A volte ritornano

Maurizio Costanzo torna a collocare un suo piccolo avamposto in seconda serata. Il Diario – una vera e propria occasione sprecata dal punto di vista giornalistico e televisivo. Si poteva fare meglio, ora è un prodottino raffazzonato, che ha subìto ovvi cambi di collocazione a causa delle bastonate prese in termini di ascolti, che risente

di

Maurizio CostanzoMaurizio Costanzo torna a collocare un suo piccolo avamposto in seconda serata. Il Diario – una vera e propria occasione sprecata dal punto di vista giornalistico e televisivo. Si poteva fare meglio, ora è un prodottino raffazzonato, che ha subìto ovvi cambi di collocazione a causa delle bastonate prese in termini di ascolti, che risente dell’ego debordante costanziano, della sua crescente arroganza e del suo scaccolarsi in diretta, anche se meno del contenitorone quotidiano Tuttelemattine – prepara una serie di puntate speciali per la fascia di Canale5 che Costanzo ha occupato per più di vent’anni, a cadenza mensile. Il primo speciale sarà sulla mafia, il 21 di marzo, in occasione della decima giornata della memoria. Auguriamoci tutti che, considerati i tempi di realizzazione, questo Diario Speciale sia ricco e interessante. Ma la sensazione di chi scrive è che i fasti del MCS, delle puntate epiche con Carmelo Bene, del giornalismo di inchiesta, del talk di qualità, siano ormai persi nella marea di Costantini e Danieli.