DopoFestival 2016, ansia da prestazione e polemiche spicciole: Saverio Raimondo, dove sei?

DopoFestival | La puntata del 9 febbraio 2016.

  • 00:49

    Inizio trasmissione. La prima puntata del DopoFestival viene aperta da Laura Pausini. Gialappa’s Band: “Col budget che abbiamo, ti possiamo pagare fino a qui”. Entra Nicola Savino.

  • 00:53

    Ci sono i Dear Jack, Lorenzo Fragola, Noemi, Irene Fornaciari e Enrico Ruggeri. Poco dopo, Aldo, Giovanni e Giacomo intervengono perché la giacca di Nicola Savino non è a norma UE.

  • 00:57

    La giuria di qualità è composta solo da Orietta Berti. Nicola Savino intervista Leiner degli Dear Jack: “Ero emozionato ma l’adrenalina era a mille”. Gialappa’s: “Ma le facce disgustate dietro di te non le hai viste”. Luzzatto Fegiz: “I Dear Jack stanno esalando il loro ultimo respiro”. Luzzatto Fegiz confonde Noemi con Emma e aggiunge: “Lorenzo Fragola per me è un mistero”.

  • 01:00

    Recap della prima serata con commento della Gialappa’s Band. Vengono sottolineate le volte in cui Gabriel Garko si è affidato al gobbo. Rivediamo anche Elton John che si è “scaccolato” in diretta. Sono arrivati anche Deborah Iurato e Giovanni Caccamo.

  • 01:04

    Dondoni: “Stadio, grande canzone ma la voce l’ha lasciata in cantina”. Fragola smentisce di aver usato il rossetto: “Mi hanno picchiato”. Gialappa: “Ma prima o dopo aver ascoltato la tua canzone?”.

  • 01:07

    Deborah Iurato criticata per il vestito. Iurato: “L’anno prossimo verrà in maglietta e jeans!”. Luzzatto Fegiz: “Una collega ha parlato di stile Casamonica”. Iurato: “Non me lo metterò più quell’abito!”.

  • 01:10

    I Dear Jack ironizzano sulla loro formazione: “Ci manca uno di The Voice!”. Noemi parla della sua canzone: “Ci vuole tempo per apprezzarlo”.

  • 01:18

    Sono arrivati anche gli Stadio. Max Giusti imita Elton John al pianoforte e poi si ferma: “Che palle! Everytime “Your Song””.

  • 01:22

    Elton John dedica una canzone anche al primo dj che ha passato una sua canzone: “Goodbye Guglielmo Marconi!”.

  • 01:26

    Commento della nostra Grazia Sambruna: “Spero che Virginia Raffaele faccia l’imitazione della Ghenea”. Vediamo un video con la disastrosa conduzione dei 4 figli d’arte.

  • 01:30

    Savino chiede una valutazione a Orietta Berti: “Stiamo andando benino…”. La Berti tranquillizza i cantanti a rischio. Palmieri di Chi difende Lorenzo Fragola: “Senza Fedez, sta trovando la sua strada”. Gaetano Curreri cerca di giustificare la sua performance vocale non impeccabile.

  • 01:33

    Il “giornalista” Bruno Barbieri de L’eco della bresaola chiede a Fragola: “Nell’amatriciana, ci vuole la cipolla?”. E’ arrivata anche Arisa. Noemi: “Ho citato Gomorra per una scommessa con i The Jackal”.

  • 01:36

    Secondo Domenico Naso, Arisa è la favorita. Noemi: “Questa cosa porta una sfiga…”. Arisa: “Questa roba dei favoriti è pesante”. Irene Fornaciari: “Sono contenta di come è andata”.

  • 01:40

    Noemi parla dei nastri arcobaleno: “Sono a favore delle unioni civili”. Arisa non molto entusiasta: “I conduttori di quest’anno? Non li ho visti. Io non ho fatto la conduttrice ma la valletta”.

  • 01:43

    Secondo Orietta Berti, tutti gli artisti di quest’anno sono potenziali vincitori. Lorenzo Fragola, invece, parla della nascita della sua canzone.

  • 01:50

    Gaetano Curreri: “Vado a suonare le tastiere con i Dear Jack”. Il cantante degli Stadio ha anche la spilla dei Dear Jack.

  • 01:53

    Secondo Tommaso Baroncelli, i “vecchi” hanno avuto più coraggio dei giovani che ormai sarebbero tutti omologati. Il maestro Vittorio Cosma analizza alcune canzoni.

  • 01:55

    Enrico Ruggeri si lancia nell’imitazione di Adriano Celentano. La prima puntata del DopoFestival termina qui.

Il personale monito di Nicola Savino è stato fin troppo chiaro: “Non leggerò i social in questi giorni”.

