Mom, la terza stagione su Joi: la sobrietà per Christy e Bonnie significa voler essere migliori

u Joi di Mediaset Premium la terza stagione di Mom. Christy è divisa tra casa e lavoro, mentre Bonnie deve affrontare alcuni problemi legati al suo passato, aiutata anche dalle amiche con cui si aiutano l’un l’altra

S

La strada della sobrietà non porta solo a sacrifici e tentazioni, ma anche a maggiore responsabilità, soddisfazione, e qualche risata: la terza stagione di Mom, in onda da questa sera alle 21:40 su Joi di Mediaset Premium, mostra gli sforzi che le protagoniste devono fare per non avere ricadute, ma anche le buone conseguenze delle loro scelte.

-Attenzione: spoiler-
Christy (Anna Faris) gestisce la propria vita tra il ristorante, il college ed il lavoro nello studio legale di Steve (Don McManus). Gli impegni le portano via tempo alla famiglia, e di conseguenza parla di meno sia con Violet (Sadie Calvano) che con Roscoe (Blake Garrett). Quest’ultimo, in particolare, passa più tempo con il padre Baxter (Matt L. Jones) e la sua nuova compagna Candace (Sara Rue), verso cui la protagonista nutre un po’ di gelosia.

Bonnie (Allison Janney), intanto, sprona la figlia a cercare di essere più sicura di sè, sia sul lavoro che nella vita privata. Inoltre, la donna deve affrontare sua madre, Shirley Stabler (Ellen Burstyn), che dopo averla abbandonata le chiede perdono. Le due protagoniste si ritrovano anche ad aiutare Jodi (Emily Osment), giovane che cerca di rimanere sobria, e questo convince le due di poter essere utili a molte persone in difficoltà.

Loro stesse, però, devono continuare a frequentare il gruppo delle Alcoliste anonime di cui fanno parte anche Marjorie (Mimi Kennedy), Jill (Jaime Pressly) e Wendy (Beth Hall). Le donne, quindi, si aiutano l’un l’altra nelle varie situazioni, dal lavoro alla vita privata, sostenendosi sempre e ricordandosi che la sobrietà è la scelta migliore per poter essere diverse da come erano in passato.

Trama semplice e dialoghi brillanti per la sit-com della Cbs che punta a far ridere ma anche riflettere: la comicità di Mom è dolceamara, riserva sempre qualche colpo di scena e non dimentica di trattare il tema delle dipendenze con l’attenzione necessaria per evitare scene banali o troppo moralistiche. La comedy racconta attraverso un gruppo di donne unite e consapevoli del loro passato la possibilità di redimersi per le persone che si sono ritrovate ad avere problemi di dipendenza, e lo fa strappando qualche risata e riservando momenti drammatici, che rendono Mom un caso di sit-com anomala ed intelligente.

Le vicende di Christy e di Bonnie sono ordinarie per certi versi, ma in alcune scene la forza di questi personaggi diventa un messaggio di coraggio per il pubblico, che credendo di seguire solo una sit-com si ritrova ad assistere ad uno show che reinventa il racconto delle dipendenze in tv, con dolcezza, simpatia e l’intraprendenza audace tipica delle sit-com.