Revenge, la Abc ha cancellato la serie tv

La Abc ha cancellato Revenge, e lo showrunner Sunil Nayar spiega di essere grato al network, mentre non rivela se The Kingmakers sarà lo spin-off oppure no

Revenge

Gli ascolti non entusiasmanti della quarta stagione hanno spinto la Abc a cancellare Revenge: il drama liberamente ispirato ad "Il Conte di Montecristo", infatti, non avrà una quinta stagione. La conferma arriva dallo showrunner della serie tv Sunil Nayar:

"Possiamo dire ufficialmente ai nostri fan che questa sarà la fine della nostra storia. Abbiamo parlato con il network e vogliamo semplicemente essere sicuri. Ora che tutti hanno visto il finale -che è favoloso- tutti capiscono che per quanto adoriamo lo show, ha esattamente ciò che gli serve per concludersi. Quello che andrà in onda tra poche settimane sarà il series finale di Revenge".

Quattro anni fa Revenge aveva debuttato di mercoledì, con 10 milioni di telespettatori (3.3 rating nella fascia 18-49 anni). Un successo tale che spinse la Abc a spostare il telefilm, dalla seconda stagione, alla domenica. Gli ascolti, però, hanno retto fino alla terza stagione, quando c'è stato un calo di telespettatori che hanno portato ad avere, nella quarta stagione, ascolti inferiori ai sei milioni di persone.

Considerato il costo di una serie del genere, era abbastanza certo che la Abc cancellasse Revenge che, nel corso delle stagioni, era diventato sempre più assurdo nella trama: la vendetta della protagonista Emily Thorne (Emily VanCamp) nei confronti di Victoria Grayson (Madeleine Stowe) aveva perso mordente negli ultimi episodi (ma anche nelle stagioni precedenti: la trovata della Compagnia sapeva di necessità di sviare dalla trama), con una serie di sottotrame che hanno allungato il tutto senza dare al pubblico il pathos ed i colpi di scena che cercava. Piuttosto, la quarta stagione ha cercato di trovare spunti diversi da raccontare, finendo però per creare una noia nei confronti di chi ha seguito la serie fin dalla prima stagione che hanno portato al calo di ascolti.

Nayar, che nella terza stagione è subentrato al creatore della serie Mike Kelley, che lasciò lo show per divergenze con la rete, rivela che le idee per una quinta stagione ci sarebbero, ma è grato alla Abc per avergli dato libertà creativa:

"Sicuramente abbiamo un'idea di come lo show sarebbe potuto andare avanti, ma questo è il motivo per cui siamo grati agli studios ed al network, perchè anche loro hanno sbagliato dal punto di vista creativo. La serie è ancora popolare, è apprezzata in tutto il mondo. Capisco tutte le ragioni, anche quelle economiche, ma alla fine dei conti -ed è quello che hanno fatto con Lost- ci hanno sostenuto da un punto di vista creativo. Ci hanno dato un senso, come collaboratori, di come saremmo dovuti andare a concludere questa storia".

Revenge, quindi, si concluderà con un finale vero e proprio, anche se non tutto sarà spiegato:

"Ci sarà un piccolo cliffhanger. Non vogliamo che la gente si stufi delle storie che stiamo raccontando, quindi ci sembra che meritino un finale a questo racconto che Mike Kelley iniziò quattro anni fa. Mi sembra che gli ultimi episodi valgano quanto i primi".

Intanto, i fan si chiedono se alla fine della serie la protagonista morirà, dal momento che l'ultimo episodio avrà come titolo "Two graves" ("Due tombe"):

"Ci sono momenti epici emozionanti nel finale. Ci sono delle cose scioccanti. E' una questione complicata perchè i fan sono così appassionati dello show e noi vogliamo dargli ciò che vogliono, ma la parte difficile in uno show come questo è che gli vuoi dare un po' ciò che vogliono, un po' ciò che non sanno ancora che vogliono ed un po' ciò che non si aspettano, e serve un mix perfetto di questi elementi. Credo davvero che il nostro finale sia un mix perfetto di questi elementi. Credo che saranno estremamente soddisfatti".

I fan di Revenge e delle vendetta di Emily, però, già sperano in altri rumors, secondo cui una delle serie su cui la Abc sta lavorando, ovvero The Kingmakers (e di cui non ha ancora deciso se ordinare una stagione), possa essere uno spin-off della serie, dal momento che a scriverla è l'autore e produttore dello show Sallie Patrick. Nayar smentisce, ma non sembra così certo:

"Ci sono molte cose che non posso dire eccetto che The Kingmakers è favoloso. Non l'ho ancora visto, ma ragazzi adoro la sceneggiatura. C'è il sangue e la passione che Revenge ha portato nella serie ma, al momento, non è uno spin-off dal momento che non ci sono personaggi dello show che ne faranno parte, ma mai dire mai".

The Kingmakers ha al centro un ragazzo che entra sotto falsa identità nella società segreta dell'Università della sorella, per indagare sul suo omicidio. Una trama fatta di bugie, doppie identità e segreti: in effetti, se comparisse qualche personaggio di Revenge non ci stupiremmo.

[Via EntertainmentWeekly]

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: