Shark Tank, la seconda puntata In Diretta

Tutte le start up della seconda puntata di Shark Tank, giovedì 28 maggio 2015 su Italia1

  • 00.24

    Fine della prima edizione di Shark Tank.

  • 00.22

    Nessuno è interessato all'affare... tranne Dettori, che vuole il 25%. Proposta di 250.000 accettata.

  • 00.13

    Gli Shark provano la lavagna, ma fanno fatica a usare il pennarello, non è così lineare il prototipo.

  • 00.10

    Fratello e sorella propongono un nuovo strumento per la didattica, la Limvtouch, una lavagna interattiva tascabile. Chiedono 200mila euro per il 15%.

  • 00.08

    Stefano accetta. Ed è scandalosamente tardi.

  • 00.02

    Stefano Guerrera vende quadri con didascalie, Se i quadri potessero parlare. Ha già 1 milione di fan sui social. Richiede 85.000 per il 20%. Cannavale accetta, ma vuole il 35% e l'esclusiva su quello che lui farà nei prossimi anni.

  • 00.00

    Andrea torna a casa a mani vuote.

  • 23.45

    Andrea ha fondato Pubster. Vuole 100 mila euro in cambio del 5%. Trattasi della prima app che offre da bere. Il cliente viene premiato a tornare con tasso di fidelizzazione. Idea fighissima. Peccato che Andrea abbia fatto un passo falso, ammettendo un fallimento precedente.

  • 23.34

    Filippo e il suo Safebeach, rimedio perfetto contro il furto. E' adattabile agli ombrelloni di qualsiasi tipo e col braccialetto personalizzabile che apre la serratura. A pagarlo saranno immediatamente i brand. Richiesta: 200mila euro e il 10% . Costanza vuole il 30%, Gigliotti il 20%. Nulla da fare, offerte rifiutate.

  • 23.33

    Gli Shark non hanno investito sul prodotto.

  • 23.28

    La Bibita Frizzante di Alessandro e Antonella, fatta da acqua, zucchero e succo di mela.. si chiama Meladai. Bibite gassate alla mela non esistono in Italia, secondo Alessandro, che propone 500.000 euro e il 30%.

  • 23.27

    Affare concluso per i due con Cannavale e Dettori, 500.000 euro per il 32%

  • 23.23

    Shark Tank parte ritmatissimo e poi crolla e annoia, per quanto è ripetitivo.

  • 23.15

    Flowerssori, linea di mobili capace di aiutare il bambino a sviluppare le proprie capacità cocgnitive. A crearla Angelica e Hans. Chiedono 500.000 euro in cambio del 20%.

  • 23.01

    Gianluca Pacini e il suo scrigno del cuore, una bara sui generis. Richiede 250.000 euro per il 10%. Lui produce e commercializza, chiede solo soldi per comunicazione. Nessuno è interessato.

  • 22.45

    Andrea ha creato Dis, Designer Italian Show, insegnando ad abbinare le scarpe al vestiario, autocreandone di personalizzate. Ha chiesto 300.000 euro e il 15%. Tutti gli investitori vogliono entrare nel business. Affare chiuso. 300.000 euro e il 30%.

  • 22.32

    Tony Apollaro, medico dentista, ha lanciato il birrino gluten-free. Chiede 170.000 euro. Torna a casa a mani vuote.

  • 22.25

    Belli i focus sui business men.

  • 22.23

    Cannavale accetta per il 20% e Giovanni non è d'accordo, rifiuta l'offerta.

  • 22.20

    Costanza trova il progetto primordiale. Dettori lo trova arrapante sulla carta, ma rischioso.

  • 22.17

    Green Rail è la start up di Giovanni, nata nel 2012. Propone una traversa ferroviaria eco-sostenibile, che può creare energia. Chiede 1 milione di euro in cambio del 3%. Ahahahah.

  • 22.13

    Il singolo prodotto costerà 20.000 euro. Peccato che nessuno lo voglia.

  • 22.00

    Mauro Cavagna propone la culla dell'amore. Ma il voice over lo chiama Marco. Chiede 200.000 euro per il 10%. Ha inventato questo prodotto perché il letto non è adatto a fare l'amore: "Non ha appoggi per i piedi, non ha maniglie, non ha dislivelli e spesso tutte queste posizioni le troviamo su una poltrona, un divano, un tavolo... quindi ho concentrato tutte le posizioni su questo prodotto".

  • 21.59

    Cannavale ci sta. Bonetti aggiunge 10.000 euro. Marzari aggiunge l'offerta di entrambi gli investitori e cede così il 20%.

  • 21.58

    Il prodotto non piace esteticamente a Vigorelli. Costanza trova che lui sia sprecato per questo prodotto.

  • 21.55

    Marzari ha smesso di sognare una carriera nel mondo del basket quando si è ritrovato senza identità, dopo aver scoperto che non era figlio di sua madre. Insomma una storia pazzesca. Scritta a tavolino? Gli investitori non vogliono farsi influenzare.

  • 21.53

    Momento emotional, la vita di Marzari è stata difficile. Racconta in tv una cosa mai successa nella vita: "In apparenza da ragazzino avevo una vita invidiabile, i rapporti con la mia famiglia sempre stati particolari. Io ad oggi non so dove sono nato, mia madre mi ha dato tante identità, lei lavorava per il governo turco".

  • 21.49

    Merih Marzari, turco, propone il 10% per 10.000 euro (così poco, perché lui vuole imparare dagli investitori, anziché chiedere solo tanti soldi). La sua è la wish bag, la borsa dei desideri. E' una soluzione alternativa al bagaglio a mano. Nasce per creare spazio quando serve, essendo morbida. Lui vola tantissimo per lavoro, ha aperto una società di turismo all'estero.

  • 21.48

    Flop. Nessun investimento per le ragazze.

  • 21.42

    Orange Fiber, una società formata da due coinquiline, richiede 500.000 euro per il 10%. E' un'idea che sviluppa filati dagli agrumi. Per Vigorelli le due dovevano indossare un abito fatto dagli scarti degli aranci, come prova. Bisogna dimostrare che l'oggetto è appetibile, una partnership con un marchio più forte.

  • 21.41

    Dettori rilancia dopo essere stato severo ed essersi chiamato fuori... col 25%. I ragazzi vogliono il 20%. Lui propone 250.000 euro per il 25%. Dicono che va bene.

  • 21.39

    Andrea e Alessandro sono i fondatori di Sinba, una società di sei persone. Chiedono 200mila euro proponendo il 15% della loro attività. Propongono un'alternativa alle casse normali del supermercato, una corsia preferenziale. Un'applicazione che consente di acquistare col proprio cellulare in totale autonomia. Fotografando il codice a barre e selezionando il negozio in cui si trova si può acquistare. Gli investitori non capiscono perché preferirlo alle casse automatiche. Cannavale è interessato, offre 200mila euro per il 30% della società. Costanza rilancia con il 35%.

  • 21.30

    Si comincia con la solita presentazione dei business man e il blob della prima puntata.

shark tank

Shark Tank torna giovedì 28 maggio, alle ore 21.10, con il secondo appuntamento sempre su Italia1. Tornano i 5 “Squali” (Fabio Cannavale, Gianluca Dettori, Gianpietro Vigorelli, Luciano Bonetti e Mariarita Costanza) pronti a valutare se e quanto investire su nuove startup. Tra le nuove idee che verranno presentate nella puntata di domani, Orange Fiber ( startup che sviluppa filati innovativi e vitaminici dagli agrumi) e Pubster  (un’ App che permette di raccogliere crediti virtuali semplicemente frequentando i locali che aderiscono all'iniziativa).
 
La scorsa settimana in meno di due ore di trasmissione è stata investita la cifra record di oltre 1,7 milioni euro su 6 nuovi progetti imprenditoriali. Ne sono stati scartati 8 perché non ritenuti idonei o proficui. 

Dopo la contrattazione davanti alle telecamere, gli “Shark” si sono incontrati con i detentori dell’idea che hanno deciso di sostenere, per verificare la natura patrimoniale, finanziaria ed economica dell’azienda sulla quale hanno deciso di puntare.
 
Gli “squali” hanno scelto le idee più valide, i business plan più precisi e le personalità più forti e affidabili: dal Polentone (progetto per la distribuzione della polenta take away) all’IPPS (sensore di parcheggio portatile) fino al Mais Corvino (una tipologia di mais unica al mondo).
 
Un esperimento che ha vinto non solo in Tv (1.382.000 spettatori con il 6.39% di share e un gradissimo seguito tra i giovanissimi con il 17.35% di share sul target 15-24 anni), ma anche sul mondo Social.  Su Twitter, l’hashtag ufficiale della trasmissione #SharkTankIT è rientrato infatti nella top ten degli argomenti più discussi della serata.

Shark Tank, second screen


Shark Tank ha una pagina Facebook e un profilo Twitter (hashtag #sharktankIT) e il suo sito ufficiale è sharktank.mediaset.it



 

  • shares
  • Mail