Da che parte stanno D'Urso e Panicucci sulla chirurgia estetica? Agli antipodi!

Federica Panicucci e Barbara D'Urso sono come il giorno e la notte del daytime Videonews: hanno fatto di Mattino e Pomeriggio Cinque due contenitori talmente a propria immagine e somiglianza, da diventare "all'opposizione" in tutto.

E' sin dalle piccole cose che si nota da sempre - e sempre di più - lo stile opposto delle due conduttrici, tanto distaccata e modaiola la prima, quanto esagerata e ruspante la seconda.

Ma è, in particolare, in un tema che le due "rivali" dell'infotainment sono agli antipodi: la chirurgia estetica. Perché è evidente che le due non solo la pensano in maniera diversa sull'argomento (tanto proibizionista l'una, quanto simpatizzante l'altra), ma vi orientano di conseguenza la linea editoriale dei propri dibattiti.



Stamane a Mattino Cinque, ad esempio, la Panicucci ospitava come fa spesso e volentieri il chirurgo plastico Fiorella Donati. Quest'ultima, infatti, dispensa di frequente consigli alle massaie sintonizzate (!!!), per come stare meglio con se stesse sotto stretto controllo medico.

Il motto della Donati è "rifarsi, ma bene" e quest'oggi illustrava alla lavagna degli esempi di cattivi ritocchi alle labbra, mentre la stessa Panicucci mimava con la bocca il rigonfio perfetto.

Ma, soprattutto, Federica taceva (e quindi acconsentiva?) mentre il chirurgo Donati dichiarava:

"Provate una protesi da toccare a occhi chiusi, la faremo tutti perché è un seno perfetto, morbido, reale, gradevolissimo, non è vero il mito che che la protesi è fredda".

Quando si dice una vera e propria televendita occulta, con un'ospite altrettanto visibilmente compiaciuta e "interessata" come Samantha De Grenet.
Dalla D'Urso tutto questo non sarebbe mai possibile. Proprio qualche giorno fa il suo segmento Da che parte stai si intitolava "E' giusto accettare se stessi con tutti i difetti?". La conduttrice prendeva evidentemente posizione a favore di chi rifugge dalla chirurgia estetica, citando a modello Lady Gaga che è divenuta la paladina di chi si piace per com'è.

Mentre diverse sciure del pubblico ostentavano i propri nasoni naturali, in studio c'era Miss Rifatta che veniva sottoposta al ludibrio generale. Dal canto suo la D'Urso muoveva tutta la propria faccia, suo cavallo di battaglia per dimostrare di poterselo permettere, e proponeva un'altra alternativa alla chirurgia: un corso di ginnastica facciale per ridurre le rughe.

La stessa Antonella Boralevi, sua ospite, demonizzava la chirurgia estetica come antidoto a disagi psicologici, dichiarando che solo la chirurgia strettamente plastica va "salvata", per curare seri inestetismi magari dettati da incidenti o malattie.

Insomma, nella mattina di Canale5 la chirurgia plastica o estetica che sia è consigliata, dal pomeriggio è bandita. Voi, per dirla alla Videonews, da che parte state?

  • shares
  • +1
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: