50 anni, non solo musicalmente parlando.

Lo show infatti, esattamente come accade con I Migliori anni (che tornerà in onda a fine aprile su Rai1), vedrà oltre all'esecuzione di alcune delle più celebri hit, anche il racconto fatto di aneddoti e storie che stanno dietro a quei brani. Per esempio si racconterà cosa c'è dietro la scrittura di due pezzi fra i più celebri della band, ovvero "Pierre" e "Uomini soli". Inoltre, possiamo anticiparvi che una degli ospiti di questa serata, ovvero Patty Pravo, racconterà, per la prima volta dal suo punto di vista, la storia dell'abbandono del gruppo nel 1973 da parte di Riccardo Fogli. Fogli ha dichiarato a margine della sua partecipazione a Sanremo, a proposito del suo abbandono:

"Ero innamorato di Patty Pravo e volevo poterle dedicare più tempo. Mi trovavo benissimo con i Pooh, ma la mancanza di libertà mi impediva di vivere la mia grande storia d’amore con Nicoletta. Il produttore (Giancarlo Lucariello, ndr) arrivava da me ogni mattina con i giornali scandalistici che parlavano della mia vicenda, mescolandola con le foto dei Pooh. Lui considerava tutto ciò un danno di immagine per il quartetto. Io mi dissi: piuttosto che rinunciare a Patty torno a fare il gommista. Avevo continui malesseri, stavo male fisicamente. Tuttavia io mi allontanai gradualmente, dopo aver insegnato a Red le parti bassistiche. Fu un divorzio molto civile, ma per me molto doloroso. Come lasciare dei fratelli maggiori cui ero legatissimo. Dovetti ricominciare daccapo, imparare a scrivere canzoni, costruire un mio repertorio. Internazionale. E, a fatica, ci sono riuscito: accendete oggi una radio in Russia e sentirete sicuramente “Malinconia” o “Storie di tutti i giorni”.

Alla domanda su quale fu la causa che lo spinse a separarsi dai colleghi, Fogli risponde:

«Il produttore che mi chiedeva di scegliere fra i Pooh e Patty Pravo. Fu un errore: per Patty avevo lasciato mia moglie, la cantante Viola Valentino, figurati se non lasciavo i Pooh».

Venerdì sera dunque sentiremo la versione di Patty Pravo rispetto a questa vicenda. Gli altri ospiti dello spettacolo di venerdì sera saranno, come vi abbiamo già anticipato, Emma Marrone, I Modà e Rocco Hunt. La regia dello show è di Maurizio Pagnussat, mentre la location è lo studio 1 di Cinecittà World a Roma.

  • shares
  • Mail