C’è posta per te | 23 gennaio 2016 | Tutte le storie | Chris Hemsworth e Claudio Marchisio ospiti

C’è posta per te, la terza puntata in onda sabato 23 gennaio 2016: Chris Hemsworth e Claudio Marchisio ospiti, tutte le anticipazioni. Diretta live dalle 21.15 su Blogo.it

  • 21.09

    Partiamo come sempre da un filmato. Protagonista è Chris Hemsworth.

  • 21.10

    “Ha tagliato i capelli, vi avviso”. Io, onestamente, credo che possano superarlo in poco tempo, Maria.

  • 21.11

    “Ho letto che dormi nud0”. Conferma. E vi rovino subito tutto dicendo che è sposato.

  • 21.14

    Roberta è la destinataria della sorpresa: è in studio per mantenere la promessa di sposarla dopo una malattia. Pietro: “Quando l’ho vista mi sono innamorata subito”. Colpo di fulmine.

  • 21.18

    Pietro ha riscoperto la guarigione e la quotidianità (senza più doversi curare con pastiglie ogni giorno)

  • 21.19

    Consegna della posta. Chris: “Perché non ti vai a nascondere là tra il pubblico?”

  • 21.21

    “Dalle degli indizi”. Ragazzo moro, mediterraneo, capello nero, magro: “Non mi viene nessuno in mente adesso”. Ehm. “E’ molto timido”; aggiunge Maria. Ma lei sembra non capire…

  • 21.22

    Appare lui (che non è il fidanzato), Lui finge di averla già vista e di averla conosciuta in giro. Fornisce dettagli e lei ride:” Ma sa tutto!”.

  • 21.23

    “Vuoi trasformare questo gioco di sguardi in qualcosa di più serio?” “Ma anche no! Sono impegnata, fidanzata!”.

  • 21.24

    La serenata viene accettata ma a cantarla è il marito, con chitarra. Le canta “Vorrei” dei Lunapop.

  • 21.25

    “Amore, sei bellissima”. Lui si commuove, lei pure. “Devi essere solo felice, come l’ultimo viaggio che abbiamo fatto assieme. Per essere veramente felici abbiamo bisogno di essere in tre”. Video del cane.

  • 21.27

    Maria inizia a leggere la lettera scritta da Pietro. L’uomo ricorda la passeggiata fatta col cane, al mare la prima volta dopo aver sconfitto la malattia.

  • 21.29

    Il bacio è arrivato ben dodici anni dopo il loro primo incontro.

  • 21.32

    “Quando la malattia entra in una casa soffoca le menti di tutti quelli che vivono dentro. Io piangevo sempre, di notte, chiuso in bagno. Quando venivo a trovarti era come entrare in un girone dantesco. Stavo male e vedevo sul volto la tua sofferenza. Pregavo Dio di far ammalare me e lasciare stare te”.

  • 21.35

    “Avrei voluto essere io a soffrire quello che hai sofferto tu. Possiamo dirlo, finalmente, e crederci. Il destino ci ha riservato un enorme spavento ma il miracolo si è avverato”.

  • 21.36

    “Hallelujah” in sottofondo con coro annesso.

  • 21.38

    Con la sagoma del loro cane, vengono chiamati “gli invitati alla festa”. Dal pubblico scendono amici e parenti della donna che si scioglie in lacrime.

  • 21.39

    Mancava l’ospite d’onore. Ecco arrivare Chris.

  • 21.40

    “Avete un storia bellissima, un grande amore. Pensando a quello che avete dovuto sopportare e alle dure prove che avete dovuto superare, sono sicuro che riuscirete a superare qualunque cosa insieme”.

  • 21.41

    Arriva il classico cuscino su cui Pietro si inginocchia. E inizia a mostrarle dei cartelli in cui le dichiara il suo amore, con i capelli lunghi, quando non ne aveva e anche corti, come oggi. La dolcezza.

  • 21.43

    Arriva anche l’anello e lei scoppia in lacrime. “Mi vuoi sposare?”

  • 21.45

    “Thor” si era dimenticato il regalo del viaggio di nozze. E recupera una valigetta per la coppia prima di aprire la busta. Destinazione? Sud Africa.

  • 21.46

    Busta aperta e grandi abbracci e baci sotto la marca nuziale in sottofondo.

  • 21.52

    Aldo è il protagonista della prossima storia. E’ padre ma non ha più rapporti buoni con i figli. Ha saputo di essere diventato nonno da Facebook. Non ha nemmeno potuto vedere il nipote all’ospedale. Hanno chiamato la vigilanza per farlo allontanare. Il motivo di questo astio? Secondo lui è una scusa: il giorno del matrimonio di sua figlia, c’è la festa, tutti ballano, lui si sposta e si trova a ballare vicino alla mamma di suo genero. Siccome ha bevuto un po’ dice: “Non ballarmi troppo vicino perché se no ti metto incinta”. La dice ridendo, pensando di suscitare il riso degli altri. Non sa nemmeno se la consuocera abbia sentito ma la figlia lo fulmina con lo sguardo. Nei giorni a seguire, la figlia inizia a non rispondere più al telefono. Il genero gli dice di non chiamare più, di lasciarli stare. Sono passati tre anni ma non è cambiato nulla. E il figlio si è accodato con la sorella, allineandosi al suo comportamento:” Secondo me mia figlia mi fa pagare la mia separazione e sta cercando una scusa per cui allontanarmi”.

  • 22.00

    Un mese fa ha scritto un sms al figlio che ha incontrato per strada. Poi ha girato l’angolo. “Ho cresciuto i miei figli ma mi trattano come un delinquente”. Anche quando prova ad andare dal figlio a casa, lui non si fa trovare. Litigano in strada. Ha voluto la consegna della posta a figlio, figlia, genero e nuora.

  • 22.03

    Hanno tutti accettato l’invito.

  • 22.04

    Aldo può parlare: “Volevo dirvi che sono una persona piuttosto onesta, non ho mai fatto del male a nessuno, ho sempre lavorato e sono vostro padre. Ho sempre adempiuto ai miei doveri da padre. L’unica cosa che non riesco a capire è la scusa di non dovermi più parlare, senza nessuna ragione. Se c’è un problema, non si svia, in una famiglia normale, si cerca di risolverlo”

  • 22.06

    “Claudio, non me l’aspettavo proprio, sei sempre stato trattato come un principe. Con tua madre ho fatto solo una battuta, mi hai mancato di rispetto, mi hai offeso. Mi sono sentito trattato male da un ragazzino…” Io penso che come scuse o tentativo di recupero dei rapporti non mi sembrano delle migliori e più efficaci…

  • 22.08

    Francesca piange. Maria interviene per cercare di calmarla. Lei:” Sono parole che ho già sentito, mi aspettavo delle scuse da mio padre e non mi aspettavo andasse ad accusare nuovamente noi”.

  • 22.10

    Francesca: “Mio padre mi veniva a cercare citofonandomi e dicendomi che mi avrebbe ammazzata. Questi sono i suoi approcci per recuperare il rapporto con i suoi figli”. Maria dice che non sapeva.

  • 22.11

    Aldo parla in maniera fumantino ai figli? “Dipende da loro”. Confessa che nell’sms non gli aveva solo scritto che stava arrivando sotto casa ma “di tutti i colori”. Eh, le cose sono un po’ diverse allora…

  • 22.14

    Maria cerca di far capire ad Aldo che c’è molto bene sprecato. “Li insulto perché non c’è niente da dire o perché è successo qualcosa?”. I figli dicono che ha sempre fatto così.

  • 22.15

    Il figlio accusa il padre di aver cercato di mettere zizzania tra lui e sua sorella. I due negano che sia stato il fatto avvenuto al matrimonio ad aver provocato tutto questo. Francesca: “Lui per me ha un problema e deve risolverlo. Non è una cattiva persona ma crea sofferenza ai suoi figli”. Aldo: “Sei un bugiarda sapendo di mentire”. La situazione però così non migliora… “Non ce l’hai il cervello per potercela fare” commenta duramente l’uomo.

  • 22.18

    Aldo: “Una sera mi avete imposto di chiedere scusa e cosa ho fatto?” La figlia: “Hai simulato un infarto!”. Maria incredula: “Ma hai simulato un infarto?!” Lui confessa.

  • 22.23

    “Quando andava con le donne, si portava il figlio dietro per giocare con l’altro bimbo perché lui doveva parlare (…) in camera da letto”.

  • 22.24

    Francesca rivela di essere incinta di quattro mesi. Il marito: “Come mamma è ottima e anche come moglie”.

  • 22.27

    Il marito di Francesca: “Io non posso dire, tolto l’episodio del matrimonio, che si sia comportato male… Se lui mi chiedesse scusa…” “Per cosa ti devo chiedere scusa?!?” Ilarità generale.

  • 22.28

    Maria cerca di far capire ad Aldo che deve un po’ a modificare il suo modo di parlare: “Se io sono al posto di Francesca e tu parti in quinta… non è più parlare, sono io che subisco”:

  • 22.29

    Aldo: “Cioè io devo andare a fare una terapia?”. Maria: “Tua figlia ha detto, tra le lacrime, che questo modo di fare tra me e mio padre mi ha influenzato a tal punto che ne risente il mio matrimonio. Non voglio essere una madre inadeguata per i miei figli, mi sto facendo aiutare e seguire per attenuare dei lati del mio carattere che mi portano a reagire senza riflettere. Se fa la stessa cosa mio padre…”. Lui dice di essere disposto ad andare con lei.

  • 22.32

    Con la promessa della terapia insieme, Francesca accetta. Aldo: “Mi auguro che però non cerchi altre banalità per litigare di nuovo…”.

  • 22.34

    Aldo: “Era comunque difficile mettere incinta una donna di 65 anni…” Ok, SPEGNETEGLI IL MICROFONO.

  • 22.37

    Francesca vuole chiudere la busta ma secondo Maria se lo fanno lui non farà la terapia. Lui sembra confermare.

  • 22.39

    Busta chiusa.

  • 22.45

    Matrimonio in crisi: “Non va in crisi per mia moglie ma per colpa mia”. A maggio 2014 inizia a sbandare, la moglie non lo viene a sapere. A luglio di quell’anno, rintraccia una sua vecchia conoscenza, una ragazza con cui aveva avuto una breve storia. Fissa un appuntamento, tradisce la moglie (la vede 4 volte in un anno). “Importa soprattutto come sono stato io quell’anno”. Diventa dipendente totalmente da quella ragazza. Addirittura lui le chiede consigli per la sua vita matrimoniale e la figlia nata da poco. Inizia la relazione extraconiugale. Quando tornava a casa la moglie era sempre più nervosa, mese dopo mese. Lui era inconsapevole che la moglie sapesse e più volte le ha detto “Vai a farti curare dal medico”. Lei si tiene tutto dentro per un lungo periodo. Lei tenta di recuperare il matrimonio. Un mese fa, la moglie sbotta e gli dice “So che mi hai tradito”. Lui nega, riprovano, ma un giorno la moglie gli dice che non ce la fa più. La moglie lo chiama, gli racconta tutti i messaggi, le volte che si sono visti e le cifre spese per l’albergo degli incontri. Lui, a quel punto, ammette. La moglie, da arrabbiata diventa pacata e lucida e gli dice: “Fai le valigie, prendi ed esci di casa”. Lui tenta di recuperare ma niente da fare. Maria si presenta in studio.

  • 22.53

    Maria vede la scena del matrimonio con Mario e si commuove.

  • 22.54

    Mario può parlare e chiede scusa alla moglie per quello che ha fatto: “Sto con te perché ti ho sempre amato, ti prego, se puoi perdonami”.

  • 22.56

    La conduttrice riporta quello che Mario ha raccontato, come richiestole.

  • 22.57

    Lui ha raccontato che vuole tornare con lei non per la figlia: “Non sono una persona che ha paura di non poter vedere più sua figlia ma perchè ama lei”. Maria ammette che non ha più fiducia in lui. “Volevo capire a che punto sarebbe arrivato per arrivare ad odiarlo”.

  • 22.59

    Maria ammette che ha chiesto al marito di cambiare linea e di restare in zona per la tratta di lavoro ma non ha mai accettato:” Gli avevo chiesto di non partire ad agosto e lui invece mi ha confermato che sarebbe partito in quel periodo, con un’aria troppo superficiale (…) Una persona innamorata come dice non può tradire come ha fatto lui”.

  • 23.02

    La conduttrice le fa presente che, una volta scoperto, poteva continuare con la sua vita mentre, invece, lui adesso è qui. “Perché se non ti ama è qua per chiederti di tornare insieme?”.

  • 23.04

    “Lo sai che tornare a casa dopo tutto quello che ho fatto non sarà più semplice per me. Ho parlato con qualcuno e mi ha detto che sto giocando alla roulette ma se anche va male ti giuro che non me ne pentirò”.

