Due – Lucio Dalla e Francesco De Gregori