• Tv

Fantasia, un Giochi senza Frontiere all’italiana?

Nuove anticipazioni in arrivo su Fantasia, il varietà nuovo di zecca in arrivo su Canale 5 da settembre. Stando a quanto riportato su alcune testate locali sarà un vero e proprio campionato di spettacolo tra le venti regioni Italiane. Venti comuni, ognuno rappresentativo di una regione, si sfideranno su prove che ricordano dei quadri viventi

laurenti d urso fantasiaNuove anticipazioni in arrivo su Fantasia, il varietà nuovo di zecca in arrivo su Canale 5 da settembre. Stando a quanto riportato su alcune testate locali sarà un vero e proprio campionato di spettacolo tra le venti regioni Italiane. Venti comuni, ognuno rappresentativo di una regione, si sfideranno su prove che ricordano dei quadri viventi e sarà Canale 5 a fornire scenografie, costumi e tutto quello che occorre per le singoli performances. 30 i partecipanti previsti per ogni squadra, che vedrà coinvolti anche alcuni ragazzi e bambini.

La trasmissione, a cura dell’Europroduzione che ha portato al successo Lo Show dei Record, andrà in onda a Roma negli studi di Cinecittà. Negli immobili dei singoli comuni coinvolti verranno allestite delle location per consentire ai concorrenti di allenarsi durante l’estate. Ogni squadra avrà un rappresentante locale chiamato “capitano”, che dovrà seguire i partecipanti supervisionando la preparazione e l’esecuzione delle prove e partecipando a tutte e quattro le puntate. Alcune delle prove saranno relativamente semplici e non richiederanno una destrezza fisica particolare, altre saranno più complesse e richiederanno doti ginniche e coordinazione dei movimenti.

Il programma, in onda ogni venerdì sera dal 19 settembre su Canale 5, verrà registrato la domenica per consentire alla conduttrice Barbara D’Urso di dividersi tra Mattino 5 e Pomeriggio 5 (tutti i giorni dal lunedì al venerdì al fianco di Claudio Brachino, tramontata l’ipotesi Cristina Parodi). Al suo fianco, tra artisti di strada, saltimbanchi, illusionisti e prestigiatori, una spalla ideale come Luca Laurenti.

Lo spettacolo nasce da un format giapponese, Mascarade, che si basa sulla realizzazione di complesse coreografie in movimento. Vere e proprie squadre di persone, vestite di nero su sfondo nero, devono far realizzare movimenti complessi ad oggetti a mo’ di “marionette”. Insomma, una sorta di Cirque Du Soleil ma con un pizzico di salto nel passato gustosamente revivalistico. Che Canale 5 stia preparando la versione all’amatriciana di Giochi Senza Frontiere, riscoprendo il rimpianto per il sano ludismo in tv?

Una cosa è certa: ci prepariamo a un’intera stagione di sfide a squadre. Dalle ballerine classiche e moderne pronte a sfidarsi a Il Ballo delle Debuttanti alle scuderie di vip in gara a Volami nel cuore di Pupo, passando per i Parenti Talenti e company dell’estate sperimentale di Raiuno, è scoppiata l’Amici mania?