OpenSpace | Puntata 25 ottobre 2015

Open Space | La puntata del 25 ottobre 2015.

  • 21:30

    Inizio trasmissione. Nadia Toffa entra in studio, annunciando gli argomenti e alcuni degli ospiti di questa terza puntata di Open Space.

  • 21:35

    Rivediamo una parte di un servizio de Le Iene dedicato alle famiglie omogenitoriali. Poco dopo, ascoltiamo qualche prima opinione del pubblico, una favorevole e una contraria sulle unioni civili omosessuali.

  • 21:40

    Roberto Formigoni è il primo ospite in studio. Formigoni esordisce con questa dichiarazione: “Un bambino ha la pienezza dei propri diritti quando ha un padre e una madre”.

  • 21:45

    In studio, entra anche Michele Marzano del Partito Democratico. Marzano: “Se questa legge dovesse nuovamente bloccarsi in parlamento, andrei a vivere in un paese più civile. C’è una difficoltà a mettersi al posto delle persone che soffrono”. Formigoni: “Tanti altri paesi hanno la legge ma se gli altri paesi sbagliano, dobbiamo accodarci?”.

  • 21:50

    Formigoni: “Dobbiamo difendere i diritti dei bambini. L’utero in affitto è una violenza. L’Italia ha buon senso rispetto ad altri paesi”. Va in onda un esperimento: Nadia Toffa e una complice chiedono ai passanti di farsi riprendere durante un bacio.

  • 21:55

    Una Sentinella in piedi esprime la sua opinione. Marzano: “Sono cattolica”. Formigoni: “Baciare un uomo? Meglio di no”. Va in onda un filmato riguardante Francesca Vecchioni, figlia di Roberta Vecchioni, che ha formato una famiglia con la sua compagna.

  • 22:00

    Francesca Vecchioni entra in studio: “E’ una cosa terribile dire a certi bambini che le loro famiglie non sono famiglie vere”. Formigoni: “I bambini hanno bisogno anche di una figura maschile”. Marzano: “Chi mette il seme, non può definirsi padre”.

  • 22:05

    Nadia Toffa chiede altre opinioni del pubblico, favorevoli e contrari. Marzano: “I libri gender diffusi ai bambini di 3 anni sono una balla”. Formigoni: “Gli uteri in affitto producono bambini creati artificialmente e sono una violenza sulle donne”.

  • 22:15

    Vecchioni: “Siamo davvero sicuri che per crescere bene bastino una madre e un padre”. Ascoltiamo altre opinioni del pubblico, sempre favorevoli o contrari. Vecchioni: “Non sono provate problematicità in bambini cresciuti in famiglie omogenitoriali”. Formigoni: “Non è vero”. Marzano: “E invece ha ragione. Lo dicono le associazioni internazionali”.

  • 22:20

    Giorgio Ponte, gay e sentinella in piedi, e Immanuel Casto, cantante, entrano in studio. Ponte: “Io sono per l’unica famiglia che esiste ossia quella naturale”. Casto: “Sono gay e sono discriminato”. Il discorso passa su Scialpi. Formigoni: “Non c’è nessuna legge che vieta ad una persona di andare a trovare un’altra persona in ospedale”.

  • 22:22

    Marzano: “Nel caso di Francesca, se lei dovesse venire a mancare, l’affido dei bambini lo decidererebbe un giudice”. Ponte: “Se pago una donna per fare un figlio, il figlio è mio e di quella donna, il mio corpo ha dei limiti”.

  • 22:25

    Nuovo argomento: farsi giustizia da soli. In studio, c’è Matteo Salvini che parla di Sicignano: “Il pensionato che ha sparato al ladro non è un eroe ma è un innocente e ha fatto bene a difendersi. Il ladro era dove non doveva essere”. Salvini critica le leggi svuota-carceri.

  • 22:30

    Salvini: “Buonanno non ha il porto d’armi e nemmeno io. Io lavoro affinché sia lo Stato a difendere i cittadini. Le armi vanno mostrate il meno possibile. La Svizzera è il paese più armato ma lì non c’è il far west”.

  • 22:35

    Salvini: “Non pago il canone Rai perché non ho la tv. La Rai prenda esempio da Mediaset che non chiede una lira. Alla Rai, tutti devono dichiarare i loro stipendi. La Rai deve essere servizio pubblico”.

  • 22:40

    Salvini: “Non bloccheremo l’Italia. Stiamo lavorando per sbloccarla”, “Io sono contro ogni regime. Casapound è un soggetto democraticamente riconosciuto”, “Un clandestino andrebbe segnalato. Io preferisco occuparmi degli italiani disoccupati piuttosto che dei clandestini”.

  • 22:45

    Salvini: “Quando mi assento al parlamento europeo, non mi pagano”, “La Merkel fa l’interesse dei tedeschi, me la prendo con i politici italiani che fanno l’interesse della Merkel”, “La Fornero ha ridotto sul lastrico molti italiani con la sua riforma”, “Vogliamo riconoscere i diritti a tutti ma mettendo dei paletti, le adozioni gay sono una follia”.

  • 22:50

    Salvini: “Sono favorevole alla tassazione della prostituzione, lo Stato incasserebbe 2 miliardi di euro”, “Gli insegnanti devono dare certezze agli studenti, se sei un uomo, sei uomo, se sei una donna, sei donna, un uomo non può entrare in una classe travestito da donna”, “Sono orgoglioso di aver indossato una divisa della Polizia”, “Vorrei far votare a partire dai 16 anni e reintrodurre il servizio militare”, “Sono favorevole alla guerra all’Isis”.

  • 23:00

    Matteo Salvini parla con una ragazza musulmana: “I musulmani non sono tutti tagliagole. L’Islam dialogante e tollerante è benvenuto. L’importante è il rispetto”. Va in onda un servizio dedicato a Francesco Belsito.

  • 23:05

    Salvini: “Belsito? La Lega ha ammesso gli errori e ha voltato pagina. Trota? Non ne sento la mancanza. Bossi mi fece entrare nella Lega”, “Dobbiamo liberarci dell’Europa tutti insieme, da nord a sud”, “Balotelli è italiano al 100%”, “I campi Rom vanno sgomberati”.

  • 23:08

    Salvini: “Mi piace Marco Mengoni perché lo ascolta mio figlio. Mio figlio è andato ad un concerto di Fedez e ha visto la mia foto con una sequela di insulti”. Il prossimo servizio è dedicato a Marco Mengoni, vincitore agli Mtv Europe Music Awards 2015.

  • 23:15

    Si passa ad un nuovo argomento: la pornografia. Rocco Siffredi entra in studio: “Ho fatto altri tre film. Ho aperto un’accademia. Passo agli altri quello che ho dentro. Il porno è un mestiere vero. Io faccio il professore. Nel mio ambiente, ho visto tre pornodivi fuoriclasse in 30 anni. Oggi c’è una visione più naturale verso il sesso”.

  • 23:20

    Siffredi: “Non ho paura delle malattie. Lavoro con professioniste. Oggi il Viagra è come la pillola per il mal di testa. Se il Viagra dà sicurezza, ben venga. I teenager di oggi scelgono la pornografia come lezioni di educazione sessuale ed è sbagliato”. In studio, entra Cesare Guerreschi, psicoterapeuta.

  • 23:25

    Guerreschi: “Le immagini erotiche sono pericolose per i bambini, se non vengono loro spiegate”. Siffredi: “La pornografia è diversa dalla prostituzione perché noi soddisfiamo il pubblico. Non si può rifiutare il bacio da una donna”.

  • 23:35

    Guerreschi: “Davanti un’immagine pornografica, un bambino può sviluppare sentimenti di odio verso il padre e rifiutare il sesso quando diventerà grande”. In studio, entra Giampiero Mughini che si lamenta degli errori presenti nella sua scheda di presentazione: “Non ho appartenuto a Lotta Continua, non ho fondato Il manifesto e ho scritto 24 libri e non 40”.

