• Tv

Creartù: il laboratorio creativo arriva su Boing

I primi programmi che puntavano sulla creatività artistica dei bambini, ormai pietre miliari della storia della tv, sono stati Art Attack e L’albero azzurro. Ora anche su digitale terrestre arriva uno show del genere. Dal 17 novembre, infatti, sarà trasmessa, una nuova produzione italiana dal titolo Creartù che catturerá l’attenzione e la fantasia dei telespettatori

Creartù su Boing I primi programmi che puntavano sulla creatività artistica dei bambini, ormai pietre miliari della storia della tv, sono stati Art Attack e L’albero azzurro. Ora anche su digitale terrestre arriva uno show del genere. Dal 17 novembre, infatti, sarà trasmessa, una nuova produzione italiana dal titolo Creartù che catturerá l’attenzione e la fantasia dei telespettatori di Boing. Si tratta di una serie di 25 episodi in onda dal lunedí al venerdí alle 12.00, alle 16.40 e alle 20.00 presentati da Riccardo Mazzoli e Daniela Sirtori.

Il mondo di Creartù é uno ‘studio-Laboratorio’ allegro e stimolante, un luogo dove ci si ritrova tra amici per soddisfare curiosità, scoprire giochi nuovi e soprattutto imparare a costruire oggetti divertenti e utili. Tutto si svolge in un ambiente colrato dove si realizzano oggettini da regalare e collezionare in casa. Tutti gli oggetti vengono creati in diretta e sono spiegati con chiarezza, semplicità. In compagnia di Riccardo, esperto di bricolage, dotato di grande ironia e affiancato dalla dolce Daniela, tutti i bambini potranno imparare a sfruttare la loro creativitá ccreando maschere a forma di musi di animali, accessori per la scrivania, marionette e biglietti di auguri in vista del Natale, e molto altro.

Lo show ha uno spirito ecofiendly: molte cose che buttiamo, infatti, posso essere riciclate e utilizzate per costruire nuovi giochi e oggetti utili. Da un foglio bianco, inoltre, si puó ricavare di tutto, basta qualche colore, un po’ di colla e soprattutto tanta fantasia. Daniela intratterrá anche i ragazzi con notizie curiose e leggerá i messaggi dei telespettatori lasciati sul sito di Boing. C’è, quindi, grande interazione con i ragazzi. Sul sito del canale, oltre a inviare le proprie domande, commenti e messaggi ai conduttori, sará possibile scaricare le schede con le informazioni su come realizzare gli oggetti protagonisti di ciascuna puntata.