Chissà come mai…

La coda di paglia del conduttore del DopoFestival 2016 è apparsa quasi più fastidiosa della boria di certi artisti o pseudotali che accusano i critici di invidia o di “Fallo tu se sei più bravo!!!1!”.

E’ fin troppo facile scriverlo.
E’ talmente semplice che sorge un fastidio al limite dell’indecifrabile ma la realtà è la seguente: il DopoFestival dell’anno scorso, realizzato appositamente sul web e condotto da Saverio Raimondo e da Sabrina Nobile, è già da rimpiangere.

Il DopoFestival 2016, quello che dopo otto anni è tornato in tv, ha dimostrato di soffrire d’ansia da prestazione.

Gli ingredienti c’erano tutti: i cantanti, i giornalisti con la lingua affilata e la polemica facile, i commenti caustici della Gialappa’s Band

Non c’era nulla che si trovasse fuori posto ma al momento di darci dentro, qualcosa si è ammosciato.

I tempi del clamoroso faccia a faccia tra Mario Luzzatto Fegiz e Toto Cutugno risalgono sempre di più al pleistocene.

Le polemiche di certi giornalisti (ovviamente non addossiamo la colpa a tutti i giornalisti presenti) sono state talmente pretestuose, calcolate, prive di spontaneità e inutilmente provocatorie che i cantanti presi in causa non ci hanno neanche ricamato sopra più di tanto, facendo più che bene.

E’ proprio qui che sovviene la nostalgia per il DopoFestival dell’anno scorso perchè l’ironia era a farla da padrona e, di polemiche spicciole, neanche l’ombra.

O le polemiche sono serie oppure è meglio non farle.

Tornando al conduttore, l’impalpabile Nicola Savino ha costretto la Gialappa’s Band ad un iperdosaggio inutile e deleterio di veleno che, oltre a non mettere brio e vivacità al programma, è apparso anche fastidioso. Va benissimo non prendersi sul serio, per carità, ma buttarla in caciara con battute corrosive random solo per il gusto di farle è quasi infantile.

La prima puntata del DopoFestival 2016, in breve, è stata solo l’occasione per certi giornalisti di mettersi in vetrina e atteggiarsi a primedonne più dei Big in gara.

Il giorno in cui capiranno che dovranno fare un passo indietro (perché gli artisti non sono loro) sarà un bel giorno.

Il DopoFestival è un programma di Rai 1 che andrà in onda in seconda serata, durante la settimana della 66esima edizione del Festival di Sanremo, da martedì 9 a venerdì 12 febbraio 2016, al termine di ogni serata della kermesse sanremese condotta da Carlo Conti.

Quest’anno, il DopoFestival sarà condotto da Nicola Savino e Max Giusti, con la partecipazione della Gialappa’s Band.

DopoFestival | Puntata 9 febbraio 2016 | Anticipazioni

Dopo l’esperienza sul web dell’anno scorso, il DopoFestival torna in onda in tv, in seconda serata su Rai 1, dopo otto anni di assenza.

Il DopoFestival andrà in onda dal Teatro del Casinò di Sanremo.

Nicola Savino intervisterà i cantanti reduci dalla loro esibizione sul palco del Teatro Ariston. I Big che si esibiranno durante la prima serata sono Arisa, Morgan e i Bluvertigo, Giovanni Caccamo ​e Deborah Iurato, i Dear Jack, Irene Fornaciari, Lorenzo Fragola, Noemi, Rocco Hunt, Enrico Ruggeri e gli Stadio. I cantanti verranno coinvolti anche in performance musicali.

Nicola Savino, infine, intervisterà anche giornalisti e critici.

La puntata sarà commentata dalla Gialappa’s Band mentre Max Giusti proporrà le sue imitazioni.

DopoFestival | Dove vederlo

La prima puntata del DopoFestival andrà in onda questa notte, a partire dalle ore 00:30, su Rai 1.

La puntata sarà visibile anche in streaming su Rai.tv.

Successivamente, la puntata sarà disponibile per intero sempre sul sito Rai.tv, nella sezione Rai Replay.

DopoFestival | Second screen

Il DopoFestival è presente sul web con il sito ufficiale della 66esima edizione del Festival di Sanremo.

Per quanto riguarda Facebook, invece, è disponibile la pagina ufficiale del Festival di Sanremo.

Il Festival di Sanremo 2016 è presente anche su Twitter con un account ufficiale: @sanremorai. Il DopoFestival si può commentare con i seguenti hashtag: ##Sanremo2016 e #DopoFestival.

Per quanto riguarda il liveblogging, invece, l’appuntamento è su TvBlog, magazine di Blogo, a partire dalle ore 00:30.

I Video di TvBlog

Ultime notizie su Festival di Sanremo

ll Festival di Sanremo, anche conosciuto come il festival della canzone italiana, è un evento musicale e di costume nato nel 1951, approdato in TV nel 1955.

Tutto su Festival di Sanremo →