La strana Rai 2: Tanica a giugno per “colpa” di Sky, J-Ax ad Amici, un capostruttura è di Caschetto? (Anteprima Blogo)

È normale che un dirigente di un’azienda pubblica faccia parte anche dell’agenzia di un produttore esterno? Questo ed altri “casi strani” di Rai 2.

Ultimamente a Rai 2 se ne vedono di ogni, direbbe Nicole Minetti. Niente cene eleganti o minorenni, ma malumori e strani casi all’interno della seconda rete di Stato, diretta da Angelo Teodoli. Partiamo da Razzo Laser, il nuovo programma di interviste – nato dalle ceneri de Il musichione – condotto da Rocco Tanica ed Angela Rafanelli per la regia di Caterina Pollini.

Il programma sarebbe dovuto partire lunedì 18 maggio alle 23.50, per cinque seconde serate: sono state fatte partire in fretta e furia le registrazioni, sono uscite le prime interviste ed i primi articoli su settimanali e siti web (fra cui quello di Franco Bagnasco su Sorrisi) e Rai 2 ha invitato i giornalisti per la conferenza stampa di presentazione che si sarebbe dovuta tenere il 14 maggio nella sede di Corso Sempione a Milano.

Solo poche ore dopo aver ricevuto l’invito a tale presentazione, però, l’ufficio stampa rettifica per annullare la conferenza a causa di uno “slittamento di messa in onda”. Qualcuno si sarà chiesto il motivo di questo slittamento e noi di Blogo siamo qui per svelarvelo. La “storia tesa” Tanica aveva firmato un contratto in esclusiva con Sky per condurre, assieme a Lucilla Agosti, Italia’s got veramente talent su SkyUno, ovvero l’appendice del talent terminato settimana scorsa sulla pay tv. Il contratto in questione, valido fino a fine mese, ha prevalso e la produzione di Razzo laser è stata costretta a rimandare il kick-off. Il programma partirà, ma a giugno quando l’esclusiva del Tanica si dissolverà nel nulla. È stata solo una, stupida, dimenticanza?

Un altro strano caso in quel di Rai 2 è l’ospitata di J-Ax ad Amici 14, sabato 16 maggio. Tanti, quando hanno visto arrivare il rapper alla “corte di Maria”, hanno storto un po’ il naso. Niente di male (Amici e J-Ax condividono anche l’ufficio stampa), per carità. Ma fa un po’ specie vedere uno dei giudici di The Voice, il talent di punta della seconda rete di stato – e sempre più volto di rete con il programma Sorci verdi che sarà registrato a giugno ma trasmesso a settembre -, andare ospite nel talent “avversario”, su un’altra rete.

Si dice che a Rai 2 abbiano fatto di tutto per cercare di bloccare l’ospitata, nessuno era felice ed il nervosismo è salito alle stelle ma, alla fine, il buon Fabio di Iorio – capostruttura di Rai 2 – ha dato il suo benestare per “accontentare tutti” e, magari, fare un po’ di pubblicità al talent della sua rete che, senza suora, non sta certo brillando sul fronte Auditel.

Fabio di Iorio, Rai 2, Caschetto

Ed è lo stesso Fabio di Iorio, capostruttura per Rai 2 di The Voice, a comparire fra gli autori in forza ad ITC 2000, l’agenzia di management gestita da Beppe Caschetto (sopra lo screen del sito). È normale che, a due anni dalla nomina, un personaggio con un ruolo così importante svolto all’interno di un’azienda pubblica faccia parte anche dell’agenzia di un produttore esterno?

Ah, gli “strani casi di Rai2” .

I Video di TvBlog

Ultime notizie su The Voice of Italy

The Voice of Italy è la versione italiana di The Voice, il talent musicale creato da John De Mol, prodotto in Italia da Toro Produzioni (che dalla seconda edizione diventa Talpa Italia e dalla sesta Talpa Global con Wavy una unità Fremantle) per la Rai e trasmesso su Rai2.

Tutto su The Voice of Italy →