• Tv

Studio Aperto come Endemol: su Italia 1 arriva Borders

Studio Aperto, il telegiornale che si impegna giorno dopo giorno ad essere ancora più criticabile del Tg4, è diventata una sorta di Endemol made in Italy, un Adamo con un numero esorbitante di costole che dà vita ad altrettanti format con potenzialità commerciali altissime. L’ennesimo è cominciato ieri lunedì 28 luglio e si tratta di

di aleali

Giorgio MulèStudio Aperto, il telegiornale che si impegna giorno dopo giorno ad essere ancora più criticabile del Tg4, è diventata una sorta di Endemol made in Italy, un Adamo con un numero esorbitante di costole che dà vita ad altrettanti format con potenzialità commerciali altissime.

L’ennesimo è cominciato ieri lunedì 28 luglio e si tratta di “Tutto in una notte”, una sorta di “programma di inchiesta” che guarda un singolo fatto d’attualità in tre diversi e contemporanei punti di vista, un po’ sulla scia grafica del telefilm 24, evoluzione del vecchio “Studio Aperto live” del sabato in seconda serata.

Ma le sorprese non sono finite, con delle specifiche sui tempi di messa in onda che provengono da fonte Telepiù dalla viva voce del suo creatore, Giorgio Mulè, direttore di Studio Aperto dall’ottobre del 2007:

“Dal 20 settembre torna un ciclo di sei puntate di Studio Aperto Live. In ottobre sarà il turno di Borders, un programma totalmente nuovo, dedicato ai personaggi di grande impatto emotivo. Gente al confine con la normalità, come Aileen Wuornos, la donna che ha ispirato il film “Monster” con Charlize Theron”.

Un programma che idealmente segue la scia dello “Show dei record“, ma più direttamente connesso all’attualità, con una chiave che è facile immaginare sia più spinta nei toni verso il dramma umano. Non vi è dubbio che attirerà l’attenzione del pubblico e che possa fare un buon successo. Dalla base “etica” del giornalismo possono nascere delle torsioni davvero notevoli. Mostruose, anche.