Andrea Camilleri, Il maestro senza regole: su Rai 1 un docufilm targato Sellerio per il padre di Montalbano

Un racconto affettuoso per lo scrittore, regista, sceneggiatore cui la letteratura e la fiction italiana debbono molto, realizzato attraverso le voci dei suoi ex allievi e personaggi della scena artistica italiana .

Faccio una premessa: la Rai dovrebbe trasformare il suo cavallo in una statua equestre per Andrea Camilleri. I motivi? Non solo per il successo 'interplanetario' delle trasposizioni tv dei romanzi de Il Commissario Montalbano - che dopo 15 anni fa, in replica, non meno di 4,5 mln di telespettatori - ma anche per il lavoro fatto dietro le quinte della Tv di Stato, dove è entrato (non senza difficoltà) nel 1957 e per la quale ha contribuito alla realizzazione di diversi sceneggiati dell'epoca d'oro della Rai, dal Tenente Sheridan a Maigret, per intenderci.

Il minimo sindacale, quindi, è che la Rai mettesse a disposizione un prime time - ancor meglio quello del suo 89° compleanno che si festeggia proprio oggi, sabato 6 settembre, per mandare in onda Andrea Camilleri - Il maestro senza regole, docufilm prodotto da Anele e Sellerio e diretto da Claudio Canepari e Paolo Santolini che ripercorre con l'autore la sua carriera e anche la sua vita privata, tra una sigaretta e un aneddoto, in giro per la sua Sicilia.
Con lui la conterranea Teresa Mannino, che segue i ricordi del Maestro, qui celebrato, tra l'altro, anche in veste di docente all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica "Silvio D'Amico" di Roma, che lo ha visto prima allievo e poi docente di regia per 20 anni.

«È un riconoscimento che mi fa piacere — ammette — ma non so cosa ne penserà il pubblico di Raiuno in prima serata! Sarà la prima volta che chiederò con ansia: che ascolti abbiamo fatto?»

ha detto al Corriere della Sera l'autore siciliano, che verrà celebrato da alcuni dei suoi allievi, da Luigi Lo Cascio a Fabrizio Gifuni, da Emma Dante a Luca Zingaretti, che ha poi incarnato per tutti il suo eroe letterario, Salvo Montalbano.

Camilleri_Maestro-senza-regole_Rai1

 

Il docufilm, dunque, mette, quindi e giustamente, in evidenza la storia teatrale e letteraria di Camilleri, che fu il primo a portare Beckett in Italia, fu tra i primi a cimentarsi con Ionesco Strindberg, Majakovskij, e ha attraversato con (apparente) leggerezza tutte le forme del racconto, arrivando in tarda età alla carriera (e al successo) editoriale. Il tutto senza dimenticare il 'trionfo' dei suoi gialli, in libreria e in tv.

Ora non resta che goderci una serata in compagnia del suo humour e preparare 89 candeline: appuntamento dalle 21.15 su Rai 1.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: