Orphan Black, su Italia 2 il drama fantascientifico sui cloni

Su Italia 2 Orphan Black, serie tv in cui una ragazza scopre di far parte di un gruppo di cloni, tutti perseguitati da un misterioso serial killer

Arriva in chiaro uno degli sci-fi più apprezzati da critica e pubblico delle recenti stagioni, un mix tra azione e drama che pone numerosi dubbi sui limiti della scienza: Orphan Black, in onda da questa sera alle 21:10 su Italia 2, è diventato in breve tempo uno show cult, grazie sia alla sua sceneggiatura che ben bilancia comedy, drama e fantascienza e, soprattutto, alla sua protagonista, Tatiana Maslany.

L’attrice interpreta Sarah Manning, ragazza dal passato difficile che decide di tornare a casa dopo essere stato via a lungo. Al suo arrivo, alla stazione nota una ragazza identica a lei suicidarsi: lo shock per Sarah è doppio, proprio perchè la donna non solo le somiglia, ma è una sua copia esatta. Sarah, braccata dall’ex fidanzato e spacciatore Vic (Michael Mando), decide così di rubarne l’identità, scoprendo che la donna in realtà si chiama Elizabeth “Beth” Childs, ed era una detective.

Sarah, ora, deve far credere al suo compagno Paul Dierden (Dylan Bruce) ed al collega Arthur “Art” Bell (Kevin Hanchard) di essere Beth, per avere il tempo per poter rimediare ai suoi guai. Presto, però, si rende conto che la vita della donna non era così sicura come credeva: Elizabeth, infatti, è nel mirino di un misterioso serial killer.

La protagonista scopre quindi che Beth era un vero e proprio clone, appartenente ad un gruppo di ragazze sparse in giro per il mondo, tutte con le stesse sembianze. Il serial killer che stava dando la caccia alla donna aveva già ucciso altre ragazze: anche Sarah è in pericolo, e per questo chiede aiuto al fratello Felix (Jordan Gavaris) per capire cosa stia succedendo, cercando di proteggere sua figlia Kira (Skyler Wexler), ora in custodia dalla loro madre adottiva, la Signora S. (Maria Doyle Kennedy).

Sarah, così, scopre che nei dintorni esistono altri due cloni, la casalinga Alison Hendrix e la studentessa di biologia Cosima Niehaus (interpretate sempre dalla Maslany), entrambe al corrente che qualcuno le vuole uccidere. Sarah, ora, deve ottenere la fiducia delle due donne e, soprattutto, cercare di capire chi sta dando loro la caccia, e scoprire da dove provengono tutti i cloni.

In onda dal 2013 sul canale canadese Space ed in co-produzione con la Bbc America, Orphan Black ha attirato la curiosità del pubblico grazie ad una storia che pone diversi quesiti morali senza però annoiare o essere moralista. Si può clonare un essere umano, e con quali conseguenze? Di fronte al quesito, la serie tv evita di perdersi in lunghe spiegazioni e, con un linguaggio popolare ed un ritmo veloce, affronta il tema attraverso un thriller che, nel corso delle puntate, spiegherà meglio le origini delle protagoniste.

Il successo dello show lo si deve, però, principalmente alla Maslany, vera mattatrice del telefilm: la sua capacità di interpretare più di un personaggio, cambiando look, tono di voce e carattere in breve tempo e sfruttando gli effetti speciali di una telecamera che memorizza i movimenti di macchina permettendo più riprese della stessa scena con l’attrice, ha reso Orphan Black un drama che piace anche a chi non è interessato al mondo della fantascienza. Gli autori della serie tv hanno scritto una sceneggiatura che si preoccupa anche di smorzare la tensione con momenti più leggeri e rappresentati dal personaggio di Alison. Un duro lavoro per l’attrice, riconosciuto dalla critica e da numerosi premi e, solo quest’anno, dalla candidatura agli Emmy Awards come Miglior attrice protagonista di una serie tv drama.

La prima stagione di Orphan Black ha permesso ai telespettatori di seguire un drama fantascientifico originale, che riesce ad intrattenere, stupire e riflettere con un formato impreziosito dalla presenza della Maslany, nelle sue molteplici interpretazioni.

I Video di TvBlog