Vita in diretta, Cristina Parodi: "Il venerdì a Milano per una puntata glam" (e per il weekend in famiglia)

Una la condizione imposta da Cristina Parodi per il suo pomeriggio su Rai 1: una puntata da Milano, a un passo dalla Bergamo guidata dal marito Giorgio Gori.

Cristina Parodi si prepara al debutto a La Vita in Diretta, che condurrà con Marco Liorni dal lunedì 8 settembre dalle 16.00 alle 18.50 come sempre su Rai 1. A lei il compito di raccogliere il testimone di Paola Perego, che a sua volta raccoglie Così Lontani Così Vicini, in un continuo scambio di programmi tv che ormai va avanti da anni. In comune, ad esempio, hanno anche un Verissimo, rotocalco che ha già visto insieme la Parodi e Liorni. A volte tornano.

Anche la Parodi torna, in fondo, nel pomeriggio tv dopo un po' di pausa. Pare abbia posto una sola condizione per il suo passaggio a La Vita in Diretta: una 'finestra' settimanale da Milano, in onda ogni venerdì. Un modo per raccontare la città del 'made in Italy' ora che si avvicina l'Expo (sempre ammesso che terminino i lavori, ma questa è un'altra storia) e anche per stare vicino alla famiglia nel weekend, suvvia.

"Per me La Vita in Diretta era una trasmissione un po' troppo romanocentrica. Così da ottobre il venerdì io farò il programma a Milano e Marco a Roma. Ho voluto una location nel centro della città, con delle vetrate che la mostrino. Milano è un'altra Italia, forse quella per cui all'estero ci conoscono di più: l'Italia dell'industria, della moda, del design. Ci sono tante storie da raccontare. E siamo alle porte dell'Expo. Il venerdì diventerà una giornata diversa, la giornata glam"

ha spiegato la giornalista a Il Corriere della Sera, al quale non ha nascosto neanche la sua difficoltà a trasferirsi nella Capitale. Curioso che invece sia stata proprio Roma a fare da cornice ai promo del programma, a sottolineare la centralità dell'importanza del trasferimento del nuovo volto femminile del programma dal 'biscione' milanese al 'cavallo' romano (con tanto di outfit stile 'Dolce Vita'). Ma per la Parodi...

"...stare a Roma sarà un sacrificio grosso. Rimanere lontano da casa è una sofferenza. Lo sarà anche per i miei figli e per mio marito Giorgio. Speriamo ne valga la pena".

Immagino lo speri anche la Rai.

CristinaParodi_LaVitainDiretta

 

A una settimana dal debutto, dunque, la Parodi racconta di star conoscendo il gruppo: è tutto nuovo per lei, dagli autori agli studi, ma non sembra preoccupata del format:

"E' un tipo di tv che mi appartiene. E' un programma che ho sempre guardato, che ho copiato. Lo sento nelle mie corde"

ammette la giornalista non nuova ai rotocalchi, non tutti portati a termine con lo stesso successo. L'esperienza a La7 non è stata ancora dimenticata e vi torna per ribadire che

"rimane un capitolo doloroso. Rifarei quel programma perché era bello, ben fatto. E' stato chiuso troppo in fretta per ragioni economiche. Se l'avessero lasciato vivere sarebbe cresciuto come ascolti".

E' tempo di guardare avanti, però. E il futuro si chiama La Vita in Diretta, nel corso della quale festeggerà anche i suoi primi 50 anni (lunedì 3 novembre, ultra-chapeau). A darle sicurezza in questa nuova esperienza anche la presenza di Liorni:

"Ha iniziato con me a Verissimo. Era un bravo inviato. Mi dà sicurezza il fatto che abbia già lavorato qui per due anni".

Un po' di coraggio e di fiducia in se stessi ci vuole per affrontare il pomeriggio feriale, considerato che contro di lei si troverà proprio l'amata Canale 5 nella persona di Barbara d'Urso e del suo Pomeriggio Cinque:

"La sua è una corazzata. Lei è una guerriera, lavora sempre. Prima del debutto la chiamerò".

Ma dovrà fare anche i conti con un certo senso di straniamento all'idea di 'sfidare' quella che per 23 anni è stata la sua famiglia ("Mi fa impressione. Mi riconosco di più nei loro volti che in quelli della Rai, per ora"). Ma Mamma Rai non si ingelosisca:

"Qui ho avuto un'accoglienza affettuosa: qui ti rendi conto, più che a Mediaset, di esser abbracciata da una grande azienda che ti protegge. Spero di iniziare una lunga strada in Rai".

Beh, questo potrebbe non piacere a 'papà' Silvio. Ma Cristina non pensa solo alla tv: ha una famiglia e un marito sindaco a cui badare.

"Non vorrei lavorare ancora dieci anni, non sono così assatanata"

dice al Corriere. Un passo per volta, quindi. Vediamo per ora cosa riserva La Vita in Diretta.

  • shares
  • +1
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: