Palinsesti Discovery Italia Autunno 2015: la nuova Deejay Tv con Boats di Pif e L’Isola di Adamo ed Eva di Vladimir Luxuria

La conferenza stampa di presentazione del palinsesto Autunno 2015 di Discovery Italia con il nuovo corso di Deejay Tv

Oggi, a Milano, si è tenuta l’incontro, riservato ai giornalisti, per la presentazione dei palinsesti di Discovery Italia. Sono intervenuti Marinella Soldi, President e Managing Director Discovery Network Southern Europe e Amministratore Delegato Discovery Italia, Alessandro Araimo, SVP E COO Discovery Networks Southern Europe, Laura Carafoli, SVP Programming e Content Discovery Italia, Giuliano Cipriani, VP Direttore Generale Discovery Media.

Fiore all’occhiello di questa impresa è la nuova Deejay Tv acquistata, lo scorso gennaio, dal gruppo Espresso e già pronta alla conquista di una propria fetta di mercato.

Soldi: Discovery è un mondo fatto di grandi brand, 7 su digitale terrestre e 7 su pay per view. Deejay Tv allarga ulteriormente la platea. Siamo di fronte ad una storia di successo con un ascolto complessivo del 7,5% dopo l’acquisizione di Deejay Tv e il lancio di DPlay a giugno 2015. ThinkD è il nostro approccio, accogliamo le novità, diamo linfa creativa al sistema televisivo, siamo curiosi e con tanta voglia di cambiare. Siamo editori incisivi e con contenuti sempre contemporanei. Investiamo tanto in produzioni originali.

Deejay tv prima serata

Grande rilevanza sarà data alla fascia di prime time con nuove produzioni originali. A partire dal dating show condotto da Vladimir Luxuria, L’Isola di Adamo ed Eva (a giorni iniziano le riprese in Croazia). Un esperimento, acclamato dalla critica e dal pubblico internazionale, che permette di trovare il vero amore nella sua forma più pura e dove non contano l’apparenza, lo stipendio, la macchina sportiva o l’abito firmato.

Per continuare con Hotel da Incubo, programma che tenta di risollevare le sorti di alberghi, pensioni e bed & breakfast sull’orlo del fallimento, un tempo fiore all’occhiello del Bel Paese e ora stremati dalla crisi. La versione italiana sarà affidata all’estro di Antonello Colonna, chef stellato ma anche imprenditore dal grande fiuto.

Sempre in prima serata, un programma per tutti: Trade Up, format ad alta tensione che in Israele ha spopolato con ascolti da record e nella versione italiana avrà come conduttore un volto in ascesa nel panorama televisivo, Federico Russo.

L’access prime time si accende con un game show all’insegna dell’innovazione: Trash or treasure, un’asta per tutta la famiglia dove la vera sfida è assegnare un giusto valore alle cose…perché non è tutto oro quello che luccica.

E, ancora, dalla joint venture con la casa di produzione Boats (acronimo di Based On A True Story), fondata da Lorenzo Mieli e Mario Gianani (Wildside), Pif e Michele Astori sono chiamati a raccontare tutti gli aspetti del reale: dall’amore alla follia, dal genio alla disperazione sino alla corruzione. Un ciclo di 5 docu-racconti inediti introdotti da Pif (tra cui Hotel Pausania, in cui i carcerati, d’estate, diventano, parte dello staff). L’operazione sarà inserita in un progetto di ampio respiro con una declinazione digitale su Dplay, una scuola e un premio in denaro al miglior videomaker.

Araimo: La nostra principale ambizione è quella di creare una nuova piattaforma di grande semplicità con i video protagonisti. Con l’unico fine di amplificare la creazione dei nostri contenuti.

Carafoli: Pif è stato preso in prestito dalle altre emittenti e lavori per il cinema perché crede tanto a questo progetto. La sua è una presenza motivata.

Uno spazio significativo sarà dedicato alle spettacolari serie in prima tv. E’ il caso di Tut, un kolossal in 6 puntate per raccontare la storia del Faraone egiziano Tutankamon. Tra i protagonisti, il premio Oscar Ben Kingsley e l’emergente attore canadese Avan Jogia nei panni di Tutankamon.

Altro punto di forza del palinsesto saranno gli eventi live, come i nuovi Deejay Awards in collaborazione con Linus e Radio Deejay (ad inizio febbraio per festeggiare il compleanno dell’emittente radiofonica), e La Grande notte della boxe, appuntamento fisso del sabato sera.

Il day time del canale rimane presidiato da Deejay Chiama Italia, la finestra live sul mondo contemporaneo. Linus e Nicola Savino sono i protagonisti di un programma radiofonico che negli anni ha saputo innovarsi pur mantenendo inalterata una formula vincente, uno show in diretta che trova anche in video la sua perfetta declinazione. Attorno a questa tramissione, saranno creati nuovi slot factual, fiction ed un pomeriggio molto solido in grado di tener testa ad un’agguerrita concorrenza.

Linus: Deejay Chiama Italia festeggia la decima edizione, ci siamo allargati. Questa acquisizione è un bene, è la tv che più ci somiglia. Un passaggio quasi inevitabile per una televisione sempre meno musicale e più generalista. Noi diamo più colore, lanciamo giovani come Federico Russo, ci sentiamo molto italiani come vicini di casa.

Carafoli: Affiliamo le armi, se si picchia duro siamo pronti a combattere questa battaglia. Siamo aperti a tutti i generi televisivi. Siamo la vera tv neo generalista. Puntiamo tanto sul mercoledì, il prime time in generale ed il weekend. Vogliamo essere competitivi in prima serata trovando il nostro spazio nelle diverse giornate. C’è molta attenzione attorno al tasto nove del telecomando ed è solo motivo di orgoglio.

Fabio Volo e Geppi Cucciari, invece, sperimenteranno la piattaforma Dplay per stare accanto a tutti quei giovani che vogliono emergere nel campo della comicità.