House of Cards, la quarta stagione online dal 4 marzo: il video – candidatura di Frank Underwood (in onda durante il dibattito repubblicano)

Netflix ha annunciato che la quarta stagione di House of Cards sarà disponibile dal 4 marzo con un video che annuncia la candidatura di Frank Underwood alla Casa Bianca, andato in onda durante il dibattito repubblicano

La corsa alla Casa Bianca ha un concorrente che potrebbe portare via numerosi voti sia ai democratici che ai repubblicani: stiamo parlando di Frank Underwood, il protagonista di House of Cards, la cui quarta stagione sarà rilasciata da Netflix dal 4 marzo (in Italia, la serie tv resta in esclusiva su Sky).

Per lanciare la nuova stagione, il servizio di streaming online ha pensato ad una campagna pubblicitaria che scherza proprio con la candidatura di Underwood (Kevin Spacey) alla Presidenza per il 2016. Già dalla fine della terza stagione, infatti, capiamo che il protagonista non ha affatto intenzione di evitare la corsa alla Casa Bianca.

[accordion content=”Nell’ultima puntata, infatti, Claire (Robin Wright) lascia la Casa Bianca esausta dal comportamento di Frank, sempre più concentrato sul suo tentativo di farsi eleggere Presidente e restare così alla guida del Paese.” title=”Attenzione: spoiler”]

La campagna elettorale, quindi, si scontra con quella che si sta svolgendo in America e che vede democratici e repubblicani sfidarsi per le primarie. Non è stata una coincidenza, quindi, se Netflix ha deciso di lanciare il primo spot della quarta stagione proprio durante un’interruzione pubblicitaria del dibattito repubblicano a cui partecipava, tra gli altri, anche Donald Trump, in onda la scorsa notte sulla Cnn.

Non un vero e proprio trailer, ma una presa in giro dei messaggi elettorali che stanno pian piano affollando le tv americane in questo periodo. Nel video (che trovate in alto), ci sono tutti i luoghi comuni di una campagna elettorale. Grandi spazi, città, persone che vanno a lavorare, militari, famiglie ed una voice-over che racconta un’America che ha bisogno di un leader:

“E’ un nuovo giorno, in America. Oggi, molte persone andranno a lavorare, torneranno a casa dalle loro famiglie e dormiranno più profondamente che mai e tutto perchè un uomo si rifiuta di accontentarsi, mettendo le persone prima della politica. Quell’uomo è Frank Underwood”.

Proprio lui chiude il video con un messaggio-avvertimento:

“America, ho solo iniziato”.

Non si tratta di una semplice pubblicità, ma di una vera e propria campagna virale che passerà, ovviamente, anche per internet. Già dalle settimane scorse, infatti, è online il sito Fu2016.com, sito ufficiale della campagna elettorale di Frank Underwood, in cui il presidente mostra le proprie linee guida e chiede il supporto del pubblico anche attraverso i social network. E sull’account Twitter dello show, è stata pubblicata anche la locandina di Underwood:

“Abbiamo solo iniziato”.

Un’idea tramite cui Netflix, da una parte, riesce a promuovere il proprio telefilm in maniera decisamente inedita e, dall’altra, amplifica maggiormente la credibilità di un personaggio di fantasia portandolo addirittura a concorrere alla Presidenza come tanti suoi “avversari” stanno facendo in questi mesi. Che si tratti di un modo per screditare i politici realmente esistenti o di attribuirsi maggiore prestigio sfruttando le imminenti elezioni americane, di sicuro molti elettori americani saranno sorpresi quando scopriranno di non poter votare Frank Underwood.

Ultime notizie su House of Cards

House of Cards è un political thriller sviluppato da Beau Willimon, adattamento dell'omonima miniserie BBC, basata sui romanzi di Michael Dobbs, che Netflix trasmette in streaming dal primo febbraio 2013.

Tutto su House of Cards →