Licia Colò a Blogo: Il mondo insieme torna per raccontare storie eccezionali di persone normali. La Tv la guardo solo per informarmi

L’intervista a Licia Colò a poche ore dalla partenza della seconda serie del programma di Tv2000 “Il mondo insieme”.

di Hit

Torna oggi a partire dalle ore 15:10 su Tv2000 (canale 28) il programma Il mondo insieme, giunto alla sua seconda edizione. Alla conduzione anche per questa seconda serie ci sarà Licia Colò che abbiamo raggiunto a poche ore dall’inizio della prima puntata per un veloce botta e risposta. Anche quest’anno il programma proporrà documentari, servizi ed interviste per scoprire gli angoli più belli del mondo, con una importante novità: un talent per documentaristi. Sarà uno spazio di 30 minuti dedicato alla ricerca di giovani registi che vorranno raccontare il mondo con un linguaggio innovati (Per candidarsi ed inviare curriculum e video di un minuto scrivere a [email protected]). Tre tutor per i giovani filmaker: la stessa Licia e i documentaristi Sofia Rinaldo e Alessandro Antonino. Ospiti di questa prima puntata Kevin Richardson, grande esperto di leoni e Sumi Jo, cantante lirica coreana.

Se il programma è stato confermato significa che l’editore ha apprezzato il risultato della prima stagione, in cosa ha centrato l’obiettivo ed in cosa è stato carente lo scorso anno il programma e su cosa punterete di più in questa seconda edizione?

Il programma ha centrato tutti gli obiettivi, e lo dico con orgoglio. Come ascolti abbiamo ottenuto degli ottimi risultatati, soprattutto considerando il punto da cui siamo partiti. Come obiettivi “di sogno” la situazione è abbastanza uguale: ho sognato di portare in trasmissione storie eccezionali di persone normali, e ci siamo riusciti. Per fare un esempio, una delle storie più significative, ma ce ne sono tante, che mi ha commosso, è quella di una nonnina di circa 90 anni che ha percorso a piedi più di mille chilometri attraverso Argentina, per un voto religioso, per arrivare in un posto in cui lei voleva andare a pregare. Storia di una grandissima determinazione, che sembrava un sogno ma era realtà! In Argentina era diventata una star, e noi l’abbiamo avuta ospite in trasmissione.

Andate in onda la domenica pomeriggio, una porzione del palinsesto non certo facile viste le molte proposte che animano la televisione generalista, non avete mai pensato di spostarvi quest’anno in altra fascia oraria o proprio in altra giornata ?

Assolutamente no, non ci abbiamo mai pensato, anche perché Paolo Ruffini, il direttore di rete di Tv2000, è convinto che questo programma debba andare in onda la domenica pomeriggio. Può darsi che nel corso dell’anno ci siano degli spostamenti, ma solo perché, come a volte è già successo, Tv2000 dovrà seguire Papa Francesco, che è un grande viaggiatore, e quindi dovremo lasciare la domenica pomeriggio ai suoi viaggi. Ci sposteremo ma non salteremo il nostro appuntamento. Del resto, spostarsi per passare la palla a Papa Francesco è sicuramente un onore.

Cosa guarda oggi in televisione Licia Colò ?

Vorrei guardare tante cose, anche per crescere e capire cosa si fa. In realtà non la guardo tantissimo, tante volte lo faccio come se fosse un compito in classe, costretta, perché la tv di oggi non mi stupisce più molto. L’accendo spesso per sentire le notizie, per essere aggiornata sulle situazioni nel mondo, ma se dovessi menzionare un programma d’intrattenimento, sinceramente, non me ne viene in mente nessuno.

Se Licia Colò si trovasse nella medesima situazione in cui si trovò Noè, insieme agli animali, che porterebbe con se sull’Arca, anche fra i colleghi?

Porterei un gruppo di giovani! Io sono alla ricerca dei giovani. A questo proposito, qualcuno potrebbe dire “allora tu potresti fare un passo indietro”, ma io credo che i ragazzi abbiano bisogno di maestri e a me piace essere considerata una guida soprattutto per quelli che vorrebbero intraprendere il mio lavoro. Quest’anno daremo ampio spazio ai giovani tentando di aiutare nella crescita alcuni documentaristi, farli diventare veri professionisti. Detto questo, oltre ai giovani poco conosciuti, porterei Antonella Clerici, che considero un’amica, almeno professionalmente parlando, e Carlo Conti, perché lo ritengo molto bravo nel suo lavoro. E poi tanti colleghi di Tv2000!

Visti i molti anni di militanza a Rai3, che ne pensi dell’attacco che ha subito questa rete ultimamente da parte di un segmento del mondo politico?

Da sempre, in ogni “momento” politico la televisione è stata accusata di favorire questa o quella parte politica. Forse è utopistico, ma credo che la televisione non dovrebbe mai farsi manovrare o, addirittura, manovrare.

Ultima domanda, ma un occhio ce lo butti ogni tanto al Kilimangiaro?

No, perché sono in concorrenza e non potrei anche volendolo fare. Non ho registratori che mi consentono di registrarlo, né tempo per guardarlo sul web.

Grazie a Licia Colò ed in bocca al lupo per la seconda serie de “Il mondo insieme”.

I Video di TvBlog