Federica Pellegrini e più spazio alla tv

Federica Pellegrini

Lo ammetto. Mi emoziono ancora a guardare certi sport. Non so perché accada, e immagino sia lo stesso anche per voi, che spesso commentate su queste pagine le gare Olimpiche.

Mi sono emozionato, per esempio, a guardar Federica Pellegrini frantumare il record Olimpico nei 400 stile libero, poi perdere clamorosamente una finale che avrebbe potuto vincere a mani basse, dar la colpa alle gare mattutine e poi, da grande atleta, solo a se stessa; poi ci fa sussultare di nuovo, Federica, a noi tifosi, e si concede il lusso di fare il record nei 200, ci fa soffrire ancora quando rompe il costume e vince comunque la sua semifinale, e poi la finale, che trionfa.

Brava, Federica. E bravi anche gli altri atleti azzurri, ci mancherebbe altro. Non è che si discrimini, da queste parti. Anche lo spadista Tagliariol mi ha emozionato. E l'elenco continuerebbe. Ma Federica, è quella che dopo la vittoria ha dichiarato darò più spazio alla tv.

Nulla di male, si intende: è giusto che un'atleta pensi anche alla propria immagine e che approfitti delle offerte che riceve. Ma speriamo, anzi, spero - è giusto prendere posizioni singolarmente - che questo non significhi, cara Federica, vedere anche te in qualche reality.

Perché è bello, vederti nuotare in quel modo, vederti sorridere quando vinci, vedere il tuo talento che esplode in piscina. Ma non è detto che tu abbia talento anche per la tv. Michael Phelps, che di ori ne ha già vinti sei, in questa olimpiade, e che fa emozionare per la sua grinta e la sua fame di vittorie e la sua imbattibilità, ieri ha dichiarato nuotare, dormire e mangiare è tutto ciò che so fare. Ecco, forse lui esagera.

Anzi, sicuramente esagera. Ma qui, io resto convinto del fatto che ognuno dovrebbe esaltare al meglio i talenti che ha e lasciare perdere gli altri - o, prima di cimentarsi con gli altri, coltivarli e studiarli abbondantemente -.
La tv poi, di talenti ne possiede e ne genera davvero pochi. E mi dispiacerebbe, francamente, vederti naufraga su una qualche Isola dopo aver tentato altre carte, o, peggio ancora, a mangiar occhi di cinghiale per scoprire Talpe dai meccanismi oscuri.Federica Pellegrini

Federica Pellegrini
Federica Pellegrini
Federica Pellegrini
Federica Pellegrini
Federica Pellegrini
Federica Pellegrini
Federica Pellegrini
Federica Pellegrini
Federica Pellegrini
Federica Pellegrini
Federica Pellegrini
Federica Pellegrini
Federica Pellegrini
Federica Pellegrini
Federica Pellegrini
Federica Pellegrini
Federica Pellegrini

  • shares
  • Mail
22 commenti Aggiorna
Ordina: