• Tv

Colony, Carlton Cuse: “Non è un’altra serie tv sugli alieni”

Al Television Critics Association press tour il co-creatore di Colony Carlton Cuse ha spiegato che la serie tv non ha al centro gli alieni, ma si concentra sui ribelli che non accettano l’occupazione, come invece fanno altri

Il ritorno di Josh Holloway in tv, dopo Lost e dopo Intelligence, è su Usa Network con Colony, serie tv che debutterà l’anno prossimo e che sembra avere a che fare con lo scontro tra umanità ed alieni. In realtà, i creatori dello show, Carlton Cuse e Ryan Condal, al Television Critics Association press tour, hanno specificato che il telefilm avrà poco a che fare con gli alieni, anche se la componente fantascientifica sarà presente.

La serie tv, composta da dieci episodi, infatti, è ambientata in un futuro non lontano, in cui Los Angeles è stata occupata da degli invasori che hanno istituito un proprio Governo, chiedendo la collaborazione degli umani. Alcuni di questi accetteranno, altri, invece, si ribelleranno, pagandone però le conseguenze. Tra i ribelli, ci sono i protagonisti, Will Bowman (Holloway) e sua moglie Katie (Sarah Wayne Callies).

I due autori hanno spiegato che nello scrivere la storia hanno avuto in mente le foto di Parigi durante la Seconda guerra mondiale, in cui alcuni abitanti sono tranquillamente seduti nei cafè mentre accanto passano gli assaltatori. “Volevamo essere sicuri che non fosse un altro show nel genere umani vs. alieni”, ha detto Cuse, che ha paragonato l’invasione del telefilm più a quella statunitense in Afghanistan ed Iraq, dove hanno “istituito dei governi locali sul posto ma allo stesso tempo dovevano essere leali e rispondere alle loro necessità. Questo è quello che sapevamo dall’inizio della scrittura e della serie”.

Lo show inizierà ad invasione già avvenuta. “Non ci sarà nessun personaggio che spiegherà cosa è successo”, ha detto Cuse, “la storia della colonizzazione è una storia di assoggettamento”. La presenza degli alieni non sarà al centro del telefilm, ma la parte mistery starà nello scoprire come si devono comportare ora gli umani. La città subirà delle modifiche, in particolare il centro, che servirà da pista di lancio per le navi spaziali.

Approfittando della presenza della Callies, si è parlato anche della miniserie di Prison Break che la Fox ha annunciato la settimana scorsa. Quando le è stato chiesto se tornerà ad interpretare Sara, l’attrice ha risposto che ancora non ne sa niente:

“Nessuno me l’ha chiesto ancora, quindi non lo so. Se trovassimo un modo per onorare Michael (Wentworth Miller) e Sara raccontando una bella storia -e se i miei capi [in Colony] mi lasciassero fare un’altra serie- mi piacerebbe. Ci sono un sacco di cose fuori dal mio controllo, ma ne sono molto, molto entusiasta. Prison Break è stato straordinario. La cosa più bella che probabilmente mi sia accaduta, o che mi accadrà, nella mia carriera, sono i fan che durante la terza stagione hanno protestato per riavermi nella quarta stagione. E’ una cosa senza precedenti”.

I Video di TvBlog