  • 23.06

    Maria confessa di non avere più fiducia. Lui non vuole tornare nell’inferno degli ultimi tempi: “Se superiamo questa sarà molto più bella di quello che è stato”.

  • 23.07

    Maria: “Forse ho bisogno più di tempo ancora, non riesco…” Mario le ricorda che avevano anche l’idea di trasferirsi. “Quando non c’è fiducia è difficile andare avanti, io non ho voglia di perdere più tempo nella mia vita”.

  • 23.09

    “La fiducia è difficile da riconquistare e non la puoi riconquistare domani o fra 15 giorni ma piano piano”.

  • 23.11

    “Se ti vuoi dare questa possibilità, dattela” le suggerisce Maria (De Filippi). “Non mi fare pentire di quello che sto facendo…” minaccia lei, sorridendo. Busta tolta, pace fatta.

  • 23.18

    Claudio Marchisio ospite.

  • 23.21

    il calciatore ammette di essere molto emozionato. Michele è il padre di Antonia. Chiamano per la sorella di Michele, Concetta: “Mia sorella subisce un grave lutto, muore mio cognato Paolo dopo 23 anni di vita in comune”.

  • 23.21

    Michele ha tentato tutti i modi per aiutare la sorella e cercare di tirarla su d’umore. “Mi ha fatto tanto male quando, un giorno, litigando, le ho urlato Dimmi cosa devo fare, e lei mi ha risposto, seria. Devi far tornare Paolo”.

  • 23.23

    Anche Antonia evidenzia come la zia non sorride mai ed è come un automa. C’era un rito, vedere la Juventus, tutti insieme. Claudio può riuscire a dirle qualcosa che noi non siamo riusciti a dirle in tre anni?

  • 23.25

    Arrivano gli inviti per Nicolas, Alberto e la madre Concetta.

  • 23.27

    “In linea di massima i bambini non fanno paura, no?” Fantastica Maria. Dall’altro lato della busta, infatti, ci sono un bimbo e una bimba

  • 23.29

    Michele: “Ciao sindaco, lo sai quanto ti voglio bene, vero?” L’amore tra fratello e sorella mi sta commuovendo.

  • 23.32

    “Concetta mia, mi manchi era quella che era solita colorare la vita di tutti noi. Adesso, anche una pizza o una passeggiata sembra tanto. Stai dentro un cappotto di tristezza, piove fuori e ti piove dentro. La cosa tremenda è che sembra che nessuno di noi ti possa aiutare a ritrovare la gioia di vivere”.

  • 23.35

    “Paolo aveva gli occhi del colore del cielo quando arrivava l’estate. Due anime speciali eravate e rimanete. Aveva un sorriso così contagioso che bastava passare qualche ora con lui perché finissero via, in tasca. Eravate la coppia meglio assortita al mondo. Tu e Paolo avete fatto, per noi, veri e propri miracoli”.

  • 23.37

    “Oggi benedico la tua fede in Dio perché senza quella, chissà dove saresti. Vederti così, però mi fa un male terribile. Insieme ce l’abbiamo fatta anche se poveri d’origine. Questo non è il momento di mollare, t stringo forte le mani e ti supplico di ascoltarmi. Basta nero che ti tappa il respiro, hai un dovere verso chi ti ama. Siamo in tanti qui ad amarti e a volerti aiutare”.

  • 23.40

    “I colori aiutano, soprattutto le risate. Anzi, quelle, colorano la vita più dei colori stessi. E’ tanto tempo che non sorridi, che non tiri su gli angoletti della tua bocca e che ti lasci andare alle tue risate contagiose. Ti senti in colpa a gioire durante la sua assenza”.

  • 23.44

    E il sorriso, finalmente, sul suo volto.

  • 23.45

    Dobbiamo mantenere il nero ma mettere anche un po’ di colore.

  • 23.47

    E dopo la giacca bianca e nera, ecco arrivare Claudio Marchisio dalla scala. “Sono molto emozionato, davvero, ma voglio iniziare a dirti una semplice parola, Coraggio. Sono venuti ad aprirsi qua per dirti quanto sei importante per loro nella famiglia, dai tutta te stessa sempre e loro hanno bisogno della vera Concetta”.

  • 23.51

    Per i figli di Concetta alcuni borsoni della Juventus e un pallone con cui palleggiare insieme a Marchisio. La nipote le chiede alcune promesse: “Alla domenica eri sempre a casa nostra, se vieni porti il sugo e noi lo mangiamo. Possiamo tornare a fare shopping come prima. Ultima cosa, che torni a sorridere come eri prima, togli questo lutto che hai addosso e me lo devi giurare e spergiurare”. Concetta acconsente e giura.

  • 23.59

    Pasquale cerca suo padre, ha 25 anni, non lo vede e non lo sente da quando ha 9 anni. Non sa che è sposato e che è diventato papà. “Non sa che lavoro da quando ho 14 anni, ho fatto tanti lavori”. L’ultima volta che l’ho sentito era il giorno della mia comunione.

  • 00.03

    Posta consegnata a Gerardo, il padre. “E’ molto cambiato” ammette il figlio.

  • 00.04

    Busta aperta. “Ciao papà”. E il figlio si commuove.

  • 00.06

    “Come hai fatto ad abbandonarci e non farti più vivo in tutti questi anni? Voglio una spiegazione”.

  • 00.07

    Gerardo dice che la moglie ha trovato un altro uomo. E fa presente che, una volta, l’incontro non è stato il figlio a volerlo.

  • 00.10

    Maria rivela all’uomo che Pasquale ha due figli e che adesso si occupa di stand per fiere.

  • 00.12

    Pasquale vorrebbe un rapporto che non hanno mai avuto. “In questi anni, nemmeno ti conoscevo più”.

  • 00.14

    Per tipo LA DECIMA VOLTA, Gerardo ribadisce che la moglie ha avuto un altro compagno.

  • 00.20

    “Ti va di riprovare a ricostruire un rapporto?” Lui accetta, busta tolta.

  • 00.26

    E, come da tradizione, la buonanotte di Saki! Grazie per averci seguito! Notte!

Terza puntata, questa sera, dalle 21,15, su Canale 5, con C’è posta per te, condotto da Maria De Filippi. Anche questa sera, la conduttrice racconterà una serie di storie su persone che stanno cercando un chiarimento o riavvicinamento con qualcuno e avrà, in studio, due ospiti famosi per sorprese speciali e inaspettate.

C’è posta per te, puntata 23 gennaio 2016 | Anticipazioni

Lo schema del programma rimane invariato rispetto alle scorse edizioni. Si inizia con la storia di un regalo. Un personaggio famoso -in questo caso Chris Hemsworth e Claudio Marchisio- è la sorpresa per un proprio caro da parte di chi ha scritto alla trasmissione. Un momento nel quale Maria De Filippi legge anche una lettera al destinatario, prima di farlo incontrare con il suo beniamino. Successivamente, nelle altre storie, chi ha scritto spera in una seconda possibilità, un chiarimento, un riavvicinamento con un’altra persona, destinatario dell’invito. A quel punto, quest’ultimo potrà decidere se ascoltare quello che ha da dirgli e, alla fine, se togliere la busta o chiuderla, mettendo la parola fine al rapporto tormentato.

C’è posta per te, puntata 23 gennaio 2016 | Ospiti

Saranno Chris Hemsworth e Claudio Marchisio gli ospiti della seconda puntata di C’è posta per te.

C’è posta per te, puntata 23 gennaio 2016 | Dove vedere la puntata

C’è posta per te va in onda questa sera su Canale 5 e su Canale 5 HD a partire dalle ore 21:10. Si potrà seguire la puntata anche in streaming sul sito ufficiale di Mediaset.

La puntata intera sarà successivamente disponibile sulla sezione on demand sempre del sito ufficiale di Mediaset.

C’è posta per te, puntata 23 gennaio 2016 | Second Screen

Il sito ufficiale della conduttrice di C’è posta per te, Maria De Filippi, ha una sezione completamente dedicata al programma di Canale 5.

C’è una sezione apposite dedicate al programma anche sul sito ufficiale di Video Mediaset e sul sito Witty Tv.

Su Twitter, l’hashtag ufficiale con il quale sarà possibile commentare la puntata sarà #cepostaperte.

Si può anche seguire il programma in liveblogging su TvBlog, magazine di Blogo, a partire dalle ore 21:10. A più tardi!

I Video di TvBlog

Ultime notizie su C'è posta per te

C'è posta per te è un emotional show ideato condotto da Maria De Filippi in onda su Canale 5 a partire dal 12 gennaio 2000.

Tutto su C'è posta per te →