  • 23:40

    Mughini: “Sono esperto di erotismo e non di pornografia. Non ho sensi di colpa quando vedo film porno. Nessuno obbliga le attrici a fare film porno. L’eccitazione derivante dai film porno è sacrosanta”. Mughini risponde alle domande e si rifiuta di scegliere tra porno o Juventus. Siffredi: “In Italia, nessuno dice di vedere i porno perché c’è pudore. In molti film, le donne sottomettono gli uomini”.

  • 23:45

    Guerreschi: “I porno possono aiutare i rapporti di coppia”. Monica Stambrini, regista di film porno per donne, entra in studio: “Mettiamo in scena una nuova sessualità. Nei miei film, c’è una trama”. Siffredi: “Odio vedere una scena dove due persone iniziano a fare sesso senza un perché”. Mughini: “Se voglio una trama, mi leggo Tolstoj”.

  • 23:50

    Nadia Toffa si collega con una cam girl di nome Sofia: “Non mi vergogno di quello che faccio. Resto anonima per non far dispiacere i miei genitori. Ho clienti soltanto all’estero. Sono una studentessa e guadagno circa duemila euro al mese”. Siffredi: “Le cam girls sono un’altra sfaccettatura del mondo del sesso”.

  • 23:55

    Sofia: “Lo faccio sia per soldi che per piacere. Farei subito un film con Rocco”. Mughini: “Il porno è “alto”. Pagare una ragazza per fare un po’ di esibizionismo è ripugnante”. Guerreschi: “Le cam girls possono creare dipendenza”. Sofia: “Non mi sento una prostituta e non mi sento sporca”. Mughini: “Si vive di guardoni”. Stambrini: “Le prostitute vanno rivalutate”.

  • 00:05

    Sofia: “Non parlo del mio lavoro ai miei genitori perché li voglio preservare da chi giudica. Sono una ragazza molto fedele”. Siffredi: “L’uomo italiano vuole la donna santa in casa e la troia fuori casa”. Va in onda un filmato dedicato a Purex, movimento a favore della castità. In studio ci sono Stefania Spezzacatena (“Offriamo una nuova risposta alla sessualità”) e Giuseppe Punto (“La pornografia è pericolosa, è una bugia e altera i rapporti di coppia”), fondatori di questo movimento.

  • 00:10

    Stefania e Giuseppe sono molto religiosi e sono sposati da 6 anni: “Nella nostra vita c’è un avanti Cristo e un dopo Cristo”. Giuseppe Punto: “Nel matrimonio, ci si può divertire. Noi ci divertiamo e anche tanto. Sono motivato a seguire più la Bibbia che il sesso”. Mughini: “Questo è fondamentalismo religioso”.

  • 00:15

    Guerreschi: “Tutti dovrebbero cercare una strada per una vita migliore”. Giuseppe Punto: “Nella Bibbia, c’è un cantico dedicato alla sessualità. Dio vuole che noi diamo piacere agli altri. Noi siamo protestanti”. Stefania Spezzacatena: “Il sesso è stato inventato da Dio, il clitoride è stato inventato da Dio”. Siffredi: “Io ho il mio modo di vedere Dio, non seguo la chiesa”.

  • 00:18

    Siffredi: “Non manco di rispetto a Dio, facendo sesso con altre donne”. Sofia: “Non condivido i Purex ma li rispetto”. Mughini: “Dio non deve diventare una ghigliottina morale”. Siffredi: “Dio ha creato anche l’uccello”. Spezzacatena: “Dio non è contro la sessualità”.

  • 00:20

    Gasparri ha replicato a J-Ax, intervistato durante la puntata scorsa: “J-Ax è un irresponsabile. La droga fa male”.

  • 00:25

    Si parla di longevità: va in onda un filmato realizzato da Nadia Toffa per Le Iene.

