OpenSpace | Puntata 1° novembre 2015

Open Space | La puntata del 1° novembre 2015.

  • 21:30

    Inizio trasmissione. Nadia Toffa annuncia gli argomenti e inizia male: “Open Space sta con Vale!”. Il primo servizio è dedicato a Vittorio Sgarbi, candidato a sindaco di Milano con il suo partito, che fortunatamente non sarà in studio stasera.

  • 21:35

    In studio c’è Amani El Nasif. Il primo argomento è Le ragazze dell’Islam. Amani: “Io sono cresciuta con la cultura dell’Islam. A 14 anni, mi sono messa insieme ad un ragazzo italiano. Lo vedevo di nascosto. Un giorno mia madre mi porta in Siria con una scusa. Dovevo vestire con i vestiti che volevano le mie parenti”.

  • 21:45

    La famiglia di Amani le aveva organizzato un matrimonio combinato con suo cugino. Amani: “Il mio fidanzato non voleva farmi partire e aveva ragione. Mio zio mi picchiò diverse volte. La mia famiglia pensava che io fossi una poco di buono. Anche se ero promessa a mio cugino, mio padre mi mise letteralmente all’asta. La mia vita valeva 5mila euro”.

  • 21:50

    Amani: “Dopo 400 giorni in Siria, un cugino di mio padre mi ha riportato in Italia. Non avrei mai ceduto a questo matrimonio. Ce l’ho fatta e ho vinto io. Ho pensato anche al suicidio”. Va in onda una candid camera: come reagirebbe una famiglia cristiana con un genero musulmano?

  • 21:55

    In una seconda candid camera, si vede la reazione violenta di un’altra famiglia: i danni di Salvini & co.. Anche dal pubblico arrivano opinioni degne del Medioevo: “Mogli e buoi dei paesi tuoi”.

  • 22:00

    In studio c’è Aurora, giovane italo-marocchina picchiata da un gruppo di giovane musulmane perché “troppo italiana”. Aurora: “Chi mi ha picchiato forse invidia la mia libertà. Io ho litigato con mio padre e gli ho dato la colpa di aver sposato un’italiana. Poi ho capito che essere nata in una famiglia mista è una ricchezza. Non ho mai criticato chi porta il velo. In futuro, potrei anche decidere di indossarlo”.

  • 22:10

    In studio entra Serena, ragazza italiana che si è convertita all’Islam. Serena: “Ho indossato il velo ma poi l’ho tolto perché non mi sentivo all’altezza. Farei fidanzare mia figlia con un ragazzo cristiano”.

  • 22:12

    Amani: “Se mia figlia dovesse mettersi insieme ad un musulmano, mi spaventerei ma le persone vanno conosciute”. Va in onda un diritto di replica riguardante la puntata scorsa. Scialpi risponde a Formigoni: “Ciò che è successo all’ospedale a mio marito è vero. Roberto è stato senza notizie per ore e ore. Io non avevo dato indicazioni perché stavo quasi morendo”.

  • 22:15

    Si cambia argomenti: si parla di mafia e antimafia. Si parte da un servizio. In studio, troviamo Santi Palazzolo: “Abbiamo una pasticceria dentro l’aeroporto di Palermo. Helg mi ha chiesto una mazzetta di 100mila euro”. Roberto Helg è l’ex presidente della Camera di Commercio di Palermo.

  • 22:20

    Palazzolo: “Dopo la mazzetta, l’ho denunciato subito. Abbiamo registrato il secondo incontro”. Ascoltiamo la registrazione in questione. Palazzolo: “La mia pasticceria non è ancora salva. Mi è stato comunicato di lasciare il locale. Sto cercando di salvare i miei dipendenti”.

  • 22:25

    Palazzolo: “Non ho ricevuto minacce”. In studio, c’è Pino Maniaci, direttore di Telejato, minacciato per le sue inchieste: “In questi anni, in Sicilia, abbiamo costruito gli anticorpi alla mafia. I mafiosi sono 5mila, i siciliani onesti sono 5 milioni”.

  • 22:32

    Maniaci: “Ci sono tante persone che si stanno ribellando al pizzo”. In questo servizio, c’è una dichiarazione di Leoluca Orlando. Secondo il sindaco di Palermo, Palazzolo ha sfruttato l’antimafia per vantaggi personali. In un’altro servizio, ascoltiamo la dichiarazione di Raffaele Cantone: “La mia solidarietà a Palazzolo. Approfondirò la vicenda”.

  • 22:35

    Maniaci: “In questi anni, abbiamo scoperto una spartizione della torta tra magistrati e forze dell’ordine. Si tratta di un giocattolo di 30-40 miliardi di euro”. Maniaci è stato minacciato anche da un magistrato e gli sono stati uccisi due cani.

  • 22:40

    Pino Maniaci: “La mia terra ha bisogno di giornalisti missionari. Voglio restare in Sicilia per dare la mia terra libera dal cancro mafioso ai miei figli. Il cordone ombelicale tra mafia e politica lo vedi con Mafia Capitale ed Expo, ad esempio . Ci sono più infiltrazioni mafiose al nord che al sud”. Palazzolo: “Dobbiamo dare l’esempio, se non avessi denunciato, non avrei avuto il coraggio di guardare in faccia i miei figli”.

  • 22:45

    Va in onda un servizio pro-Valentino Rossi. OpenSpace gli strappa una dichiarazione: “Domenica ho da fare!”. Si cambia argomento e si parla di alimentazione. Joe Bastianich entra in studio. Bastianich: “L’allarme sulla carne rossa? Non cambierò il mio menu. L’esagerazione non va mai bene. Serve la moderazione”.

  • 22:50

    Bastianich risponde alle domande del pubblico: “E’ normale fotografare i piatti. I piatti fanno parte della nostra vita. A Masterchef, diamo più cibo possibile in beneficenza. Un piatto in un ristorante stellato può costare fino a mille euro”. Joe a Nadia Toffa: “Trovati un fidanzato che possa pagarti una cena da mille euro!”. Joe sul fast food: “Non sono contrario. Un cheeseburger ha il suo perché”.

  • 22:55

    Va in onda una candid camera: la gente sa riconoscere davvero un piatto stellato? Anche Joe Bastianich, in studio, è costretto ad una degustazione. Si inizia con i vini. Bastianich è un esperto e non si fa ingannare.

  • 23:00

    Bastianich risponde ad altre domande: “Cracco e le pubblicità? Ogni uomo ha il suo prezzo. Trip Advisor è un sito di opinioni e le opinioni sono come il culo! Ognuno ha il suo. Evito le opinioni anonime su Internet”.

  • 23:10

    Altre domande per Bastianich: “Essere vegani è un impegno non da poco”. In studio, c’è il rugbista Mirco Bergamasco, vegano: “Sono veganissimo. Si può mantenere un fisico come il mio anche con i vegetali. Sono molto sensibile al mondo animale. Evito anche l’abbigliamento in pelle”.

  • 23:15

    In studio c’è Stefania Ruggeri: “Non tutti possono permettersi la dieta vegana. Il vegano fai da te è pericoloso”. Va in onda un servizio dedicato alla dieta paleolitica. In studio, c’è Damiano Trinca, “paleo-dietista”: “Mangiavo tre chili di carne al giorno”. Ruggeri: “Sono quantità tossiche”. Trinca: “Ora ho ridotto la quantità. Quasi un chilo al giorno. Preferisco la carne rossa e non voglio cambiare le mie abitudini nonostante l’allarme”. Ruggeri: “L’OMS ha limitato il consumo di carne”.

  • 23:20

    Va in onda un filmato dedicato ai “fruttariani”. In studio c’è Luis, uno di loro: “Prima ero vegano, ora mangio solo frutta. Non mi ammalo più, non prendo medicine”. Luis cammina sempre senza scarpe. Bergamasco, nel frattempo, sta preparando un dolce: una tarte tatin vegana. Bastianich: “Ma ci vuole il burro!”. Ruggeri: “Mangiare solo frutta è molto estremo”.

  • 23:25

    Bastianich: “Se mangi solo frutta, diventi una scimmia”. Luis: “Gli altri cibi non mi vanno. Non so se mangerò frutta tutta la vita”. Va in onda un servizio dedicato alla spesa a costo zero: due ragazze di Venezia recuperano tutti gli scarti dei supermercati. Questo si chiama Freeganismo.

  • 23:35

    Va in onda un servizio dedicato al respirianesimo: una dieta di sola aria. In studio, c’è un adepto di nome Nicolas: “Oggi ho bevuto un caffè, ho bevuto acqua. Mangio una volta a settimana. Ho fatto fino a 2 mesi di digiuno. Non è una dieta per tutti”.

  • 23:40

    Nicolas: “Mi nutro di energia vitale”. Ruggeri: “Il nostro organismo può abituarsi a lunghi periodi di digiuno”. Bastianich: “E’ un pessimo cliente di ristorante!”. Nicolas: “Sono andato al bagno dopo 19 giorni”. Ruggeri: “Questo può essere un problema”. Nicolas parla anche di sesso: “Nel sesso, c’è più controllo”.

