Il Commissario Montalbano, la Regione Sicilia vara il ddl "salva-fiction": stanziati 200 mila euro

La minaccia di trasferire la fiction in Puglia dà i suoi primi frutti: la giunta regionale della Sicilia istituisce, tramite disegno di legge, un fondo per assegnare incentivi alle produzioni tv girate nel territorio.

La minaccia di Carlo Degli Esposti di trasferire le riprese de Il Commissario Montalbano dalla Sicilia alla Puglia sembra sortire i primi effetti. Se già il giorno dopo il governatore dell'isola, Crocetta, si era detto pronto a intervenire per scongiurare il pericolo, oggi possiamo dire che è stato di parola.

Questa mattina, infatti, Crocetta ha incontrato la stampa presso la Sala Alessi di Palazzo d'Orleans, sede della presidenza della Regione, per presentare insieme all'assessore al Turismo, Michela Stancheris, il ddl varato dalla giunta regionale che verrà ora trasmesso all'Assemblea siciliana. Si tratta di un provvedimento a favore delle produzioni audiovisive seriali che si impegnano sul territorio, un disegno di legge che istituisce un fondo (per il momento) di 200 mila euro a favore delle produzioni che abbiano carattere ciclico e continuativo:

Non è un progetto ad hoc per la fiction Montalbano, ma un disegno di legge complessivo per valorizzare il territorio della Sicilia.

Ci tiene a precisare la Stancheris - come riportato dall'Ansa - ma i tempi coincidono e più di un sospetto viene. E infatti l'assessore precisa, tirando in ballo anche la famosa produzione della Palomar:

Intendiamo favorire un ritorno in termini di turismo così come è stato nel caso della serie tv Montalbano e per i film della Film Commission. Abbiamo, inoltre, un bando aperto di un milione e mezzo di euro in assessorato che scadrà ad ottobre, al quale possono accedere sia la produzione di Montalbano sia chiunque abbia un'idea per una fiction.

luca zingaretti il commissario montalbano

Ovviamente, per poter accedere alle agevolazioni, sarà necessario possedere dei requisiti specifici: le produzioni televisive dovranno infatti avere al loro attivo almeno tre anni di attività sul territorio, almeno il 51% delle riprese dovrà essere realizzata sui territori dell'Isola e dovranno essere impiegate per un 50% maestranze locali.

Il Commissario Montalbano, a questo punto, sembra avere tutte le carte in regola per accedere ai finanziamenti e al bando. E il trasferimento del set pare a questo punto davvero scongiurato.

  • shares
  • +1
  • Mail