  • 00:35

    Nadia Toffa intervista Umberto Veronesi: “La longevità è legata all’attività cerebrale. L’alimentazione è importante. Fare ogni tanto un digiuno è importante. Bisogna mangiare cose semplici: non mangiare carne e mangiare frutta e verdure. Limitare i latticini. La carne aumenta il rischio di tumori intestinali”.

  • 00:40

    Veronesi: “Un bambino vegano cresce benissimo. Un’alimentazione attenta e povera riduce i rischi di malattie. La dieta mediterranea è la nostra dieta. I vecchi dicevano che bisogna alzarsi dalla tavola con un po’ di fame”.

  • 00:45

    Veronesi: “Stare tutti insieme a tavola aiuta a comunicare. I bambini devono mangiare insieme ai grandi. Non c’è nessun rapporto tra i vaccini e il vegetarianismo. L’età pensionabile andrebbe alzata. Io non andrò in pensione”.

  • 00:50

    Va in onda un filmato dedicato alla gaffe razzista di Stefano Eranio alla tv svizzera. Eranio: “Non sono razzista ma se ho offeso qualcuno chiedo scusa”.

  • 00:55

    Va in onda un servizio dedicato ad Erri De Luca, assolto dall’accusa di istigazione a delinquere: “Un senatore mi ha dato del vigliacco. Un membro del parlamento protetto da immunità che offende un cittadino si intende bene di vigliacchieria. Non dico chi è, non faccio nomi di persone che non stimo per una questione di igiene orale”. La puntata di stasera termina qui.

OpenSpace è un talk show condotto da Nadia Toffa e curato dalla redazione de Le Iene, in onda ogni domenica, in prima serata su Italia 1. OpenSpace è un programma che permette ai telespettatori di rivolgere la propria domanda a tutti i personaggi del momento.

OpenSpace | Anticipazioni puntata 25 ottobre 2015

Tra gli ospiti della puntata di questa sera, troveremo Matteo Salvini, segretario federale della Lega Nord, che risponderà alle dieci domande più votate sul sito ufficiale del programma. Il leader della Lega parlerà di Gianluca Buonanno, di Angela Merkel, delle unioni civili, del canone Rai e di altri argomenti.

Si parlerà anche di stepchild adoption, che sta rischiando di far cadere il governo Renzi, e di unioni civili insieme all’ex governatore della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, alla filosofa e onorevole del Partito Democratico, Michela Marzano, e a Francesca Vecchioni, madre lesbica separata, figlia di Roberto Vecchioni.

Riguardo gli argomenti alimentazione, salute e longevità, Nadia Toffa intervisterà il professor Umberto Veronesi.

Infine, si parlerà di pornografia collegata alla sessualità insieme a Giampiero Mughini e Rocco Siffredi. In studio, ci saranno anche una cam-girl, una coppia fautrice della purezza nelle relazioni e una delle Ragazze del Porno, gruppo di registe che hanno deciso di raccontare la sessualità femminile in una serie di cortometraggi porno-erotici.

OpenSpace | Dove vederlo

OpenSpace andrà in onda questa sera su Italia 1 a partire dalle ore 21:25.

La puntata sarà visibile in streaming anche sul sito ufficiale di Mediaset.

La puntata intera, invece, sarà disponibile nella sezione on demand del sito Video Mediaset.

OpenSpace | Second Screen

Il programma condotto da Nadia Toffa ha un sito ufficiale, una sezione a parte sul sito ufficiale di Mediaset e una sul sito Video Mediaset.

OpenSpace è presente anche su Facebook con una pagina ufficiale.

La trasmissione ha anche un account ufficiale su Twitter: @openspaceIT. Durante la puntata, si può commentare, utilizzando l’hashtag #openspace.

Per il liveblogging, infine, il consueto appuntamento è su TvBlog, magazine di Blogo, a partire dalle ore 21:25.

I Video di TvBlog