  • 23:45

    Va in onda un servizio de Le Iene dedicato al protocollo seguito dagli abitanti della Terra dei Fuochi per quanto riguarda il cibo e alla dieta per purificarsi dai metalli pesanti.

  • 23:50

    Il nutrizionista Armando D’Orta è in studio: “L’alimentazione può essere un veleno o un farmaco. Quelli che vivono di più sono i pesco-vegani. Non bisogna essere estremi”.

  • 23:55

    La torta di Mirco Bergamasco è pronta. Bastianich: “E’ un po’ un mappazzone!”. Joe assaggia la torta: “E’ molto molto buona”. Nadia Toffa azzecca una battuta: “Nicolas, vuoi assaggiarla?”.

  • 00:00

    Va in onda un breve filmato dedicato a Ignazio Marino. In studio, troviamo Mara Venier, in promozione per il suo libro Amori della zia. Venier: “Volevo farmi suora e dopo pochi anni sono rimasta incinta”.

  • 00:05

    Venier: “Nel nostro mondo, restare se stessi è difficile ma è la forza di questo mestiere. Questo è un mondo pieno di falsità. Arbore mi consigliò di essere me stessa. Aveva ragione lui. Chi si comporta come un leccapiedi, sarà il primo a voltarti le spalle quando le cose andranno male”.

  • 00:10

    Mara Venier risponde alle domande: “Il lapsus all’Isola dei Famosi non era preparato. Ho avuto paura che mi licenziassero. Ero disperata. Il giorno dopo, i social impazzirono. Ho fatto tenerezza a tutti. E’ stata una gaffe che ha funzionato. Non andrei all’Isola, neanche per soldi. Ho avuto tante volte la voglia di dire basta alla tv. In Rai c’era una brutta aria e ho tolto il disturbo. Poi arrivò la telefonata della De Filippi”.

  • 00:15

    Venier: “Non sono una donna ambiziosa. Mi è capitato tutto per caso”. La Venier parla anche di Corona: “Ha pagato abbastanza”. La conduttrice racconta anche il caso di quando Carraro volle comprare le foto di un suo bacio segreto con lui ma lei rifiutò.

  • 00:20

    Venier: “Non è un programma televisivo a darmi la felicità. Mi sono stati tolti tanti programmi ma non mi possono togliere l’affetto del pubblico”. La conduttrice dà i voti a qualche collega. Su Simona Ventura: “Ci eravamo perse ma ci siamo ritrovate”. La Venier racconta una lite avvenuta con Antonella Clerici.

  • 00:25

    Venier: “Grazie a Maria De Filippi, ho scoperto di avere un pubblico giovane. Maria ha una grande umanità e generosità. La Marcuzzi mi ha iscritto a Instagram”.

  • 00:30

    Venier: “Zequila e Pappalardo non hanno influito sulla mia carriera”. Rivediamo la loro tele-rissa. Venier: “Fui sospesa per una puntata. La Rai mi punì. In tv ne abbiamo viste di peggio”.

  • 00:35

    Venier: “Per avere successo, devi avere valore. Poi quando passa il treno devi avere l’intuizione di prenderlo. Sanremo non è un rimpianto”. Venier sui diritti civili: “Sono a favore dei diritti per tutte le persone”. Mara Venier e Nadia Toffa bevono champagne e assistono ad una sfilata di modelli.

  • 00:40

    Venier: “A me piacciono di mezza età, pelati e con la panza”. Un uomo del pubblico si presenta ma l’attenzione di Mara è concentrata nei riguardi di un autore del programma. Va in onda un servizio dedicato a Casaleggio.

  • 00:45

    Marco Pannella è il prossimo ospite. Pannella: “Il segreto della mia longevità è fare quello che comprendo e quello che amo.”. Entra il dottor Claudio Santini, medico di Pannella: “Digiunare a 80 anni è pericoloso. Io gli sconsiglio i digiuni”.

  • 00:50

    Santini: “Pannella se ne rende conto del fatto che ha rischiato molte volte la vita con i suoi digiuni”. Pannella risponde alle domande: “Ho paura di avere paura. Farsi le canne alla mia età o a 20 anni non vuol dire un cazzo di nulla. Io sono in non pensione da quando vivo”. Pannella si arrabbia su chi ha messo in dubbio i suoi scioperi della fame. Platinette entra in studio.

  • 00:55

    Platinette, dopo l’operazione: “Per ora ho perso 12 chili”. Platinette risponde alle domande: “Il clamore per il mio intervento è stato opera dei media. Sono diventato obeso a causa dell’infelicità”. Platinette parla anche dei suoi problemi di alcolismo vissuti durante la giovinezza. Platinette: “Il mio corpo non è una prigione ma un territorio di libertà”. Roberto Cenci fa partire un sottofondo musicale: Platinette improvvisa uno spogliarello.

  • 01:05

    Va in onda un servizio dedicato alla storia di Enzo Palmesano, giornalista campano licenziato dopo un ordine del boss. Palmesano è in studio: “Lavoravo al Corriere di Caserta e scrivevo di Camorra. Mi fu già spedito un proiettile negli anni ’80. Io ho dato talmente fastidio alla camorra che hanno dovuto cacciarmi. Il mio giornale smise di pubblicare i miei articoli”.

  • 01:10

    Palmesano: “Quando fui cacciato dal giornale, iniziò un’operazione di discredito da parte dei politici nei miei confronti”. Ascoltiamo le intercettazioni riguardanti l’ordine del boss. Palmesano: “L’ordine dei giornalisti e il sindacato dei giornalisti non si sono costituiti parte civile”.

  • 01:15

    Palmesano: “Se non ci fosse stato Roberto Saviano, questa sentenza storica sarebbe passata inosservata”. Va in onda un’intervista a Roberto Saviano: “Palmesano è un giornalista con la schiena dritta”.

  • 01:20

    Saviano: “Le organizzazioni vogliono essere conosciute solo localmente. I boss vogliono far sapere una parte di quello che fanno perché vogliono intimorire ma chi va troppo oltre diventa un problema. In quei territori, fare i giornalisti è quasi impossibile. L’isolamento è immediato. L’isolamento, però, te lo fanno le persone perbene, non i mafiosi”.

  • 01:25

    Saviano: “Bisogna difendere queste figure dall’isolamento. Bisogna stare vicino alle parole di chi racconta. Approfondite. All’estero, sto meglio. Spero di tornare”. Palmesano: “Saviano rimase incuriosito dal mio modo di fare giornalismo d’inchiesta. Ci vuole coraggio fisico. Mai avuto ripensamenti. Continuo a farlo anche oggi”.

  • 01:30

    Va in onda un filmato dedicato ad Angelino Alfano e all’NCD in crisi. Alfano ha accettato l’invito. L’ultima puntata di Open Space termina qui.

OpenSpace è un talk show condotto da Nadia Toffa e curato dalla redazione de Le Iene, in onda ogni domenica, in prima serata su Italia 1. OpenSpace è un programma che permette ai telespettatori di rivolgere la propria domanda a tutti i personaggi del momento.

OpenSpace | Anticipazioni puntata 1° novembre 2015

Tra gli ospiti della puntata di questa sera, troveremo Enzo Palmesano, giornalista licenziato per ordine di un boss della Camorra. Nadia Toffa, inoltre, intervisterà Roberto Saviano che fu il primo a denunciare questa vicenda.

Si parlerà anche di mafia e di professionisti dell’antimafia con il direttore di Telejato, Pino Maniaci, vittima di aggressione e oggetto di minacce per le sue inchieste, e Santi Palazzolo, un pasticcere che rischia di perdere il suo locale per aver denunciato la richiesta di una tangente.

In studio, si parlerà anche di diete alternative, di nuove tendenze a tavola e di alimentazione e salute con Joe Bastianich e il rugbista Mirco Bergamasco, vegano per ragioni etiche.

Sempre per quanto riguarda l’alimentazione, in studio ci saranno anche un “fruttariano”, un “paleo-nostalgico” e un “respiriano”.

Si parlerà anche di storie di ragazze musulmane e di integrazione. In studio, ci saranno Amani El Nasif, autrice del libro Siria mon amour, Serena, ragazza italiana convertita all’Islam, e Aurora, giovane italo-marocchina vittima di bullismo.

Infine, ci sarà anche Mara Venier che parlerà della sua vita e della sua carriera.

OpenSpace | Dove vederlo

OpenSpace andrà in onda questa sera su Italia 1 a partire dalle ore 21:25.

La puntata sarà visibile in streaming anche sul sito ufficiale di Mediaset.

La puntata intera, invece, sarà disponibile nella sezione on demand del sito Video Mediaset.

OpenSpace | Second Screen

Il programma condotto da Nadia Toffa ha un sito ufficiale, una sezione a parte sul sito ufficiale di Mediaset e una sul sito Video Mediaset.

OpenSpace è presente anche su Facebook con una pagina ufficiale.

La trasmissione ha anche un account ufficiale su Twitter: @openspaceIT. Durante la puntata, si può commentare, utilizzando l’hashtag #openspace.

Per il liveblogging, infine, il consueto appuntamento è su TvBlog, magazine di Blogo, a partire dalle ore 21:25.

I Video di TvBlog