Il Documentario sul Papa Buono in onda a Natale sulla Rai

Presentazione e proiezione in anteprima all’interno del Festival del Cinema di Roma per “Giovanni XXIII – Il pensiero e la memoria“, documentario prodotto da Officina della Comunicazione, Rai Trade e l’Istituto Luce che sarà l’evento trasmesso in seconda serata su Raiuno il prossimo 25 dicembre e tre giorni dopo, il 28, su La7. Il film-dossier

di

Presentazione e proiezione in anteprima all’interno del Festival del Cinema di Roma per “Giovanni XXIII – Il pensiero e la memoria“, documentario prodotto da Officina della Comunicazione, Rai Trade e l’Istituto Luce che sarà l’evento trasmesso in seconda serata su Raiuno il prossimo 25 dicembre e tre giorni dopo, il 28, su La7. Il film-dossier è il primo frutto dell’accordo che permette a Rai Trade, la società che promuove le proprietà intellettuali del gruppo RAI, di utilizzare l’enorme archivio dell’Istituto Luce.

Nei 65 minuti del documentario la figura del “Papa Buono“, 261° Vescovo di Roma e Papa fra il 1958 e il 1963, anno della sua morte, viene analizzata ed esaltata attraverso le testimonianze di studiosi, non solo appartenenti al mondo ecclesiastico come filosofo Massimo Cacciari e Rita Levi Montalcini, che raccontano il suo radicalismo riformatore che si espresse attraverso il Concilio Vaticano II. Non è la prima volta che Papa Roncalli diventa protagonista di un prodotto destinato alla tv, proprio in questo periodo è andata in replica su Rete 4 la fiction diretta da Giorgio Capitani.

Per Alba Calia, vicepresidente di RaiTrade, la realizzazione del documentario su Papa Giovanni XXIII è in linea con la mission e il progetto perseguito dalla tv pubblica:

Rai Trade sta perseguendo negli ultimi anni una forte politica di sviluppo e di valorizzazione delle tematiche culturali. Ecco il successo di queste iniziative che testimoniano la sensibilità e la qualità di un vasto pubblico che attende proposte culturali anche in quanto portatrice di valori profondi e imprescindibili per una società sana e dinamica.


Non nasconde il suo entusiamo Carlo Nardello, l’AD di Rai Trade:

Come cattolico non posso non complimentarmi con i produttori di questo film-dossier. Con le immagini rare raccolte nelle Teche Rai e Luce e quelle inedite della Fondazione Giovanni XXIII, e con le parole di coloro che lo hanno conosciuto, emerge un ritratto attualissimo della dimensione spirituale e umana del “Papa buono”. Il suo ricordo non può che essere di consolazione in un periodo così travagliato dell’economia mondiale. Il suo Magistero e la sua straordinaria testimonianza di uomo e di sacerdote sono una luce di speranza. Viviamo in un periodo di finte sicurezze costruite sull’artificio delle nuove divinità tecnologiche contro le quali anche Papa Benedetto XVI recentemente è tornato a puntare l’indice. Il messaggio della Chiesa è l’unica alternativa concreta alla falsa pedagogia della disperazione e del panico che contrassegna la nostra epoca. Riscoprire la coerenza del messaggio cristiano nei diversi Pontificati della contemporaneità rafforza la nostra speranza.

I Video di TvBlog