La Giara 2015, Magalli conduce la quarta edizione in seconda serata su Rai2

Giancarlo Magalli conduce venerdì 31 luglio alle 23.50 su Rai2 il Premio Letterario la Giara, giunto alla quarta edizione, con la regia di Michele Guardì

Domani sera ci sarà l’imbarazzo dell’evento. Mentre su Rai1 andrà in onda l’edizione 2015 del Premio Luchetta, condotta da Alberto Matano, in contemporanea Giancarlo Magalli condurrà la quarta edizione del Premio letterario La Giara, in onda venerdì 31 luglio alle 23.50 su Rai 2. Il premio, ideato da RaiCom, con la collaborazione del Laboratorio di scrittura Creativa della Rai, intende individuare e valorizzare i giovani scrittori al di sotto dei 39 anni che abbiano un romanzo inedito nel cassetto.

Con il supporto delle ventuno commissioni di esperti letterari nelle altrettanti sedi regionali della Rai sono stati selezionati 42 romanzi semifinalisti da cui la commissione nazionale ha individuato la sestina finalista. Si tratta di Erika Bianchi (Toscana) con “Il rischio dell’inverno”, Maria Vittoria Ferranti (Sardegna) con “Diario di uno spacciatore medio”, Davide Mangili (Lombardia) con “Turnacà”, Alessandro Musto (Piemonte) con “Via Artom”, Lorenzo Spanò (Lazio) con “La maledizione capitale” e Francesca Veltri (Calabria) con “Edipo a Berlino”.

Nella serata verrà assegnata la Giara d’oro al primo classificato mentre al secondo e al terzo andranno la Giara d’argento e la Giara di bronzo. Il libro vincitore verrà pubblicato da RaiCom. Durante la manifestazione saranno interpretati testi di Luigi Pirandello e brani scelti dei finalisti attraverso le voci di Debora Caprioglio, Gianfranco Iannuzzo e, in collegamento dal Teatro Argentina di Roma, di Pino Caruso.

La Giara è un programma di Michele Guardì, Giovanna Flora, Rory Zamponi e Fabio Giovannini. La regia è di Michele Guardì.

La Giara 2015: i vincitori

Il primo posto del Premio letterario La Giara è andato ad Alessandro Musto, piemontese, con Via Artom. Francesca Veltri, trentanovenne, residente a San Pietro in Guarano (Cosenza), con il romanzo Edipo a Berlino si è classificata al secondo posto. Al terzo, Erika Bianchi, toscana, con Il rischio dell’inverno.

La Commissione nazionale, composta da Pier Luigi Celli, Antonio Debenedetti, Gian Arturo Ferrari, Paolo Mauri, Franco Scaglia, Marino Sinibaldi e il Laboratorio di scrittura creativa di Rai Eri, ha designato la terna vincitrice da una sestina scelta tra i 42 romanzi semifinalisti, due per ogni regione. 

Ultime notizie su Giancarlo Magalli

Tutto su Giancarlo Magalli →